Benvenuto, Ospite
In questa area del forum potrete trovare le ricerche scientifiche inerenti alle vitamine ed ai minerali.
  • Pagina:
  • 1
  • 2
  • 3

ARGOMENTO: Errori dei Ricercatori di Medicina

Errori dei Ricercatori di Medicina 05/02/2017 10:49 #52864

  • Ricercatore3
  • Offline
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 323
  • Ringraziamenti ricevuti 149
www.ansa.it/sardegna/notizie/2017/02/02/...17-a2f76dc3b412.html

www.x115.it/articoli/antociani.html

Buongiorno, una vostra riflessione può essere importante, a questo proposito invio un'articolo che descrive un nuovo studio di alcuni ricercatori dell'Università di Cagliari riguardo alle possibili proprietà curative di alcune piante Indiane, si tratta della Withania somnifera e della Mucuna pruriens.
Con gli estratti di queste piante i ricercatori di Cagliari affermano di poter rallentare i sintomi della malattia neuromuscolare SLA, ma domanda importante: quale è l'unico meccanismo di azione di queste piante per merito del quale si ottiene un minimo rallentamento nella progressione della SLA ?
La Prof.ssa Anna Liscia e il suo team di ricerca non conoscono il VERO meccanismo di azione delle due piante Indiane, io invece lo descrivo a voi Utenti in modo che, almeno voi potrete conoscere gli errori dei medici e dei ricercatori.

Le due piante Indiane, come tutti i Vegetali, contengono le SOSTANZE VASOATTIVE chiamate Antociani (chiedo di leggere con pazienza lo studio) queste sostanze intervengono dilatando un pò i VASI SANGUIGNI, soprattutto le arterie, incrementando quindi la Circolazione Cerebrale e Generale, ed è proprio per merito di questo incremento che si ottiene un lieve rallentamento della SLA.

Questa è una realtà della quale i ricercatori e i medici non ne sono consapevoli.

Ma allora qualcosa non va, come è possibile non considerare l'aumento della circolazione sanguigna il quale previene le malattie o eventualmente le cura risolutivamente?
Per questo motivo i ricercatori non studiano e non considerano le protettive sostanze vasoattive presenti in tutti gli alimenti vegetali o le piante come la Withania somnifera e la Mucuna pruriens, e come tutte le altre piante vegetali, le quali hanno un'unico meccanismo di azione, tutte quante aumentano la Circolazione del sangue e dell'ossigeno nelle cellule del Cervello di tutti gli Organi del Corpo.

Sappiamo infatti che, se ci alimentiamo con abbondanti nutrienti vegetali otteniamo una buona prevenzione verso le malattie, lo suggeriscono anche i medici, ma se gli chiediamo il perché della protettività degli alimenti vegetali i medici non sanno rispondere con esattezza, non sono consapevoli che, tutti i vegetali contengono le sostanze vasoattive le principali delle quali sono gli Antociani, ma anche le Vitamine, perché anche esse contengono gli acidi (acido ascorbico, acetilsalicilico, retinoico, ecc) che agiscono tutti quanti dilatando un pò i vasi sanguigni aumentando in questo modo protettivamente la Circolazione del Sangue e dell'Ossigeno, grazie all'aumento della quale otteniamo la Salute e il benessere Mentale e Fisico.
Buona Domenica
Ultima modifica: 05/02/2017 10:49 da Ricercatore3.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
Ringraziano per il messaggio: Liuc33, Frances

Errori dei Ricercatori di Medicina 05/02/2017 12:50 #52866

  • Ricercatore3
  • Offline
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 323
  • Ringraziamenti ricevuti 149
www.casasalute.com/ortica-amica/

Non è necessario applicarsi studiando le Antiche Piante Indiane come la Withania somnifera o la Mucuna pruriens, per merito delle quali si è osservata la protettività verso le malattie neurodegenerative, perché anche l'estratto di una semplice Pianta che conosciamo tutti come l'Ortica, ha lo stesso meccanismo di azione, infatti, se leggete l'articolo a un certo punto vedrete che anche l'Ortica contiene le Sostanze Vasoattive che determinano una Sana Vasodilatazione soprattutto arteriosa, perché proprio nell'endotelio principalmente delle arterie (strato medio dei vasi sanguigni) sono posti i muscoli lisci, i quali intercettando le sostanze vegetali chiamate Antociani che sono i pigmenti i quali colorano la frutta e la verdura, agiscono dilatando protettivamente le piccole arterie, ottenendo in questo modo l'AUMENTO della Circolazione Periferica Cerebrale e Generale, condizione primaria per avere la Salute.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
Ringraziano per il messaggio: Liuc33

Errori dei Ricercatori di Medicina 05/02/2017 12:58 #52867

  • Liuc33
  • Offline
  • Platinum Boarder
  • Zen
  • Messaggi: 2497
  • Ringraziamenti ricevuti 322
Anchio in questi giorni sto approfondendo studi sull'ortica e ne parlavo con mia mglie che sta in collina e coltiva l'orto. Purtroppo mi ha detto che in primavera comincia ad esserci e non vedo l'ora di farne scorpacciate. Sapete se come ho fatto col carciofo è possibile fare in casa la tintura madre di ortica? e se ha gli stessi effetti che mangiata fresca? ;)
Il vicitore è un sognatore che non ha mai mollato (Mandela)
Ultima modifica: 05/02/2017 12:59 da Liuc33.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
Ringraziano per il messaggio: Frances

Errori dei Ricercatori di Medicina 05/02/2017 16:10 #52869

  • Ricercatore3
  • Offline
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 323
  • Ringraziamenti ricevuti 149
web.resmarche.it/resmarche/articles/art_71.html

Questo articolo può interessarti Liuc, anche l'ortica è un alimento vegetale utile alla salute.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
Ringraziano per il messaggio: illiria, Liuc33, Frances

Errori dei Ricercatori di Medicina 09/02/2017 08:49 #52956

  • Ricercatore3
  • Offline
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 323
  • Ringraziamenti ricevuti 149
www.quinewspisa.it/pisa-il-rosmarino-un-...ale-antitumorale.htm

perunmondoverde.blogspot.it/2011/08/il-rosmarino.html

Molte colpe riguardo agli errori dei ricercatori di medicina sono proprio causati delle case farmaceutiche, le quali pur di avere un guadagno, non controllano con precisione il meccanismo di azione dei loro farmaci, cioè, producono medicine la cui funzionalità precisa non è chiara.
Infatti, se noi verifichiamo su Internet ci accorgiamo che di molti farmaci NON E' CHIARO IL MECCANISMO DI AZIONE, invio la pagina.

www.google.it/search?q=il+meccanismo+di+...ceid=chrome&ie=UTF-8
Potete leggere anche voi che di alcuni farmaci non è ancora chiaro il loro meccanismo di azione terapeutico.

A questo proposito faccio un'esempio: ad alcune Dott.sse di Pisa una casa farmaceutica ha indicato di studiare il Rosmarino, perché per merito degli estratti di questa pianta aromatizzante è stata osservata una forte azione antitumorale, agisce quindi nella prevenzione dei tumori, però, la domanda è fondamentale: perché il rosmarino previene i tumori?
Nel secondo link che invio, avendo la pazienza potrete leggere che, il ROSMARINO E' UN VASODILATATORE, questo è l'esatto meccanismo di azione terapeutica del rosmarino, il quale, come TUTTE le piante aromatizzanti, e TUTTE le spezie come la curcuma, il peperoncino, lo zenzero, ecc. hanno un'unico meccanismo di azione terapeutico, agiscono nella vasodilatazione soprattutto arteriosa aumentando in questo modo protettivamente la CIRCOLAZIONE DEL SANGUE E DELL'OSSIGENO nelle cellule di tutti gli organi del corpo.

