Benvenuto, Ospite

ARGOMENTO: vaccinazioni cani

vaccinazioni cani 21/02/2016 23:40 #46251

  • kik-ko
  • Offline
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 352
  • Ringraziamenti ricevuti 18
Ciao, i vostri cani li vaccinate?
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

vaccinazioni cani 22/02/2016 00:36 #46252

  • Liuc33
  • Offline
  • Platinum Boarder
  • Zen
  • Messaggi: 2317
  • Ringraziamenti ricevuti 287
kik ha scritto:
Ciao, i vostri cani li vaccinate?
Io ne ho avuti 3 , 2 sono morti a 16- e 17 anni e 1 che ho ancora ha 8 anni. Tutti e tre quando li ho presi cuccioli erano gia vaccinati ma poi non ho mai fatto i richiami :)
Siate sempre capaci di sentire nel più profondo qualsiasi ingiustizia, commessa contro chiunque, in qualsiasi parte del mondo. È la qualità più bella di un buon rivoluzionario....
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

vaccinazioni cani 22/02/2016 14:03 #46254

  • Blues
  • Offline
  • Expert Boarder
  • Messaggi: 99
  • Ringraziamenti ricevuti 29
Liuc33/Giadox ha scritto:
kik ha scritto:
Ciao, i vostri cani li vaccinate?
Io ne ho avuti 3 , 2 sono morti a 16- e 17 anni e 1 che ho ancora ha 8 anni. Tutti e tre quando li ho presi cuccioli erano gia vaccinati ma poi non ho mai fatto i richiami :)
Sostanzialmente mi associo a te.
Me ne sono morti 2, fratello e sorella da parte di madre, a 14 anni. Adesso ne ho 2, sorelle da parte di padre, stessa razza, volpine della Pomerania di 2 e 6 anni, quasi..
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

vaccinazioni cani 22/02/2016 14:52 #46258

  • kik-ko
  • Offline
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 352
  • Ringraziamenti ricevuti 18
dicono siano molto contagiose le malattie fra cani..... i veterinari....

ma penso ai vaccini dei bambini....e che siano lo stesso..... fanno bene o male?
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

vaccinazioni cani 22/02/2016 15:28 #46259

  • alpaluda
  • Offline
  • Amministratore
  • Messaggi: 1010
  • Ringraziamenti ricevuti 249
Bisogna vedere cosa ci devi fare con il cane...

Se lo tieni sempre in casa è un discorso, ma se viaggi (anche all'estero...) non penso sia possibile non vaccinarlo...

Ci sono alcuni Paesi molto rigidi che non te lo fanno proprio entrare: quindi, alla fine, non hai molta scelta...
www.alpaluda.com/20170601.htm

Non veniamo al mondo per lavorare o per accumulare ricchezza, ma per vivere: e di vita ne abbiamo solo una (José Mujica).
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

vaccinazioni cani 22/02/2016 19:45 #46265

  • Blues
  • Offline
  • Expert Boarder
  • Messaggi: 99
  • Ringraziamenti ricevuti 29
alpaluda ha scritto:
Bisogna vedere cosa ci devi fare con il cane...

Se lo tieni sempre in casa è un discorso, ma se viaggi (anche all'estero...) non penso sia possibile non vaccinarlo...

Ci sono alcuni Paesi molto rigidi che non te lo fanno proprio entrare: quindi, alla fine, non hai molta scelta...

