Benvenuto, Ospite
In questa area del forum potrete trovare le ricerche scientifiche inerenti alle vitamine ed ai minerali.

ARGOMENTO: I neuroni del cuore

I neuroni del cuore 10/02/2017 14:52 #53010

  • Clara
  • Offline
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 2977
  • Ringraziamenti ricevuti 1660
Da un articolo del dr. Mercola
....
Nel film documentario, il professor Paterson mostra un pezzo di tessuto cardiaco di un coniglio - non tutto il cuore, solo un pezzo del ventricolo destro, dove sono raggruppati i neuroni.

Tenuto in un serbatoio di nutrienti e un flusso costante di ossigeno, questo pezzo sospeso del tessuto cardiaco batte da solo, anche se non è attaccato ad un organismo vivente, e non c'è sangue reale pompaggio attraverso di esso.

Inviando un impulso elettrico in questo tessuto tramite un elettrodo, il professor Patterson dimostra come il tessuto cardiaco rallenti immediatamente le sue contrazioni; "decisione" presa dai neuroni nel tessuto in risposta alla stimolazione.

Questo elegante piccolo esperimento dimostra che si tratta di neuroni nel vostro cuore a decidere come il cuore si comporterà, non i neuroni nel cervello.

Come Malone dice:

"Il cuore è una pompa che non risponde quando il cervello chiede , non è asservita al cervello. Il suo rapporto con il cervello è più simile a un matrimonio ... ognuno dipendente dall'altro..."
Qui tutto l'articolo
translate.google.it/translate?hl=it&sl=e...ion.aspx&prev=search
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
Ringraziano per il messaggio: alexpio, Midiclò, alpaluda, miciofelix, Marco R.

I neuroni del cuore 17/02/2017 23:28 #53259

  • Clara
  • Offline
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 2977
  • Ringraziamenti ricevuti 1660
La scienza del Cuore: Vol 1 (1993-2001) Esplorare il ruolo del cuore in Human Performance
Una panoramica della ricerca condotta dall'Istituto HeartMath

La scienza del Cuore

Per secoli, il cuore è stato considerato la fonte di emozione, di coraggio e saggezza. Al HeartMath Institute Research Center, stiamo esplorando i meccanismi fisiologici con cui il cuore comunica con il cervello, influenzando in tal modo le elaborazione delle informazioni, percezioni, emozioni e salute.

Ci siamo chiesti: Perché la gente avverte il sentimento o sensazione di amore e di altri stati emotivi positivi nella zona del cuore e quali sono le ramificazioni fisiologiche di queste emozioni? In che modo lo stress e diversi stati emotivi influenzano il sistema nervoso autonomo, il sistema ormonale e immunitario, il cuore e il cervello?

Nel corso degli anni abbiamo sperimentato con differenti strumenti , ma era costantemente la variabilità della frequenza cardiaca o del ritmo cardiaco, che si è distinto come il più dinamico e riflessivo di stati emotivi interiori e lo stress.
E 'diventato chiaro che le emozioni negative portano ad una maggiore disturbo nel ritmo del cuore e del sistema nervoso autonomo, perturbando così il resto del corpo.
Al contrario, le emozioni positive creano maggior armonia e coerenza del ritmo cardiaco e migliorarano l'equilibrio nel sistema nervoso. Le implicazioni per la salute sono facili da capire: disarmonia nel sistema nervoso porta a inefficienza e aumento dello stress sul cuore e altri organi, mentre i ritmi armoniosi sono più efficienti e meno stressante per i sistemi del corpo.

Più interessanti sono i drammatici cambiamenti positivi che si verificano quando si applicano tecniche che aumentano la coerenza nei modelli ritmici di variabilità della frequenza cardiaca. Questi includono cambiamenti nella percezione e la capacità di ridurre lo stress e gestire in modo più efficace con situazioni difficili. Abbiamo osservato che il cuore si comportava come se avesse una mente propria, influenzando il modo in cuisi percepisce e si risponde al mondo. In sostanza, è emerso che il cuore interessa l'intelligenza e la consapevolezza.

Le risposte a molte delle nostre domande originali ora sono fornite da una base scientifica per spiegare come e perché il cuore influisice la chiarezza mentale, la creatività, l'equilibrio emotivo e l'efficacia personale. La nostra ricerca e quella degli altri indicano che il cuore è molto più di una semplice pompa. Il cuore è, infatti, molto complesso, centro di elaborazione dati auto-organizzato con un proprio "cervello" funzionale che comunica con e influenza il cervello cranico attraverso il sistema nervoso, sistema ormonale e altri percorsi. Queste influenze incidono profondamente funzione cerebrale e la maggior parte dei principali organi del corpo, e in ultima analisi determinano la qualità della vita.

Science of the Heart: Volume 2 (1993 to 2016) is now available. Click to view or download.

www.heartmath.org/resources/downloads/sc...art/?submenuheader=3

Aggiungo che la Medicina Tradizionale Cinese ha da sempre sostenuto e affermato che il pensiero, l'intelligenza, la coscienza di sè albergano nel cuore. Alcuni punti dei meridiani di cuore sono indicati in agopuntura per le turbe della coscienza.
Ultima modifica: 17/02/2017 23:35 da Clara.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
Ringraziano per il messaggio: alexpio, miciofelix, Marco R.