Queste sono realtà delle quali sarebbe bene esserne consapevoli, in questo modo potremo riferire a chi di dovere nel controllare in questo senso, così, insieme ad altre realtà che indicheremo, potremo essere decisivi per far capire a tutti quali sono le vere cause delle malattie e le cure risolutive per guarirle.
Buona Giornata
Ultima modifica: 09/02/2017 08:50 da Ricercatore3.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
Ringraziano per il messaggio: Marco R.

Errori dei Ricercatori di Medicina 09/02/2017 09:36 #52957

  • elena
  • Offline
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 3100
  • Ringraziamenti ricevuti 1770
Pino hai dato un'occhiata ai video che ho postato sul thread mente e corpo?
Proprio xc questi scienziati spiegano i meccanismi causativi a cascata che solo alla fine si esplicano come "contrazione" di vasi e cellule, (emozioni->rilascio di neurormoni e altre sostanze messaggere->reazione recettori e contrazione/modifica siti bersaglio) dove si parla del ruolo di una migliore ossigenazione del sangue dovuta ad un respiro consapevole e al rilascio delle emozioni... Secondo me forse troveresti spunti :)
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. Naturopata
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
Ringraziano per il messaggio: Ricercatore3

Errori dei Ricercatori di Medicina 09/02/2017 15:16 #52973

  • alexpio
  • Offline
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 429
  • Ringraziamenti ricevuti 364
Ricercatore3 ha scritto:
www.quinewspisa.it/pisa-il-rosmarino-un-...ale-antitumorale.htm

perunmondoverde.blogspot.it/2011/08/il-rosmarino.html

Molte colpe riguardo agli errori dei ricercatori di medicina sono proprio causati delle case farmaceutiche, le quali pur di avere un guadagno, non controllano con precisione il meccanismo di azione dei loro farmaci, cioè, producono medicine la cui funzionalità precisa non è chiara.
Infatti, se noi verifichiamo su Internet ci accorgiamo che di molti farmaci NON E' CHIARO IL MECCANISMO DI AZIONE, invio la pagina.

www.google.it/search?q=il+meccanismo+di+...ceid=chrome&ie=UTF-8
Potete leggere anche voi che di alcuni farmaci non è ancora chiaro il loro meccanismo di azione terapeutico.

A questo proposito faccio un'esempio: ad alcune Dott.sse di Pisa una casa farmaceutica ha indicato di studiare il Rosmarino, perché per merito degli estratti di questa pianta aromatizzante è stata osservata una forte azione antitumorale, agisce quindi nella prevenzione dei tumori, però, la domanda è fondamentale: perché il rosmarino previene i tumori?
Nel secondo link che invio, avendo la pazienza potrete leggere che, il ROSMARINO E' UN VASODILATATORE, questo è l'esatto meccanismo di azione terapeutica del rosmarino, il quale, come TUTTE le piante aromatizzanti, e TUTTE le spezie come la curcuma, il peperoncino, lo zenzero, ecc. hanno un'unico meccanismo di azione terapeutico, agiscono nella vasodilatazione soprattutto arteriosa aumentando in questo modo protettivamente la CIRCOLAZIONE DEL SANGUE E DELL'OSSIGENO nelle cellule di tutti gli organi del corpo.

Queste sono realtà delle quali sarebbe bene esserne consapevoli, in questo modo potremo riferire a chi di dovere nel controllare in questo senso, così, insieme ad altre realtà che indicheremo, potremo essere decisivi per far capire a tutti quali sono le vere cause delle malattie e le cure risolutive per guarirle.
Buona Giornata


Pino,
perche' da un discorso estrapoli sempre solo quello che ti fa comodo per perorare la tua causa e continui a dire che nessuno sa o capisce niente circa l'azione di una pianta, estratto, etc., demonizzando tutto e tutti?

Ma come fai a dire che le dottoresse non hanno capito niente circa la vera azione del rosmarino, quando nell'articolo si parla di essere essere riuscite ad individuare nel carnosolo un un diterpene che agisce riattivando il gene p53?

Ma lo sai cosa e' il P53?
who knows least obeys best
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
Ringraziano per il messaggio: elena

Errori dei Ricercatori di Medicina 09/02/2017 16:22 #52975

  • Ricercatore3
  • Offline
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 323
  • Ringraziamenti ricevuti 149
Tu continui a fare il bastian contrario alexpio, esprimendoti inappropriatamente, posso capire il perché, forse hai un parente ricercatore o medico?
E allora lasciamo che siano gli altri Utenti del Forum a decidere chi ha ragione.

1) E' vero o no che il meccanismo di azione di molti farmaci NON è ancora chiaro? Ho inviato un link al riguardo, non hai letto?

2) E' vero o no che il rosmarino come tutte le erbe aromatiche, le spezie, e tutti i vegetali, contengono sostanze che agiscono nella vasodilatazione?

3) Il gene p53 NON è riattivato dal carnosolo, questo è un'errore, il p53 che è un soppressore tumorale (probabilmente sei tu che non lo sapevi) è riattivato dalla vasodilatazione arteriosa prodotta dalle sostanze vasoattive (antociani, capsaicina, vitamina C ecc) presenti nel rosmarino e in tutti gli alimenti vegetali.
Queste sono realtà alexpio, le quali sarebbe necessario siano conosciute da tutti, non le tue inappropriate contestazioni.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
Ringraziano per il messaggio: Liuc33, LOG, Marco R.

Errori dei Ricercatori di Medicina 09/02/2017 17:15 #52976

  • elena
  • Offline
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 3100
  • Ringraziamenti ricevuti 1770
Pino credo che Pio sapesse, visto la sua qualificazione e soprattutto la sua esperienza, che la proteina (P sta per proteina) 53 (che è il peso della massa molecolare) è un noto fattore di trascrizione (sono 35 anni che si conosce e si studia a medicina biologia e farmacia) che lavora per sopprimere formazioni tumorali, inducendo l'arresto della crescita e l'apoptosi, cioè la morte cellulare .

le due professoresse dell'università di Pisa hanno fatto questa importante scoperta, dimostrando scientificamente l'azione del carnasolo sulla P53: vai a leggere braca martini The International Journal of Biochemistry & Cell Biology

“Attualmente la ricerca presta sempre più attenzione ai composti di origine naturale in grado di arrestare lo sviluppo dei tumori - ha sottolineato Chiara Giacomelli – e alcuni studi hanno già dimostrato le attività benefiche del rosmarino e dei suoi componenti, tuttavia, ad oggi siamo stati i primi a verificare gli effetti di questi composti su cellule tumorali in cultura di glioblastoma multiforme, tra i tumori cerebrali più aggressivi e con una sopravvivenza media tra le più basse. Si tratta dunque di una scoperta che può aprire allo studio di molecole con un impatto importante e concreto a livello nutraceutico e farmaceutico”.

quanto tu affermi, e cioè che l'attivazione della P53 NON avviene per il meccanismo innescato da diterpene presente nel carnasolo, (come invece mostrano gli studi fatti dal gruppo di Pisa) ma dalla vasodilatazione arteriosa prodotta da tutte le altre sostanze vasoattive del rosmarino, va quanto meno debitamente dimostrata.

lo sai che in occidente siamo molto analitici... e che spesso e volentieri si estraggono principi attivi delle piante dimenticando che probabilmente è l'impatto del complesso che ha una azione sinergica biologicamente valida. Ma questa è un'altra storia...
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. Naturopata
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Errori dei Ricercatori di Medicina 09/02/2017 17:57 #52978

  • alexpio
  • Offline
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 429
  • Ringraziamenti ricevuti 364
Ricercatore3 ha scritto:
Tu continui a fare il bastian contrario alexpio, esprimendoti inappropriatamente, posso capire il perché, forse hai un parente ricercatore o medico?
E allora lasciamo che siano gli altri Utenti del Forum a decidere chi ha ragione.