Vaccinazioni: per i cuccioli, stiliamo dei protocolli vaccinali personalizzati per ogni cane, dovendo tener conto degli anticorpi ricevuti dalla madre, dell'ambiente in cui è vissuto e vive il cane e delle esigenze del proprietario; in genere prevedono 2-4 vaccinazioni polivalenti che si compiono nell'arco di 4-8 settimane, tra il 2° e il 4° mese di età. Per i cani adulti il richiamo delle vaccinazioni è annuale; nel nostro ambulatorio pratichiamo un'unica vaccinazione eptavalente, cioè valida contro sette malattie: cimurro, epatite infettiva, parvovirosi (gastroenterite infettiva), 2 ceppi di leptospirosi, adenovirosi e parainfluenza. L'immunità per tutte queste malattie dura almeno un anno, eccetto che per la leptospirosi, che ha bisogno di un richiamo dopo sei mesi.
La vaccinazione antirabbica non è più obbligatoria, poiché da 30 anni la rabbia non è più presente sul territorio nazionale se non in rarissimi casi isolati di cani che comunque l'avevano contratta all'estero. E' invece obbligatoria per ottenere il passaporto per portare un animale con voi all'estero. I veterinari sono tenuti a comunicare mensilmente all'ASL le vaccinazioni antirabbiche effettuate, quindi sconsigliamo di effettuare questa vaccinazione se non avete ancora messo il microchip (che è obbligatorio), in quanto l'ASL verrebbe così a conoscenza del fatto che possediate un cane che non avete ancora iscritto all'anagrafe (possibile la sanzione amministrativa).
Per quanto riguarda la specie felina, è opportuna la vaccinazione trivalente (panleucopenia infettiva e affezioni respiratorie da herpesvirus e calicivirus) con richiami annuali a tutti i gatti, giovani e adulti, anche se vivono in appartamento, in quanto la contaminazione indiretta tramite vettori passivi è molto facile. Consigliamo, invece, di effettuare la vaccinazione per la leucemia felina (Felv) solo nel caso in cui il gatto abbia continui contatti diretti con animali potenzialmente portatori della malattia, essendo la trasmissione possibile esclusivamente attraverso i liquidi biologici, e risultando la vaccinazione, in rari casi, dannosa. Per poter avere il passaporto, inoltre, per recarsi in alcuni paesi è necessaria la vaccinazione antirabbica anche per i felini, effettuata sempre 3-4 settimane prima dell'ingresso nel paese straniero.
Dal 2012 è in commercio anche la vaccinazione per la Leishmaniosi, che noi pratichiamo e consigliamo soprattutto nei cani che vivono o soggiornano spesso nelle zone più infestate da zanzare e dalla stessa Leishmaniosi (Ischia, Procida, Capri, Posillipo, Costiera Sorrentina, Cilento).

Passaporto: per portare all'estero il proprio animale (cane o gatto), è necessario richiedere al servizio veterinario dell'ASL di appartenenza il "passaporto". Per ottenerlo, il cane deve avere un microchip e deve aver effettuato la vaccinazione antirabbica almeno 21 giorni prima della richiesta del passaporto. Vi consigliamo di recarvi all'ASL con discreto anticipo e non il giorno prima della partenza, con il certificato di iscrizione all'anagrafe canina (microchip) e quello di vaccinazione antirabbica anche perchè le leggi in materia subiscono continui cambiamenti sia in Italia che all'estero.

Anagrafe canina: attualmente è obbligatorio iscrivere il proprio cane all'anagrafe canina tramite l'applicazione di un microchip (pratico ed assolutamente innocuo; nel nostro ambulatorio pratichiamo l'anestesia locale con spray, così risulta anche totalmente indolore). E' possibile inserire il microchip presso l'ambulatorio veterinario dell'ASL di competenza gratuitamente, o presso i veterinari autorizzati dalla Regione Campania, a pagamento.
Una volta iscritto il vostro cane all'anagrafe, sarete vincolati ad effettuare un prelievo per la leishmaniosi ogni anno, sempre gratuitamente all'ASL oppure a pagamento dal vostro veterinario. Il primo prelievo può essere effettuato contestualmente all'applicazione del microchip. Consigliamo di effettuare il prelievo sul cane digiuno da 10-12 ore, per evitare interferenze con la reazione sierologica. Nel caso il cane dovesse risultare positivo, l'IZSM (Istituto Zooprofilattico Sperimentale per il Mezzogiorno a Portici) e l'ASL ve ne daranno immediata comunicazione, e sarete soggetti a dei controlli periodici sullo stato clinico del cane e sulla terapia che starete effettuando.