I neuroni del cuore 18/02/2017 07:59 #53263

  • Ricercatore3
  • Offline
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 323
  • Ringraziamenti ricevuti 149
www.lastampa.it/2012/12/24/scienza/scope...1TA6zluJ/pagina.html

Chiedo il consenso per indicare una possibile realtà, certamente il Cervello influisce sulla frequenza cardiaca, esistono delle "cellule specchio" per meglio dire, sono presenti cellule nel Cervello collegate a cellule nel Cuore, e in altri organi, in questo modo le emozioni positive o negative modificano la frequenza cardiaca, infatti, il poetico batticuore è dovuto alle Attività Sensoriali Generate dal Cervello.

Quello che però è anche importante sapere è che, ad un Sistema Cardiovascolare allenato corrisponde la Salute del Cervello, e degli altri Organi del Corpo, perché allenando il Muscolo Cardiaco con esercizi fisici aerobici non affaticanti ma regolari, otteniamo la diminuzione positiva della frequenza cardiaca, determinando l'aumento della Gittata Cardiaca, che vuol dire, maggiori quantità di sangue e ossigeno in tutti gli organi ad ogni battito del cuore, verificandosi la Crescita di nuove arterie e vene nell'organismo, producendo in questo modo la Rigenerazione Cellulare, crescono così nuove cellule, per merito delle quali possiamo guarire da eventuali malattie e Vivere un pò più a lungo in Buona Salute.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

I neuroni del cuore 18/02/2017 14:37 #53267

  • Clara
  • Offline
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 2977
  • Ringraziamenti ricevuti 1660
A PADOVA. www.biofeedbackpadova.it/biofeedback-e-neurofeedback/



Il Biofeedback è una procedura psicofisiologica di autoregolazione di funzioni corporee. Il Biofeedback viene utilizzato con successo in diversi disturbi spesso resistenti ai trattamenti classici, in primis il dolore cronico (ad es. cefalea, sciatalgia) spesso legato ad un’eccessiva tensione muscolare, e diversi disturbi da stress (ad es. ansia, ipertensione arteriosa) anch’essi spesso caratterizzati da elevata reattività vegetativa (frequenza cardiaca o pressione arteriosa). Per regolare una propria funzione corporea (ad es. frequenza cardiaca), l’individuo riceve un’informazione (feedback, solitamente visivo o acustico) sull’attività fisiologica che viene registrata (ad es. con un elettrocardiogramma). Guidato dal feedback, l’individuo impara gradualmente a modificare la funzione nella direzione desiderata. Più in generale il biofeedback permette alla persona di favorire l’adattamento alle richieste ambientali, attraverso la regolazione delle proprie funzioni fisiologiche.

Il Biofeedback nasce in America alla fine degli anni ’60 e la successiva implementazione dei sistemi di registrazione (spesso anche portatili) e dei sistemi computerizzati, ha permesso un consistente ampliamento delle potenzialità della procedura.



Il Neurofeedback, variante del Biofeedback, consente di visualizzare in tempo reale su un monitor la propria attività elettroencefalografica (EEG), la quale è caratterizzata da onde cerebrali con una specifica morfologia, frequenza e ampiezza (onde beta, alfa, theta, delta, ecc). Essendo noti i correlati mentali dei diversi pattern EEG (ad esempio la presenza diffusa di onde alfa è tipica di condizioni di rilassamento, l’eccessiva attività theta si associa a scarse capacità attentive, e così via) è possibile migliorare le prestazioni raggiungendo uno stato psicofisiologico cognitivo-emozionale ottimale (ad esempio in manager o atleti), o trattare alcuni stati disfunzionali (come le difficoltà di concentrazione e i deficit di attenzione presenti nel Disturbo da Deficit di Attenzione, o in seguito a trauma cranico).



Grazie alle loro caratteristiche, il Biofeedback e il Neurofeedback si prestano ad essere utilizzati sia in adulti che in bambini o anziani, solitamente in associazione ad interventi cognitivo comportamentali. Il training, se ben strutturato, ha una durata contenuta circa 12-15 sedute (fino a 40 per alcune applicazioni di neurofeedback). Gli effetti sono stabili nel tempo; proprio come nel caso di chi impara ad andare in bicicletta, una volta imparato e automatizzato, l’apprendimento persiste nel tempo.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

I neuroni del cuore 06/04/2017 14:25 #54503

  • alex86
  • Offline
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 1044
  • Ringraziamenti ricevuti 155
c'entra poco con il Post ma riguardo l'impulsi posso sapere cosa comporta un Blocco di branca?
ci sono rischi?
approcci terapeutici, anche ortomolecolari?
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

I neuroni del cuore 06/04/2017 15:03 #54505

  • Clara
  • Offline
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 2977
  • Ringraziamenti ricevuti 1660
Ma qual'è la causa? Ipertensione, miocarditi , infarto....
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

I neuroni del cuore 07/04/2017 09:10 #54529

  • alex86
  • Offline
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 1044
  • Ringraziamenti ricevuti 155
causa congenita o sconoscita ma non di certo infarto
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

I neuroni del cuore 07/04/2017 12:22 #54535

  • Clara
  • Offline
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 2977
  • Ringraziamenti ricevuti 1660
Non ho capito se sei tu ad avere questo problema.
Qui puoi leggere
www.my-personaltrainer.it/salute-benesse...locco-di-branca.html
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
Tempo creazione pagina: 0.184 secondi

Salute Natura  Benessere
 

Realizzato un nuovo accordo commerciale! Sconto del 5% su centinaia di prodotti riservato ai foristi ADS. CLICCA per il codice PROMO.

 

arcobalenoErboristeria Arcobaleno

Sconto per lo shopping online. Solo gli iscritti al portale "Alleanza della Salute Forum di Medicina Ortomolecolare" potranno avvalersi di tale sconto che vale l' 8%. CLICCA