1) E' vero o no che il meccanismo di azione di molti farmaci NON è ancora chiaro? Ho inviato un link al riguardo, non hai letto?

2) E' vero o no che il rosmarino come tutte le erbe aromatiche, le spezie, e tutti i vegetali, contengono sostanze che agiscono nella vasodilatazione?

3) Il gene p53 NON è riattivato dal carnosolo, questo è un'errore, il p53 che è un soppressore tumorale (probabilmente sei tu che non lo sapevi) è riattivato dalla vasodilatazione arteriosa prodotta dalle sostanze vasoattive (antociani, capsaicina, vitamina C ecc) presenti nel rosmarino e in tutti gli alimenti vegetali.
Queste sono realtà alexpio, le quali sarebbe necessario siano conosciute da tutti, non le tue inappropriate contestazioni.




Pino,
io non sono qui' per dimostrarti quello che so o meno, ma ho lavorato parecchio su "relazione tra minerali e geni", e ti dico che il P53 presiede su tutti gli altri geni antitumorali e che funziona assieme allo MDM2 come 2 mani che si stringono, e c'e' un solo minerale che li sblocca ( questo non lo trovi scritto quasi da nessuna parte, tanto per farti capire se so o meno di cosa stia parlando ) .


Se poi sei un ricercatore per davvero, procurati 20.000 dollari e ti faccio recapitare semplice acqua sottoposta a frequenze, che senza bisogno di innalzare la PO2 o il tuo famoso ossigeno paramagnetico ti porta in regressione artrite, cancro, parkinson, lyme ed altro.

Voglio precisare che non vendo niente a nessuno e non do consigli medici, ma posso contattare chi te la puo' vendere.


Poi mi spieghi in termini pratici, tipo percentuale di ossigenazione, che differenza c'e' tra chi ha la PO2 a 94 e chi a 97.

Stammi bene





Tu continua a passeggiare sulla spiaggia e a scorreggiare, che tanto la standing ovation la ottieni sempre.
who knows least obeys best
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Errori dei Ricercatori di Medicina 09/02/2017 17:58 #52979

  • Ricercatore3
  • Offline
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 323
  • Ringraziamenti ricevuti 149
Riflessione di Elena
quanto tu affermi, e cioè che l'attivazione della P53 NON avviene per il meccanismo innescato da diterpene presente nel carnasolo, (come invece mostrano gli studi fatti dal gruppo di Pisa) ma dalla vasodilatazione arteriosa prodotta da tutte le altre sostanze vasoattive del rosmarino, va quanto meno debitamente dimostrata.



Precisiamo una realtà Elena, ho controllato, il diterpene presente nel carnasolo è un'acido, e come tutti gli acidi agisce nella vasodilatazione, questa è una realtà che puoi controllare anche tu.

Comprendi Elena? E' necessario far capire a tutti i meccanismi che determinano la Salute Mentale e Fisica, i quali, in diverse occasioni li ho già scritti, sono principalmente tre:

1) L'aumento della Gittata Cardiaca, cioè a dire, maggiori quantità di sangue e ossigeno ad ogni battito del cuore.

2) Aumento della Pressione Parziale di Ossigeno (pO2) nel sangue.

3) Vasodilatazione arteriosa quotidiana la quale possiamo avere alimentandoci giornalmente con buone quantità di nutrienti vegetali.

I benefici uno e due li otteniamo con una regolare attività fisica aerobica, il terzo beneficio si ottiene con l'alimentazione corretta, povera di grassi di origine animale (carni grasse, latticini, insaccati ecc) ma ricca di alimenti vegetali come la verdura, la frutta, i legumi, e altri alimenti vegetali i quali contengono tutti le sostanze vasoattive vasodilatatrici, aumentando in questo modo protettivamente la CIRCOLAZIONE DEL SANGUE E DELL'OSSIGENO in tutti gli organi del corpo.

Giusto Elena? Le arterie e le vene devono essere ben dilatate, così possiamo avere la Salute del Cervello e del Corpo, al contrario se per esempio ci nutriamo con troppi grassi animali invece delle protettive vasodilatazioni si verificano le molto rischiose VASOCOSTRIZIONI, volendo dire che, soprattutto le piccole arterie a causa dei grassi o altre sostanze nocive che si accumulano nei tessuti organici, in certi tratti anche di pochi millimetri possono chiudersi completamente, causando il mancato afflusso di sangue e la mancata ossigenazione cellulare, con la conseguente formazione delle cellule tumorali.
Ecco perché è molto protettivo alimentarci con abbondanti nutrienti vegetali tutti vasoattivi, in questo modo le piccole arterie non si chiudono e noi possiamo Vivere in Salute.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
Ringraziano per il messaggio: Marco R.

Errori dei Ricercatori di Medicina 09/02/2017 18:09 #52980

  • Ricercatore3
  • Offline
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 323
  • Ringraziamenti ricevuti 149
Chiedo il consenso per una domanda alexpio, a quanto corrisponde la tua pO2 arteriosa?

L'ho già scritto varie volte ma se interessa lo scrivo nuovamente, la mia pO2 risulta 88,6 mmHg (millimetri di mercurio)

Ho notato però che voi Utenti sembra che avete paura di fare l'Emogasanalisi, non è dolorosa, più o meno come la puntura venosa delle normali analisi del sangue, ma è molto importante perché ci suggerisce se possiamo stare tranquilli o è meglio iniziare un regolare e tranquillo esercizio fisico.
A proposito alexpio, tu non scorreggi mai?
Ultima modifica: 09/02/2017 18:13 da Ricercatore3.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
Ringraziano per il messaggio: Marco R.

Errori dei Ricercatori di Medicina 09/02/2017 18:13 #52981

  • LOG
  • Offline
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 566
  • Ringraziamenti ricevuti 211
Pino io non mi affretterei a rispondere a chi ti ha dato dello scoreggione. Che uno scoreggia se lo portasse via!
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Errori dei Ricercatori di Medicina 09/02/2017 19:30 #52982

  • alexpio
  • Offline
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 429
  • Ringraziamenti ricevuti 364
Ricercatore3 ha scritto:
Chiedo il consenso per una domanda alexpio, a quanto corrisponde la tua pO2 arteriosa?

L'ho già scritto varie volte ma se interessa lo scrivo nuovamente, la mia pO2 risulta 88,6 mmHg (millimetri di mercurio)


Consenso accordato..
La mia era 91.1 mmHg la scorsa estate. Questo che vuol dire secondo te, che sono messo meglio o peggio di te in quanto ad ossigenazione?

E secondo te, la sola PO2 e' un buon indicatore dell'ossigenazione di un soggetto senza sapere altro? E ce l'hai una formula che mi dia il livello di ossigenazione in funzione della sola PO2?


Ricercatore3 ha scritto:
A proposito alexpio, tu non scorreggi mai?

hai voglia se scorreggio........ cerco solo di stare attento a non farlo con la bocca.

Ricordo ai tuoi fans che in un recente passato fin troppe volte hai usato la frase: "fidatevi, l'ho provato su di me", mentre parlavi di possibile guarigione da cancro e SLA solo aumentando la PO2, quando l'unica cosa provata su di te era la passeggiatina quotidiana che ti ha aiutato ad aumentare la PO2, senza essere affetto da alcuna patologia che sia stata curata da quella passeggiatina.