Leishmaniosi: la leishmaniosi è una malattia ampiamente diffusa nelle zone costiere di quasi tutto il territorio nazionale. Il cane si può ammalare in seguito alla puntura di una particolare specie di zanzara; per un lungo tempo, a volte per tutta la vita, il cane può essere sieropositivo senza sviluppare i sintomi della malattia. Altre volte manifesta dei sintomi che sono molto vari e diversi a seconda dei singoli soggetti. La malattia non ha una cura definitiva, ma a volte basta un ciclo di terapia perchè il cane non ripresenti più i sintomi. Vi raccomandiamo pertanto di effettuare sul vostro cane una profilassi contro le zanzare nel periodo che va da aprile ad ottobre, con appositi presìdi.
E' una malattia potenzialmente trasmissibile all'uomo, sempre e solo attraverso la puntura della zanzara, per cui è oggi obbligatorio, per i cani iscritti all'anagrafe canina, un prelievo annuale che va inviato all'Istituto Zooprofilattico di Portici per un esame sierologico gratuito.
Nel caso il cane risulti positivo, l'ASL accerterà che il cane sarà successivamente curato, e che non resti un serbatoio della malattia.
Ci teniamo a precisare che la trasmissione della malattia non è mai diretta tra cane ed uomo; occorre che la zanzara punga un cane infetto, e che, dopo un periodo di circa 20 giorni punga una persona che abbia la sfortuna enorme di contrarre una malattia da cui l'uomo, per ragioni non completamente chiarite, si difende in maniera eccelsa, al contrario del cane.

Malattie da zecche (Ehrlichiosi, Rickettsiosi): il cane contrae queste malattie (anch'esse molto diffuse), in seguito alla puntura di alcune specie di zecche. Al contrario della Leishmaniosi queste malattie in quasi tutti i casi sono curabili definitivamente, se diagnosticate in tempo.
Anche l'uomo può contrarle se viene punto da una zecca (si tratta sempre di casi rari). E' quindi opportuno proteggere sistematicamente il cane da maggio ad ottobre con un buon antiparassitario.

Filariosi: si tratta di una malattia gravissima veicolata da alcune specie di zanzare. E' diffusa in tutta la Pianura Padana, ma anche in Toscana ed in Sardegna. Non è presente nella nostra regione. Se doveste recarvi in zone a rischio, nel periodo che va da maggio a fine ottobre, informate il vostro veterinario che vi prescriverà una innocua, semplice e sicura profilassi (una compressa alla partenza ed una dopo un mese).

Parassiti intestinali: le uova dei diversi parassiti intestinali sono molto diffuse nell'ambiente cittadino. E' quindi opportuno fare un esame delle feci del cane una o due volte l'anno. Tali parassitosi sono potenzialmente pericolose per i bambini piccoli (si tratta sempre di casi estremamente rari); quindi il cane va regolarmente sverminato.
Un caso particolare è quello della tenia del cane, che viene trasmessa al cane stesso dalle pulci. Quindi e' sempre opportuno sverminare il cane se ha subito un'infestazione da pulci, e quindi anche trattare contro le pulci un cane che abbia avuto un'infestazione intestinale da tenia (Dipylidium caninum o tenia Dipylidium).