Un po di rispetto per coloro che soffrono o hanno perso la loro battaglia con queste terribili patologie non guasterebbe.
who knows least obeys best
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Errori dei Ricercatori di Medicina 09/02/2017 19:55 #52983

  • Ricercatore3
  • Offline
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 323
  • Ringraziamenti ricevuti 149
E' meglio finirla quì, a quanto pare è necessario ancora del tempo perché certe realtà siano capite da tutti.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
Ringraziano per il messaggio: LOG, Marco R.

Errori dei Ricercatori di Medicina 09/02/2017 20:35 #52984

  • Marco R.
  • Offline
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 382
  • Ringraziamenti ricevuti 310
alexpio ha scritto:

Un po di rispetto per coloro che soffrono o hanno perso la loro battaglia con queste terribili patologie non guasterebbe.

A me non piace leggere questi commenti, sono sincero.. preferisco lasciare spazio alle Vostre considerazioni tecnico-scientifiche e ad argomentazioni un pò più sostanziose degli ormai quotidiani, si può dire, batti e ribatti offensivi e inutili che inquinano il Forum. A che pro?

Lo stesso rispetto che richiedi, ci dovrebbe essere da tutte le parti.. non credete?

Io non la vedrei in modo così drastico.. non per prendere le difese di nessuno, ma ognuno dà un suo contributo alla causa: che sia una ricerca personale, oppure che si tratti di esperimenti in Laboratorio o semplici ricerche e/o studi su web o altre fonti, ma è mai possibile che ci si debba arrogare il diritto di criticare sempre chi la pensa diversamente?

Credo che Pino sia in buona fede.. e porti avanti una sua "convinzione", che poi questa sia corretta o meno, lui non è certo responsabile di niente. Mette semplicemente sul piatto della bilancia un'altra riflessione che ognuno è LIBERO di fare o meno.

Ma tutto questo astio e voglia di screditare gli altri da dove nasce?! Ma anzichè fare polemica, che ci si stringa la mano e si collabori ad un fine comune che dovrebbe essere quello di far riflettere su tematiche non a tutti note.

Pace e bene.

P.S: Pio ti ho scritto un post in pvt da diversi giorni e non ho ricevuto risposta... mi interesserebbe molto avere una tua opinione a proposito della aritmia che hai accennato tu stesso in un post precedente... sostenendo che nel 90% dei casi saresti in grado di curare le aritmie, anche questo dovrebbe essere dimostrato, o no? Grazie.
E=mc²
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
Ringraziano per il messaggio: ser, Liuc33, LOG, Ricercatore3

Errori dei Ricercatori di Medicina 09/02/2017 22:06 #52985

  • Laura80
  • Offline
  • Moderatore
  • Messaggi: 716
  • Ringraziamenti ricevuti 534
Ultimamente capita spesso in forum che questioni legate alla salute vengano discusse in termini conflittuali, con attacchi personali più o meno educati... Questo mi dispiace molto.
Ho sempre pensato a questo forum come un luogo nel quale si potessero approfondire certi temi, e ci si potesse confrontare sulle questioni più diverse...ma sempre nel rispetto reciproco, e soprattutto di chi ci legge.

Chiedo, di nuovo, a tutti i foristi di utilizzare modi appropriati nell'esprimere le proprie opinioni, che sono tutte ben accette e preziose.

Sono fermamente convinta che i lettori possano farsi da soli un'idea rispetto a quanto viene scritto...E credo che la differenza tra chi documenta le sue affermazioni in modo credibile e chi non lo fa per niente sia sotto gli occhi di tutti.
Ognuno sarà libero di fare le sue considerazioni.

Non penso siamo qua a cercare la ragione o l'applauso... Cerchiamo di aiutarci tra noi, non è una gara.

Invito tutti quindi a tenere, in questo thread e negli altri, toni meno polemici e più costruttivi.

Grazie a tutti per il contributo che date, so che dedicare tempo al forum non è semplice per chi ha tante cose da fare... Proprio per questo sprecare tempo in sterili polemiche è un peccato...
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
Ringraziano per il messaggio: yagoo40, ser, Liuc33, miciofelix, Raf69

Errori dei Ricercatori di Medicina 09/02/2017 22:42 #52986

  • Element1
  • Offline
  • Expert Boarder
  • Messaggi: 89
  • Ringraziamenti ricevuti 34
Credo che i problemi nascano dal fatto che spesso si reagisce al tipo di carattere della persona, che inevitabilmente traspare dall'impostazione dei suoi post. Ma ciò che ci infastidisce, in ultima analisi ha sempre a che fare con noi; e se non cerchiamo di comprenderne il significato, rinunciamo a vedere l'altro per ciò che egli è e sta esprimendo.
Ultima modifica: 09/02/2017 22:44 da Element1.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Errori dei Ricercatori di Medicina 09/02/2017 23:00 #52987

  • lu
  • Offline
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 857
  • Ringraziamenti ricevuti 405
Certe polemiche si possono evitare cercando di esprimere le personali opinioni o convinzioni in modo equilibrato e misurato.
Penso anche che un certo tipo di ingenuità che facilmente si presta a ironia o sarcasmo possa essere altrettanto facilmente riconosciuta e quindi evitata. Ne guadagnerebbero i contenuti dei messaggi che si desidera inviare.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Errori dei Ricercatori di Medicina 09/02/2017 23:29 #52989

  • elena
  • Offline
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 3100
  • Ringraziamenti ricevuti 1770
Pino
Con la massima buona volontà vorrei che ti soffermassi su questi punti
1)nn tutti gli acidi agiscono in vasodilatazione. Per fortuna.
Per esempio i trombassani che derivano dal l'acido arachidonico svolgono un ruolo importante nelle piastrine con effetti vasocostrittori. Gli acidi contenuti nel ruscus aculeatus sono potenti vasocostrittori e aiutano nel trattamento delle vene varicose, ad azione antinfiammatoria e iper tonica su parete venosa.
L'acido lisergico è un alcaloide vasocostrittore, e un suo derivato viene usato in farmacologia x il trattamento delle cefalee (agiscono sulla serotonina i cui recettori sono sulle tonache dei vasi arteriosi cranici).
L'acido glicirrizico contenuto nella liquirizia è un vasocostrittore
2) avevi fatto una affermazione: tutte le sostanze contenute nel rosmarino determinano vasodilatazione ma non il solo diterpene.
Ora fai un'altra affermazione: il diterpene determina vasodilatazione. Deciditi.
3) Il gruppo di Pisa ha studiato in vitro gli effetti della P53 . Bisogna capire la composizione dei diversi distretti x vedere come agiscono in apoptosi su cellule cancerose.