Altre informazioni utili: un sintomo importantissimo e poco conosciuto di alterazioni di vario genere (metaboliche, infettive, endocrine, ecc.) è la sete intensissima, e quindi anche l'escrezione di una maggior quantità di urina, che a volte si manifesta anche con incontinenza urinaria, proprio perchè il vostro animale non ce la fa a trattenere una aumentata quantità di liquidi. Nella nostra esperienza di pronto soccorso, abbiamo notato con rammarico che una grande quantità di casi clinici venivano portati a visita troppo tardi, proprio perchè il proprietario, pur avendo notato un aumento della sete, non aveva dato a questo sintomo l'adeguata importanza. Vi consigliamo pertanto di sottoporlo subito ad una visita ed eventualmente a delle analisi se notaste un aumento reale della sete, tenendo conto dell'alimentazione secca o umida, del clima, delle passeggiate,ecc.
Un'altra evenienza molto frequente è il colpo di calore, negli animali che vengono lasciati per troppo tempo in estate al sole, o al caldo, senza che abbiano la possibilità di disperdere in maniera adeguata il proprio calore (mancanza della ciotola dell'acqua, finestre chiuse, casa surriscaldata, malattie cardiache, ecc.); si tratta spesso di un'emergenza, per le complicazioni gravissime, anche mortali, che può creare; i primi segni sono un affanno intenso e un colorito bluastro delle mucose (lingua, gengive, congiuntive).
Fate sempre attenzione anche alle piante: ce ne sono alcune tossiche, altre velenose, tra cui l'oleandro, le foglie della stella di natale, il rododendro, ma i cani adulti assai difficilmente le mangiano, mentre bisogna stare più attenti nel caso dei cuccioli.
Un altro incidente anche abbastanza comune è l'avvelenamento da particolari sostanze; i veleni ingeriti più di frequente appartengono fondamentalmente a 2 categorie, i rodenticidi (veleno per topi) e gli antiparassitari. I primi si trovano sotto forma di granuli all'interno di bustine, spesso collocate in tubi "a T" di plastica (la zona trattata dovrebbe esporre dei cartelli con la scritta "zona derattizzata"); i sintomi che questi provocano sono emorragie, sia esterne (feci, urine, bocca, naso, ecc.) che interne (quindi non visibili, ma che si presentano sostanzialmente con debolezza dell'animale e colore bianco delle mucose), e si possono mostrare anche a distanza di vari giorni dall'ingestione; l'antidoto è semplicemente la vitamina K, che va somministrata comunque sotto controllo veterinario. L'altra classe di veleni è costituita dagli antiparassitari, per animali, piante o ambienti; sono molto vari, ma i sintomi più comuni, che compaiono a distanza di pochissime ore, sono il vomito, abbondante salivazione, la diarrea, e poi dei tremori fortissimi della pelle e dei muscoli, fino alle convulsioni; nel caso di assunzione presunta o accertata di sostanze tossiche o veleni, si può intervenire tempestivamente provocando il vomito, mentre è spesso controindicato somministrare latte.
Sappiate inoltre che vere e proprie intossicazioni alimentari a volte pericolose sono legate all'ingestione di grosse quantità di alimenti molto grassi, in particolare di cioccolato ed insaccati.
Un ultimo accenno su due comportamenti che spesso il proprietario non sa come interpretare, e cioè il comportamento di mangiare l'erba e quello di strofinare il sedere a terra.
Il cane mangia l'erba allo scopo di "ripulire" lo stomaco da un eccesso di succhi gastrici, che si possono accumulare in seguito al digiuno od a causa di leggera gastrite. L'erba raccoglie i succhi gastrici, ed il tutto viene eliminato col vomito che il cane può controllare come un atto volontario.
L'atto di strofinare il sedere a terra è legato a prurito anale. Quello che non si conosce è che la causa risiede per lo più nell'infiammazione delle ghiandole perianali (due piccole formazioni ghiandolari situate nello spessore dell'ano), mentre solo raramente si ricollega alla presenza di parassiti intestinali. Se il vostro cane manifesta frequentemente questo comportamento, è necessario svuotare periodicamente tali ghiandole.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

vaccinazioni cani 23/02/2016 05:44 #46270

  • alpaluda
  • Offline
  • Amministratore
  • Messaggi: 1010
  • Ringraziamenti ricevuti 249
Blues ha scritto:
alpaluda ha scritto:
Bisogna vedere cosa ci devi fare con il cane...

Se lo tieni sempre in casa è un discorso, ma se viaggi (anche all'estero...) non penso sia possibile non vaccinarlo...

Ci sono alcuni Paesi molto rigidi che non te lo fanno proprio entrare: quindi, alla fine, non hai molta scelta...

Vaccinazioni: per i cuccioli, stiliamo dei protocolli vaccinali personalizzati per ogni cane, dovendo tener conto degli anticorpi ricevuti dalla madre, dell'ambiente in cui è vissuto e vive il cane e delle esigenze del proprietario; in genere prevedono 2-4 vaccinazioni polivalenti che si compiono nell'arco di 4-8 settimane, tra il 2° e il 4° mese di età. Per i cani adulti il richiamo delle vaccinazioni è annuale; nel nostro ambulatorio pratichiamo un'unica vaccinazione eptavalente, cioè valida contro sette malattie: cimurro, epatite infettiva, parvovirosi (gastroenterite infettiva), 2 ceppi di leptospirosi, adenovirosi e parainfluenza. L'immunità per tutte queste malattie dura almeno un anno, eccetto che per la leptospirosi, che ha bisogno di un richiamo dopo sei mesi.
La vaccinazione antirabbica non è più obbligatoria, poiché da 30 anni la rabbia non è più presente sul territorio nazionale se non in rarissimi casi isolati di cani che comunque l'avevano contratta all'estero. E' invece obbligatoria per ottenere il passaporto per portare un animale con voi all'estero. I veterinari sono tenuti a comunicare mensilmente all'ASL le vaccinazioni antirabbiche effettuate, quindi sconsigliamo di effettuare questa vaccinazione se non avete ancora messo il microchip (che è obbligatorio), in quanto l'ASL verrebbe così a conoscenza del fatto che possediate un cane che non avete ancora iscritto all'anagrafe (possibile la sanzione amministrativa).
Per quanto riguarda la specie felina, è opportuna la vaccinazione trivalente (panleucopenia infettiva e affezioni respiratorie da herpesvirus e calicivirus) con richiami annuali a tutti i gatti, giovani e adulti, anche se vivono in appartamento, in quanto la contaminazione indiretta tramite vettori passivi è molto facile. Consigliamo, invece, di effettuare la vaccinazione per la leucemia felina (Felv) solo nel caso in cui il gatto abbia continui contatti diretti con animali potenzialmente portatori della malattia, essendo la trasmissione possibile esclusivamente attraverso i liquidi biologici, e risultando la vaccinazione, in rari casi, dannosa. Per poter avere il passaporto, inoltre, per recarsi in alcuni paesi è necessaria la vaccinazione antirabbica anche per i felini, effettuata sempre 3-4 settimane prima dell'ingresso nel paese straniero.
Dal 2012 è in commercio anche la vaccinazione per la Leishmaniosi, che noi pratichiamo e consigliamo soprattutto nei cani che vivono o soggiornano spesso nelle zone più infestate da zanzare e dalla stessa Leishmaniosi (Ischia, Procida, Capri, Posillipo, Costiera Sorrentina, Cilento).

Passaporto: per portare all'estero il proprio animale (cane o gatto), è necessario richiedere al servizio veterinario dell'ASL di appartenenza il "passaporto". Per ottenerlo, il cane deve avere un microchip e deve aver effettuato la vaccinazione antirabbica almeno 21 giorni prima della richiesta del passaporto. Vi consigliamo di recarvi all'ASL con discreto anticipo e non il giorno prima della partenza, con il certificato di iscrizione all'anagrafe canina (microchip) e quello di vaccinazione antirabbica anche perchè le leggi in materia subiscono continui cambiamenti sia in Italia che all'estero.