4) vasocostrizioni e vasodilatazioni. 2meccanismi delicatissimi che se in perfetto equilibrio determinano la salute. Una vasodilatazione scompensata comporta problemi, al pari di una vasocostrizione scompensata ( ti avevo detto infatti di andarti a studiare gli effetti vasocostrittori di certe emozioni mediati da SNS). *

Non c'è dubbio alcuno che un corretto stile di vita comporta miglioramento dello stato di salute generale, comprendendo ciò:
A) una costante attività fisica, che abbiamo perso da un centinaio di anni in modo drastico, ricorrendo nel migliore dei casi all'uso di palestre e piscine nel momento più sbagliato della giornata (al tramonto) determinando attivazione dopaminergica che deprime la montata serotoninica e inibisce un sonno ristoratore; che influenza corretta omeostasi dinamica in tutti i distretti;
B ) Uso di luce naturale. Hai studiato gli effetti della luce artificiale sui vasi sanguigni (e sulle componenti del tessuto sanguigno?)
C) alimentazione idonea al proprio terreno, acqua non inquinata
D) coltivazione di sensazioni e pensieri positivi.
E) ambiente idoneo. Stiamo a parlare di ossigenazione quando l'aria è carica di particolato pM 10 e biossido di azoto? Fatti una passeggiata in una qualsiasi città italiana, alcune peggio di altre. Hai letto l'ultima notizia riguardo alla multa x infrazione da 1 miliardo? Paghiamo 2 volte. Con la nostra salute e col portafoglio. Grazie a lobby petrolifere e politici corrotti. **
F) influenza del suono. Il rumore. Non hai mai indagato in questo senso?
G) inquinamento elettromagnetico: i campi elettromagnetici determinano, tra l'altro, aumento della pressione arteriosa
H) In una parola rispetto dei ritmi circadiani e ultradiani, in un ambiente sereno, pulito, ricco di ki o prana o come volete chiamarlo, con una natura incontaminata, a queste latitudini (se le cambiamo, decadono inevitabilmente alcuni punti): ecco cosa determina la salute


* La vasodilatazione comporta un aumento della pressione idrostatica capillare e la vasocostrizione una riduzione. Possono così esserci variazioni nella distribuzione dei fluidi tra i compartimenti vascolare ed extravascolare. Questo è un fattore patogenetico dell'edema, nel senso che quando aumenta la pressione capillare idrostatica si ha edema.
Importante è il controllo del sistema nervoso simpatico su questi vasi di resistenza: il blocco della innervazione simpatica determina una riduzione delle resistenze di circa il 50%, quando invece una vasodilatazone massima può ridurre le stesse resistenze fino al 10%.
Quando il flusso locale si riduce si ha l'accumulo dei seguenti metaboliti:
1 Anidride carbonica (CO2) - 2 Acido lattico - 3 Adenosina e adenosina fosfato - 4 Istamina - 5 Ioni Potassio (K) e Idrogeno (H).
Viene ancora così realizzato un meccanismo di compenso e difesa: questi metaboliti hanno infatti tutti una azione vasodilatatrice. Se la perfusione di un'arteria o di una arteriola aumenta a causa di un incremento di flusso, la muscolatura della parete del vaso si contrae allo scopo di normalizzare il flusso ematico. Infatti l'aumentato apporto di sangue "porta via velocemente" tutti i metaboliti di cui sopra.
Al contrario, in presenza di una diminuizione di flusso e di presione di perfusione, i vasi di resistenza si dilatano. Questi meccanismi di vasocostrizione e vasodilatazione, che sono meccanismi di compenso, costituiscono l'autoregolazione del flusso di sangue.
Non tutti i distretti sono in grado di autoregolarsi: midollare del rene, vasi cerebrali dopo un grave trauma cranico o un ictus importante.
L'intervallo di autoregolazone è abbastanza ristretto; esso viene alterato dalla ipertrofia dei vasi di resistenza, così che negli ipertesi il limite superiore è molto più elevato che nei soggetti normali.
Ecco, probabilmente, perchè nel cervello questa autoregolazione non funziona: per proteggere i vasi cerebrali. E la PA non deve abbassarsi troppo e troppo improvvisamente, perchè il circolo cerebrale può risentirne.

**Per la mancata riduzione dello smog, e in particolare delle polveri sottili nelle maggiori città italiane, la Commissione europea è pronta ad passare alla seconda fase della procedura d’infrazione comunitaria (il “parere motivato”), che potrebbe portare poi a un ricorso alla Corte europea di Giustizia con la richiesta di condannare l’Italia a pagare una sanzione forfettaria da 1 miliardo di euro, più sanzioni pecuniarie aggiuntive proporzionali alla durata ulteriore delle violazioni alla direttiva sulla qualità dell’aria.
L’anno scorso, l’Agenzia regionale per l’ambiente (Arpa) del Veneto non riuscì nemmeno a stabilire il livello effettivo di concentrazione del Pm10 per tutta la giornata del 6 gennaio, perché era superiore al livello massimo di 350 microgrammi per metro cubo) che le centraline possono registrare. Oltre che contro l’Italia, la Bulgaria e la Polonia, la Commissione europea ha aperto procedure d’infrazione contro altri 13 Stati membri per l’eccessiva concentrazione di polveri sottili: Belgio, Repubblica ceca, Germania, Grecia, Spagna, Francia, Ungheria, Lettonia, Portogallo, Romania, Svezia, Slovacchia e Slovenia. Anche per un altro inquinante maggiore fra i componenti dello smog, il biossido d’azoto (NO2), che causa malattie cardiovascolari e respiratorie, la Commissione ha iniziato varie procedure d’infrazione contro l’Italia e altri Stati membri in particolare Regno Unito, Portogallo, Spagna, Germania e Francia, per violazione degli standard di qualità dell’aria in vigore fin dal 2010 (direttiva Ce 2008/50).
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. Naturopata
Ultima modifica: 09/02/2017 23:49 da elena.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
Ringraziano per il messaggio: Clara, Raf69

Errori dei Ricercatori di Medicina 09/02/2017 23:47 #52990

  • Element1
  • Offline
  • Expert Boarder
  • Messaggi: 89
  • Ringraziamenti ricevuti 34
lu ha scritto:
Certe polemiche si possono evitare cercando di esprimere le personali opinioni o convinzioni in modo equilibrato e misurato.
Penso anche che un certo tipo di ingenuità che facilmente si presta a ironia o sarcasmo possa essere altrettanto facilmente riconosciuta e quindi evitata. Ne guadagnerebbero i contenuti dei messaggi che si desidera inviare.

D'accordissimo sul primo concetto. Il secondo, se ne ho compreso bene il senso, credo sia di difficile o addirittura impossibile attuazione...
Ultima modifica: 09/02/2017 23:56 da Element1.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Errori dei Ricercatori di Medicina 10/02/2017 01:46 #52992

  • LEGOLAS123
  • Offline
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 464
  • Ringraziamenti ricevuti 41
Elena: quale sarebbe dunque il miglior momento della giornata per l'attività fisica, anche intensa? IO, sinceramente, ho molta piu' energia al pomeriggio-sera che al mattino, soprattutto se devo fare pesi. All'opposto riesco senza probemi a fare attività aerobica(corsetta) anche poco dopo essermi svegliato
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Errori dei Ricercatori di Medicina 10/02/2017 03:02 #52994

  • Ricercatore3
  • Offline
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 323
  • Ringraziamenti ricevuti 149
www.fabbricabenessere.it/media/joomla/pdf/LaMagnetoterapia.pdf

In alcune occasioni l'ho già scritto.
Ho deciso di svolgere una ricerca dopo aver capito che in medicina, per una disattenzione dei ricercatori e dei medici, NON si studia una realtà capendo la quale appaiono chiare le cause e le cure delle malattie, per maggiore chiarezza lo indico ancora una volta: A PAGINA 9 dello studio che invio c'è scritto che l'ossigeno è paramagnetico, e la sua funzionalità non è quella descritta dalla Fisiologia Medica, ma l'O2 disciolto paramagnetico è indispensabile per irradiare nel sangue l'energia elettrochimica la quale consente la generazione dei potenziali d'azione, determinando tutte le attività cerebrali, cardiache, e muscolari, consentendo in questo modo l'attività di tutti gli organi del corpo.
E allora possiamo capire che, quando, per esempio, a causa della inattività fisica e dell'alimentazione non corretta, diminuisce l'ossigeno paramagnetico i cui livelli sono indicati dalla pO2 arteriosa, si riduce l'energia elettrochimica irradiata nel sangue dal paramagnetismo dell'ossigeno, causando la mancata generazione dei potenziali d'azione, provocando il deterioramento cellulare e le conseguenti malattie degenerative, ma al contrario, l'incremento stabile dell'O2 disciolto paramagnetico, che si ottiene con il regolare esercizio fisico e la maggiore respirazione, determina l'aumento dell'Attività Bioelettrica Cerebrale, Cardiaca, e Muscolare, attivandosi un meccanismo che produce la Rigenerazione Cellulare, consentendo così la regressione delle malattie neurologiche, oncologiche, e cardiovascolari.

Come si fa a sapere se ho ragione o no?

E' abbastanza semplice, stampate la pagina 9 dello studio e portatela dai vostri medici di fiducia, e ditegli: dottore quì c'è scritto che l'ossigeno è paramagnetico, le scuole di medicina indicano di studiare la reale funzionalità paramagnetica dell'ossigeno nel sangue?

Io l'ho già chiesto ai medici, loro hanno risposto che l'ossigeno paramagnetico non è studiato in medicina.
Per questo motivo dovreste essere interessati anche voi per sapere cosa rispondono i vostri medici.

Se anche i vostri medici diranno che non hanno mai studiato la vera funzionalità dell'ossigeno paramagnetico nel sangue, vuol dire che è un punto di partenza verso una direzione per approfondire e studiare da chi è interessato a capire il perché ancora oggi non si conoscono le cause e le cure di certe malattie cronico-degenerative come i Tumori o le malattie del Cervello.

Altro non ho da dire, anche perché vedo che potrebbero nascere polemiche dovute al non capire certe realtà che ho descritto, e allora termino quì il discorso, ma se vogliamo riunirci da qualche parte per parlare con più attenzione di quello che ho scritto fino ad ora, sono disponibile per una maggiore spiegazione.
Grazie per l'attenzione.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
Ringraziano per il messaggio: Liuc33

Errori dei Ricercatori di Medicina 10/02/2017 03:07 #52995

  • Liuc33
  • Offline
  • Platinum Boarder
  • Zen
  • Messaggi: 2497
  • Ringraziamenti ricevuti 322
Ricercatore:
Altro non ho da dire, anche perché vedo che potrebbero nascere polemiche dovute al non capire certe realtà che ho descritto, e allora termino quì il discorso, ma se vogliamo riunirci da qualche parte per parlare con più attenzione di quello che ho scritto fino ad ora, sono disponibile per una maggiore spiegazione.
Grazie per l'attenzione.[/quote]
E' quello che sto cercando di fare, con calma ce la faremo :)
Il vicitore è un sognatore che non ha mai mollato (Mandela)
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
Ringraziano per il messaggio: Ricercatore3

Errori dei Ricercatori di Medicina 10/02/2017 07:32 #52996

  • Ricercatore3
  • Offline
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 323
  • Ringraziamenti ricevuti 149
Le prostaglandine prodotte a partire dall'acido arachidonico espletano un'azione vasodilatatrice ed aumentano la permeabilità capillare sostenendo lo stato infiammatorio (febbre, dolore, edema). Tale azione contrasta quella antinfiammatoria svolta dalle prostaglandine della serie uno (PEG-1) e tre (PEG-3), che sono invece prodotte a partire dall'acido alfa linolenico (olio di pesce, olio di canapa, olio di semi di lino) e dall'acido linoleico (che come abbiamo visto può essere convertito in acido arachidonico ed originare quindi indirettamente anche PEG-2). Il discorso, comunque, non è così semplice, dato che dall'acido arachidonico originano non soltanto prostaglandine ad azione pro-infiammatoria, ma anche altre con effetto diametralmente opposto. In condizioni fisiologiche, l'acido arachidonico e gli ecosanoidi che da esso traggono origine espletano quindi un'azione regolatrice e di controllo sui processi infiammatori.
Tratto da www.my-personaltrainer.it/nutrizione/acido-arachidonico.html

_______________________________________________________________

Buongiorno Elena, visto il tuo apprezzato impegno nel Forum nell'indicare quello che pensi sia giusto riguardo alle cure delle malattie, consentimi di precisare una realtà la quale è molto importante capire per una maggiore chiarezza sulle cause e cure di molte patologie degenerative.
Facciamo l'esempio dell'Acido Arachidonico, nel copia-incolla puoi leggere anche tu che, le prostaglandine dell'acido arachidonico espletano un'azione vasodilatatrice.
Ora consentimi un'elenco Elena in parte già scritto in altre occasioni.

Acido Acetilsalicilico (Aspirina)

Acido Ascorbico (Vitamina C)

Acido Retinoico

E in genere tutti gli altri acidi delle vitamine agiscono nella vasodilatazione soprattutto arteriosa, attivando un meccanismo che determina il rilascio dell'OSSIDO NITRICO (NO) forte vasodilatatore, presente nell'endotelio delle arterie e delle vene (primo strato dei vasi sanguigni).
blogtg.technogym.com/blog/2012/03/l%E2%8...e-e-la-forma-fisica/

Per questo motivo, tutti gli alimenti vegetali, tutte le spezie, le piante aromatiche come il rosmarino, le quali contengono le SOSTANZE VASOATTIVE-VASODILATATRICI (polifenoli, flavonoidi, diterpene, antociani, vitamina C, ecc) SONO PROTETTIVI, perché dilatandosi i vasi sanguigni stimolano l'aumento della Circolazione Sanguigna, consentendo una maggiore attività bioelettrica cellulare, attuando la rigenerazione delle cellule, per merito della quale possiamo prevenire o eventualmente curare con efficacia le malattie.

Queste Elena sono realtà non ancora studiate dai ricercatori di medicina e dai medici, ecco perché anche le ricercatrici dell'Università di Pisa hanno indicato che il rosmarino ha un'azione fortemente antitumorale, non perché riattiva il gene P53, quello è solo un'effetto biochimico, ma la realtà facilmente dimostrabile è che, il rosmarino ha un'effetto antitumorale perché le sostanze vasoattive presenti in esso agiscono nella vasodilatazione principalmente arteriosa.
Buona Giornata
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Errori dei Ricercatori di Medicina 10/02/2017 13:14 #53004

  • Clara
  • Offline
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 2977
  • Ringraziamenti ricevuti 1660
Caro Ricercatore vorrei esprimere il mio punto di vista. Ritengo che la tua ricerca sia meritevole e abbia la sua dignità, prima di tutto perchè mostra amore e desiderio verso l'altro, il prossimo, nella direzione di una "cura" possibile.
Ma l'equivoco in cui si cade spesso, quasi sempre generato dall' entusiasmo e da un pò di ingenuità, è quello di considerare la propria ricerca come la sola valida. Questo modo di fare è ciò che produce attriti quando ci si scambiano le opinioni, trasformando una piattaforma di serena condivisione in un luogo che diventa spiacevole e non svolge più le sue funzioni.

Se hai fatto caso al mio modo di procedere su questo forum avrai notato la mia fatica nel produrre "testimonianze" e "lavori", ho tradotto dal portoghese ( pur non conoscendo la lingua e dunque spendeno molto tempo), parecchie testimonianze di pazienti con autoimmuni che seguono il protocollo Coimbra, nello stesso modo sto cercando di arricchire le testimonianze di coloro che hanno tratto grandi benefici dall'autoemoterapia.