Anagrafe canina: attualmente è obbligatorio iscrivere il proprio cane all'anagrafe canina tramite l'applicazione di un microchip (pratico ed assolutamente innocuo; nel nostro ambulatorio pratichiamo l'anestesia locale con spray, così risulta anche totalmente indolore). E' possibile inserire il microchip presso l'ambulatorio veterinario dell'ASL di competenza gratuitamente, o presso i veterinari autorizzati dalla Regione Campania, a pagamento.
Una volta iscritto il vostro cane all'anagrafe, sarete vincolati ad effettuare un prelievo per la leishmaniosi ogni anno, sempre gratuitamente all'ASL oppure a pagamento dal vostro veterinario. Il primo prelievo può essere effettuato contestualmente all'applicazione del microchip. Consigliamo di effettuare il prelievo sul cane digiuno da 10-12 ore, per evitare interferenze con la reazione sierologica. Nel caso il cane dovesse risultare positivo, l'IZSM (Istituto Zooprofilattico Sperimentale per il Mezzogiorno a Portici) e l'ASL ve ne daranno immediata comunicazione, e sarete soggetti a dei controlli periodici sullo stato clinico del cane e sulla terapia che starete effettuando.

Leishmaniosi: la leishmaniosi è una malattia ampiamente diffusa nelle zone costiere di quasi tutto il territorio nazionale. Il cane si può ammalare in seguito alla puntura di una particolare specie di zanzara; per un lungo tempo, a volte per tutta la vita, il cane può essere sieropositivo senza sviluppare i sintomi della malattia. Altre volte manifesta dei sintomi che sono molto vari e diversi a seconda dei singoli soggetti. La malattia non ha una cura definitiva, ma a volte basta un ciclo di terapia perchè il cane non ripresenti più i sintomi. Vi raccomandiamo pertanto di effettuare sul vostro cane una profilassi contro le zanzare nel periodo che va da aprile ad ottobre, con appositi presìdi.
E' una malattia potenzialmente trasmissibile all'uomo, sempre e solo attraverso la puntura della zanzara, per cui è oggi obbligatorio, per i cani iscritti all'anagrafe canina, un prelievo annuale che va inviato all'Istituto Zooprofilattico di Portici per un esame sierologico gratuito.
Nel caso il cane risulti positivo, l'ASL accerterà che il cane sarà successivamente curato, e che non resti un serbatoio della malattia.
Ci teniamo a precisare che la trasmissione della malattia non è mai diretta tra cane ed uomo; occorre che la zanzara punga un cane infetto, e che, dopo un periodo di circa 20 giorni punga una persona che abbia la sfortuna enorme di contrarre una malattia da cui l'uomo, per ragioni non completamente chiarite, si difende in maniera eccelsa, al contrario del cane.

Malattie da zecche (Ehrlichiosi, Rickettsiosi): il cane contrae queste malattie (anch'esse molto diffuse), in seguito alla puntura di alcune specie di zecche. Al contrario della Leishmaniosi queste malattie in quasi tutti i casi sono curabili definitivamente, se diagnosticate in tempo.
Anche l'uomo può contrarle se viene punto da una zecca (si tratta sempre di casi rari). E' quindi opportuno proteggere sistematicamente il cane da maggio ad ottobre con un buon antiparassitario.

Filariosi: si tratta di una malattia gravissima veicolata da alcune specie di zanzare. E' diffusa in tutta la Pianura Padana, ma anche in Toscana ed in Sardegna. Non è presente nella nostra regione. Se doveste recarvi in zone a rischio, nel periodo che va da maggio a fine ottobre, informate il vostro veterinario che vi prescriverà una innocua, semplice e sicura profilassi (una compressa alla partenza ed una dopo un mese).

Parassiti intestinali: le uova dei diversi parassiti intestinali sono molto diffuse nell'ambiente cittadino. E' quindi opportuno fare un esame delle feci del cane una o due volte l'anno. Tali parassitosi sono potenzialmente pericolose per i bambini piccoli (si tratta sempre di casi estremamente rari); quindi il cane va regolarmente sverminato.
Un caso particolare è quello della tenia del cane, che viene trasmessa al cane stesso dalle pulci. Quindi e' sempre opportuno sverminare il cane se ha subito un'infestazione da pulci, e quindi anche trattare contro le pulci un cane che abbia avuto un'infestazione intestinale da tenia (Dipylidium caninum o tenia Dipylidium).