Perchè faccio questo? Perchè,ti parlo da portatrice di una seria patologia autoimmune, per me fu ed è importante, vitale direi, poter sapere dell'efficacia delle cure sperimentata da altri su loro stessi. Questo davvero ti fa sperare, porta luce là dove hai creduto non ce ne fosse
. Credo in questo senso di agire con lealtà e sufficente onestà verso coloro che stanno cercando una strada nelle nebbie più fitte.

Anche il prof. Coimbra nel suo protocollo suggerisce di fare ogni giorno 40 minuti di camminata, per chi può farlo, per chi non è ancora su una carrozzina e di seguire una corretta alimentazione.
Ma queste pratiche non possono da sole innescare e mantenere un processo di remissione dalla patologia.
Ti faccio un esempio che viene da una conversazione appena avuta con mio fratello che si ritrova la creatinina sballata e una diagnosi sfavorevole sulla funzionalità renale. Mi dice "Eppure, pensa che da due tre anni faccio 12 chilometri a piedi ogni giorno, non bevo non fumo, mangio frutta e verdura in abbondanza..."

Tutti noi vorremmo trovare la "cosa" che guarisce, quella semplice, quella che sola ti porta fuori dai guai, ma siamo un sistema complesso, fatto di psiche, di energia di materia, di storia.
Cito ancora il prof. Coimbra che in un bel video afferma che se potesse togliere lo stress, i traumi, i conflitti interiori dai suoi pazienti questo eviterebbe ogni ricaduta, questo garantirebbe la buona salute.

Ogni Persona, come cerchiamo sempre di ricordare, è un mondo, diverso da quello di ciascun altro. Con fatica si cerca di trovare qualche strumento che possa essere utile. Ma perchè una orchesta funzioni gli strumenti devono suonare insieme.
Ultima modifica: 10/02/2017 13:18 da Clara.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
Ringraziano per il messaggio: yagoo40, elena, alexpio, alpaluda, miciofelix, Marco R., Ricercatore3

Errori dei Ricercatori di Medicina 10/02/2017 15:11 #53011

  • Ricercatore3
  • Offline
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 323
  • Ringraziamenti ricevuti 149
www.facebook.com/notes/achille-daga/cos%...A9-/656220764486851/

Ciao Clara ti Abbraccio, ho letto rapidamente lo studio che invio il quale riguarda il protocollo di cura del Prof. Cicero-Galli neurologo Coimbra, da come ho letto egli suggerisce di assumere molta vitamina D anche per la cura di alcune malattie cosiddette autoimmuni.
Una prima realtà è la seguente: la vitamina D come tutte le altre vitamine agiscono nella vasodilatazione soprattutto arteriosa, quindi Clara consentimi una indicazione, con il semplice peperoncino o altre spezie, per esempio la curcuma (spezie vasodilatatrici) insieme ad una alimentazione prevalentemente vegetariana, otterresti lo stesso beneficio e anche di più della vitamina D.

Ora Clara, per prima cosa, ci sarebbe da riflettere molto riguardo alle malattie autoimmuni, infatti, i medici indicano che, certe malattie sono considerate autoimmuni perché, con dei controlli specifici, osservano i linfociti del Sistema Immunitario accumulati in aree degli organi del corpo, vedendo questi linfociti accumulati i ricercatori e i medici pensano che siano responsabili delle malattie, ma ho dei forti dubbi che sia veramente come indicato dai ricercatori di medicina.

Ascolta Clara, il Sistema Immunitario è presente nel nostro corpo per difenderci dalle eventuali aggressioni di virus, batteri, e altre infezioni, e allora come è possibile che i linfociti, cioè le cellule delle Difese Immunitarie aggrediscono gli organi del corpo?

La realtà è molto probabilmente un'altra, una realtà alla quale nessun ricercatore di medicina ha ancora pensato, ed è la seguente: l'ho già scritto ma vorrei scriverlo ancora.
Pensiamo alla Sclerosi Multipla la quale è considerata una malattia autoimmune, però, riflettiamo, in seguito alla ricerca sulle cause delle malattie degenerative, so con certezza che, talvolta o per inattività fisica o per trasmissione genetica da consanguinei ascendenti, i quali, pur non avendo manifestato malattie possono trasmettere dei geni alterati, questi geni alterati o mutati colpiscono certe aree del Cervello provocando le VASOCOSTRIZIONI (restrizione delle microarterie) causando il mancato afflusso di sangue e ossigeno nelle aree Cerebrali preposte alla trasmissione degli impulsi elettrici che azionano i muscoli, provocando in questo modo le lesioni nella guaina mielinica degli assoni.
Quindi, nel caso della Sclerosi Multipla, l'alterazione genetica provoca le vasocostrizioni causando conseguentemente le lesioni cerebrali, e, a causa di queste lesioni gli impulsi elettrici che comandano i muscoli non possono essere trasmessi con efficacia, per questo motivo le Persone affette dalla SM hanno più o meno gravi difficoltà nelle attività motorie.

Ora c'è un'altra riflessione importante: le cellule del Sistema Immunitario (linfociti) essendo presenti le lesioni alla guaina mielinica degli assoni, cercano di rimediare al danno accumulandosi proprio dove persistono queste lesioni, in questo modo per un pò di tempo riescono a rimediare al danno cerebrale, però c'è un limite, e, se la Persona non migliora il proprio stile di vita decidendo di praticare una regolare e non affaticante attività fisica aerobica, le lesioni aumenteranno causando il peggioramento fisico.

I medici, controllando con esami diagnostici cerebrali utilizzando anche il microscopio elettronico, vedono le cellule del Sistema Immunitario accumulate nella guaina mielinica dove persistono le lesioni, incolpando il Sistema Immunitario delle lesioni stesse, IN REALTA' LE LESIONI CEREBRALI SONO INIZIATE PRIMA DELL'INTERVENTO DEI LINFOCITI DEL S.I. ma i medici ricercatori inavvertitamente danno la colpa al Sistema Immunitario ecco perché le chiamano malattie autoimmuni, ma questo è un grossolano errore.
E allora Clara, ci poniamo una domanda: come si fa a curare risolutivamente una malattia cosiddetta autoimmune?
Prima di tutto è necessario incrementare la Pressione Parziale di Ossigeno al Cervello e in tutto il corpo, (aumento della pO2 arteriosa cerebrale e generale) o, avendo la possibilità di svolgerla, con la regolare attività fisica, oppure con opportune terapie come anche l'Autoemoinfusione che considera l'Ossigeno-Ozono terapia, quello che è davvero importante è attuare un numero adeguato di autoemoinfusioni fino a che sarà aumentata stabilmente la pO2 arteriosa.
Con l'incremento stabile della pO2 arteriosa otteniamo la regressione delle malattie, perché aumentando l'ossigeno disciolto paramagnetico nel sangue i cui livelli sono indicati dalla pO2, aumenta l'energia elettrochimica irradiata nel sangue dal paramagnetismo dell'ossigeno, verificandosi un'automatismo che produce una MAGGIORE ATTIVITA' BIOELETTRICA CEREBRALE E GENERALE, attivando la Rigenerazione delle Cellule del Cervello e di altri Organi del Corpo, consentendo alla Persona la regressione della malattia, miglioreranno senz'altro in questo modo le Condizioni Fisiche e Mentali.

Allora Clara, consentimi una domanda importante, hai mai richiesto al tuo medico di fiducia la prescrizione per fare l'Emogasanalisi Arteriosa?
E' davvero importante Clara, perché da questo esame della ossigenazione del sangue saprai se è necessario aumentare la pO2 per avere migliori Condizioni di Salute.
Queste descrizioni sono il risultato della mia ricerca che svolgo da più di dieci anni, in buona parte posso dimostrare quello che scrivo, ma per una conferma da parte delle Autorità Sanitarie, è indispensabile che altre Persone capiscano quello che ho capito io.
Ciao Clara, se interessano altre precisazioni io sono quì, e farò del mio meglio per rendere consapevoli anche voi di queste mie certezze.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
Ringraziano per il messaggio: Marco R.

Errori dei Ricercatori di Medicina 10/02/2017 19:29 #53016

  • Clara
  • Offline
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 2977
  • Ringraziamenti ricevuti 1660
Vedo che concludi con "le tue certezze".

Sono andata un pò a cercare sull'ossigeno paramagnetico e mi sono imbattuta in forum in cui ho finito ora di leggere la lunga discussione dove affermi che solo tu hai capito quello che gli astrofisici di tutto il mondo e di tutti i tempi non hanno mai capito, che solo tu hai capito tutto quello che la medicina non ha mai capito ( una passeggiata tutti i giorni cura i tumori), mi spiace Ricercatore ma abitiamo dimensioni diverse. Ti auguro di vincere il nobel come credi...

Lascio il link della discussione perchè è interessante
www.energeticambiente.it/free-energy-z-p...dellossigeno-10.html
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
Ringraziano per il messaggio: alexpio

Errori dei Ricercatori di Medicina 11/02/2017 01:51 #53017

  • Ricercatore3
  • Offline
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 323
  • Ringraziamenti ricevuti 149
www.fabbricabenessere.it/media/joomla/pdf/LaMagnetoterapia.pdf

Non abitiamo in dimensioni diverse Clara, il fatto è che i ricercatori di medicina NON hanno considerato una realtà, della quale, essendone consapevoli, chiarisce improvvisamente il perché fino ad ora non sono state capite le cause e le cure risolutive per i tumori, le malattie del Cervello (neurologiche) e le malattie Cardiovascolari.

Chiedo venia per la ripetizione ma è molto importante una tua riflessione al riguardo Clara, ripropongo uno studio che può essere illuminante per voi come lo è stato per me, a pagina 9 di questo link c'è scritto che l'ossigeno sostrato (disciolto) è paramagnetico, se è paramagnetico vuol dire che l'ossigeno disciolto nel sangue PUO' AVERE UNA FUNZIONALITA' DIFFERENTE DA QUELLA INDICATA DALLA MEDICINA, e quale può essere questa funzionalità differente?
Può essere che il paramagnetismo dell'ossigeno vuol dire energia elettrochimica irradiata nel sangue per consentire i POTENZIALI D'AZIONE, detti anche Potenziali Elettrici di Membrana, i quali determinano tutte le attività delle Cellule del Cervello, del Cuore, e dei Muscoli, in questo modo si comprende che, l'ossigeno disciolto paramagnetico nel sangue è indispensabile per le attività di tutti gli organi del corpo.
Inoltre, se noi andiamo da un QUALUNQUE medico e portiamo la pagina 9 dello studio che invio e domandiamo al medico, dottore, si studia in Medicina il paramagnetismo dell'ossigeno nel sangue?
Se il dottore anche a voi risponde NO come hanno risposto i medici ai quali mi sono rivolto, allora io penso che studiando in laboratorio il paramagnetismo dell'ossigeno si capirà che ho ragione, non pensi anche tu Clara?

Scusa Clara ma devo farti una osservazione che riguarda l'esercizio fisico, hai scritto di avere dei dubbi sulla tua seguente frase: una passeggiata tutti i giorni cura i tumori, non ritieni possibile questa realtà?
Ascolta Clara, se tu avessi un'idea che riguarda la ossigenazione sanguigna, e dici, voglio fare l'emogasanalisi per vedere quanto ossigeno ho nel sangue, poi leggi il risultato e vedi che la pO2, cioè i livelli della pressione parziale dell'ossigeno disciolto corrisponde a 76, 6 mmHg (millimetri di mercurio) , il medico pneumologo indica che tale pO2 è un pò bassa, e suggerisce di praticare una regolare attività fisica aerobica non affaticante ma continuata tutti i giorni, così ho fatto.
Tutti i giorni, 40 minuti al giorno, ho camminato senza affaticarmi, dopo un anno ho rifatto l'emogasanalisi per vedere se c'era stato un risultato positivo, infatti, i livelli della pO2 erano aumentati, da 76,6 mmHg a 79,5 mmHg, quindi in un anno di costante esercizio la pO2 era aumentata di quasi 3 mmHg, sai cosa vuol dire questo risultato Clara? Vuol dire che nel caso avessi avuto un tumore o una malattia neurologica queste malattie sarebbero regredite fino a completa guarigione.
Chi non ci crede provi ad aumentare la propria pO2 arteriosa di 3 millimetri di mercurio, con la passeggiata tutti i giorni, vedrete che il risultato sarà esattamente come ho detto.

Clara, invio un'articolo che può essere indicativo anche per voi, si tratta del paramagnetismo, il quale, uno studioso, lo considera una forza in crescita della natura, come sappiamo bene anche l'ossigeno è paramagnetico e vuol dire che, irradiato nel sangue genera energia elettrochimica indispensabile per la vita di tutti i nostri organi.
Ciao

sonoconte.over-blog.it/article-paramagne...forte-112217929.html
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Errori dei Ricercatori di Medicina 11/02/2017 03:29 #53021

  • alexpio
  • Offline
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 429
  • Ringraziamenti ricevuti 364
Ricercatore3 ha scritto:
.......Ascolta Clara, se tu avessi un'idea che riguarda la ossigenazione sanguigna, e dici, voglio fare l'emogasanalisi per vedere quanto ossigeno ho nel sangue, poi leggi il risultato e vedi che la pO2, cioè i livelli della pressione parziale dell'ossigeno disciolto corrisponde a 76, 6 mmHg (millimetri di mercurio) , il medico pneumologo indica che tale pO2 è un pò bassa, e suggerisce di praticare una regolare attività fisica aerobica non affaticante ma continuata tutti i giorni, così ho fatto.
Tutti i giorni, 40 minuti al giorno, ho camminato senza affaticarmi, dopo un anno ho rifatto l'emogasanalisi per vedere se c'era stato un risultato positivo, infatti, i livelli della pO2 erano aumentati, da 76,6 mmHg a 79,5 mmHg, quindi in un anno di costante esercizio la pO2 era aumentata di quasi 3 mmHg, sai cosa vuol dire questo risultato Clara? Vuol dire che nel caso avessi avuto un tumore o una malattia neurologica queste malattie sarebbero regredite fino a completa guarigione.


Pino, supponendo che tu abbia ragione, di quanto ti e' aumentato l'ossigeno disciolto paramagnetico con la PO2 che da 76,6 mmHg e' salita a 79,5 mmHg? Qual'e' la quantita' di ossigeno disciolto che tu ritieni necessario per far regredire una delle malattie di cui parli?
who knows least obeys best
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
Ringraziano per il messaggio: elena
  • Pagina:
  • 1
  • 2
  • 3
Tempo creazione pagina: 0.271 secondi

Salute Natura  Benessere
 

Realizzato un nuovo accordo commerciale! Sconto del 5% su centinaia di prodotti riservato ai foristi ADS. CLICCA per il codice PROMO.

 

arcobalenoErboristeria Arcobaleno

Sconto per lo shopping online. Solo gli iscritti al portale "Alleanza della Salute Forum di Medicina Ortomolecolare" potranno avvalersi di tale sconto che vale l' 8%. CLICCA