Altre informazioni utili: un sintomo importantissimo e poco conosciuto di alterazioni di vario genere (metaboliche, infettive, endocrine, ecc.) è la sete intensissima, e quindi anche l'escrezione di una maggior quantità di urina, che a volte si manifesta anche con incontinenza urinaria, proprio perchè il vostro animale non ce la fa a trattenere una aumentata quantità di liquidi. Nella nostra esperienza di pronto soccorso, abbiamo notato con rammarico che una grande quantità di casi clinici venivano portati a visita troppo tardi, proprio perchè il proprietario, pur avendo notato un aumento della sete, non aveva dato a questo sintomo l'adeguata importanza. Vi consigliamo pertanto di sottoporlo subito ad una visita ed eventualmente a delle analisi se notaste un aumento reale della sete, tenendo conto dell'alimentazione secca o umida, del clima, delle passeggiate,ecc.
Un'altra evenienza molto frequente è il colpo di calore, negli animali che vengono lasciati per troppo tempo in estate al sole, o al caldo, senza che abbiano la possibilità di disperdere in maniera adeguata il proprio calore (mancanza della ciotola dell'acqua, finestre chiuse, casa surriscaldata, malattie cardiache, ecc.); si tratta spesso di un'emergenza, per le complicazioni gravissime, anche mortali, che può creare; i primi segni sono un affanno intenso e un colorito bluastro delle mucose (lingua, gengive, congiuntive).
Fate sempre attenzione anche alle piante: ce ne sono alcune tossiche, altre velenose, tra cui l'oleandro, le foglie della stella di natale, il rododendro, ma i cani adulti assai difficilmente le mangiano, mentre bisogna stare più attenti nel caso dei cuccioli.
Un altro incidente anche abbastanza comune è l'avvelenamento da particolari sostanze; i veleni ingeriti più di frequente appartengono fondamentalmente a 2 categorie, i rodenticidi (veleno per topi) e gli antiparassitari. I primi si trovano sotto forma di granuli all'interno di bustine, spesso collocate in tubi "a T" di plastica (la zona trattata dovrebbe esporre dei cartelli con la scritta "zona derattizzata"); i sintomi che questi provocano sono emorragie, sia esterne (feci, urine, bocca, naso, ecc.) che interne (quindi non visibili, ma che si presentano sostanzialmente con debolezza dell'animale e colore bianco delle mucose), e si possono mostrare anche a distanza di vari giorni dall'ingestione; l'antidoto è semplicemente la vitamina K, che va somministrata comunque sotto controllo veterinario. L'altra classe di veleni è costituita dagli antiparassitari, per animali, piante o ambienti; sono molto vari, ma i sintomi più comuni, che compaiono a distanza di pochissime ore, sono il vomito, abbondante salivazione, la diarrea, e poi dei tremori fortissimi della pelle e dei muscoli, fino alle convulsioni; nel caso di assunzione presunta o accertata di sostanze tossiche o veleni, si può intervenire tempestivamente provocando il vomito, mentre è spesso controindicato somministrare latte.
Sappiate inoltre che vere e proprie intossicazioni alimentari a volte pericolose sono legate all'ingestione di grosse quantità di alimenti molto grassi, in particolare di cioccolato ed insaccati.
Un ultimo accenno su due comportamenti che spesso il proprietario non sa come interpretare, e cioè il comportamento di mangiare l'erba e quello di strofinare il sedere a terra.
Il cane mangia l'erba allo scopo di "ripulire" lo stomaco da un eccesso di succhi gastrici, che si possono accumulare in seguito al digiuno od a causa di leggera gastrite. L'erba raccoglie i succhi gastrici, ed il tutto viene eliminato col vomito che il cane può controllare come un atto volontario.
L'atto di strofinare il sedere a terra è legato a prurito anale. Quello che non si conosce è che la causa risiede per lo più nell'infiammazione delle ghiandole perianali (due piccole formazioni ghiandolari situate nello spessore dell'ano), mentre solo raramente si ricollega alla presenza di parassiti intestinali. Se il vostro cane manifesta frequentemente questo comportamento, è necessario svuotare periodicamente tali ghiandole.

Per portarlo con me ad HK ho dovuta fare molte altre cose...

In Australia, ad esempio, è obbligatoria la quarantena...

Purtroppo, non è così semplice...
www.alpaluda.com/20170601.htm

Non veniamo al mondo per lavorare o per accumulare ricchezza, ma per vivere: e di vita ne abbiamo solo una (José Mujica).
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

vaccinazioni cani 23/02/2016 11:57 #46271

  • Blues
  • Offline
  • Expert Boarder
  • Messaggi: 99
  • Ringraziamenti ricevuti 29
Esistono linee guida, ma ogni stato è sovrano. Io mi accontento di andare in Francia.
Penso che anche la Gran Bretagna sia molto "rognosa" da visitare con il proprio cane.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

vaccinazioni cani 24/02/2016 00:23 #46274

  • kik-ko
  • Offline
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 352
  • Ringraziamenti ricevuti 18
la domanda era rivolta a sapere se fanno male , non la legge in merito, che già conosco e trovo facilmente .
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

vaccinazioni cani 24/02/2016 21:50 #46280

  • Blues
  • Offline
  • Expert Boarder
  • Messaggi: 99
  • Ringraziamenti ricevuti 29
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

vaccinazioni cani 24/02/2016 23:39 #46281

  • lu
  • Offline
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 783
  • Ringraziamenti ricevuti 367
Ci sono cose che si possono evitare, altre no.
Penso che per il cane la lontananza dal proprio compagno umano può essere più dannosa di una vaccinazione.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

vaccinazioni cani 25/02/2016 01:06 #46282

  • kik-ko
  • Offline
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 352
  • Ringraziamenti ricevuti 18
non generalizziamo, cerco dati specifici.... non lo porto in aereo resta qui.....quindi volendo non lo devo vaccinare..... se prendesse aereo ovvio che lo si vaccina.... cmq ci sono rimedi omeopati o simili post vaccinazione per non avere danni? gli esperti del forum di sicuro lo sanno...
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

vaccinazioni cani 25/02/2016 09:17 #46285

  • lu
  • Offline
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 783
  • Ringraziamenti ricevuti 367
Non ne so nulla ma ho trovato questo in rete:
omeopatia.org/download/tesi2009/DISSEGNA....2010TesiVet.DEF.pdf

......invece per.... i sensi di colpa post vaccinazione animale un rimedio floreale è PINE... :)
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

vaccinazioni cani 25/02/2016 23:11 #46287

  • kik-ko
  • Offline
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 352
  • Ringraziamenti ricevuti 18
sensi di colpa del proprietario?


io so che la thuya serve per gli effetti dei vaccinii su persone.....
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

vaccinazioni cani 10/04/2016 10:22 #46930

  • lu
  • Offline
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 783
  • Ringraziamenti ricevuti 367
Posto qui questa info anche se non riguarda il tema principale. Può essere utile a chi porta con se il cane all'estero nella scelta del mezzo:
www.repubblica.it/ambiente/2016/04/05/ne...l_padrone-136953967/
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
Tempo creazione pagina: 0.197 secondi

Salute Natura  Benessere
 

Realizzato un nuovo accordo commerciale! Sconto del 5% su centinaia di prodotti riservato ai foristi ADS. CLICCA per il codice PROMO.

 

arcobalenoErboristeria Arcobaleno

Sconto per lo shopping online. Solo gli iscritti al portale "Alleanza della Salute Forum di Medicina Ortomolecolare" potranno avvalersi di tale sconto che vale l' 8%. CLICCA