Benvenuto, Ospite
In questa area è possibile discutere sulle diverse medicine non convenzionali come la Medicina Tradizionale Cinese, Omeopatia, Ayurveda, Fiori di Bach, Fitoterapia e molto altro !
  • Pagina:
  • 1
  • 2
  • 3

ARGOMENTO: SALIVA: misurazione del pH.

SALIVA: misurazione del pH. 13/02/2017 14:21 #53115

  • Ferruccio
  • Offline
  • Bannato
  • Messaggi: 930
  • Ringraziamenti ricevuti 350
Ho evidenziato da sempre che la misurazione del pH dei tessuti è
il sistema più semplice per disporre di un indice di riferimento
della propria salute. E ho sempre consigliato le misurazioni sull’urina.

Vari studi, intercorsi durante lo scorso anno, mi hanno
portato a rivalutare il sistema di misurazione perché può offrire qualcosa in più:

il pH della saliva riflette il successo, o meno, nel mantenere
una condizione alcalina all'interno del corpo.

Come procedere
Dopo la sveglia, al mattino, fare un leggero risciacquo
della bocca con acqua naturale.
Produrre più volte saliva nei 10 minuti successivi ed eliminarla regolarmente.
Dopo questi minuti umettare delicatamente un pezzetto di
cartina del pH e attendere qualche istante fino a quando la carta
del pH smette di cambiare colore e diventa blu. Questo indica che la saliva è leggermente alcalina a un pH sano di 7.4. Se non è blu, confrontare il colore con la scala dei colori fornita con la carta del pH. Se la saliva è acida (pH inferiore di 7.0) aspettare ½ ora e ripetere il test a digiuno.
Quando una persona è sana, il pH del sangue è 7.4, il pH del liquido spinale è 7.4, e il pH della saliva è 7.4 e quindi il pH della saliva è parallelo al fluido extracellulare, e prova che il pH della saliva rappresenta un segno fisico valido e sicuro della sindrome da carenza di Calcio ionico o di condizione ottimale.
Più precisamente il pH della persona sana, ossia condizione ottimale,
è tra 7.5 (blu scuro) e 7.1 (blu) ambiente leggermente alcalino.

I valori da 6.5 (blu-verde) che è debolmente acido a 4.5 (giallo chiaro) che è fortemente acido,
indicano un ambiente critico, malsano.
La maggior parte dei bambini è blu scuro, pH 7.5. Nella gran parte degli adulti è giallo-verde, e un pH di 6.5 o
inferiore riflette la carenza di Calcio per difetti di invecchiamento e stile di vita.
I malati di cancro sono di solito su un giallo brillante,
un pH di 4.5, in particolare quando sono terminali".
Nota: i tumori trasformano il glucosio in acido lattico che tende ad
accumularsi nel fluido extracellulare del tumore.

Praticamente tutte le malattie degenerative, tra cui il cancro, malattie cardiache, artrite, osteoporosi, rene e calcoli biliari, ecc.
sono associate con l’eccesso di acidità nel corpo.

Il corpo dispone di un meccanismo omeostatico che mantiene un pH 7.4 costante nel sangue, questo meccanismo funziona versando e prelevando minerali acidi e alcalini da altre posizioni quali ossa, tessuti molli, fluidi corporei e saliva.
Pertanto, il pH di questi tessuti può variare notevolmente.
Invece il pH della saliva offre una finestra attraverso la quale è possibile vedere l'equilibrio generale del pH nel corpo. 
E così, mentre il cancro non può esistere in un ambiente alcalino,
ad esempio tutte le forme di artrite sono associate con eccesso di acidità.
L’acido nel corpo dissolve denti e ossa entrambi. Qualunque sia la situazione del proprio organismo, è possibile monitorare l’andamento dell’equilibrio acido / alcalino testando il pH della saliva.

Il pH può anche essere valutato in termini di carica elettrica,
e questo è come lavora lo strumento pH-metro.
Un pH zero, tutto acido, ha una carica elettrica di +420 millivolt.
Un pH 7, neutro, ha una carica elettrica di zero millivolt.
Un pH 14, tutto alcalino, ha una carica elettrica di -420 millivolt.
Ogni passo nella scala del pH è più o meno 60 millivolt. 
I bambini sono segnalati per avere una carica elettrica di -35 millivolt che equivale a un pH di 7.5.
I tessuti feriti guariscono da -50 a -70 millivolt , e se questa
carica non può essere raggiunta con il corpo allora la guarigione non avviene.
Da -50 a -70 millivolt equivale a un pH compreso tra 7.83 e 8.17.
Tutti i valori sani di pH hanno una carica elettrica negativa.
Il cancro inizia con una carica elettrica superiore a 30 millivolt (pH 6.5).
Questa inversione della polarità da carica elettrica negativa a positiva
danneggia i tessuti e impedisce la guarigione,
priva i tessuti di ossigeno, e interferisce con il trasferimento
delle sostanze nutritive nelle cellule e l’eliminazione dei rifiuti.
Minerali con carica elettrica negativa sono attratti dagli ioni H+.
Questi sono chiamati minerali acidi, che comprendono:
Cloro (Cl-), Zolfo (S--), Fosforo (P---), e formano
Acido Cloridrico (HCl), Acido Solforico (H2SO4) e Acido Fosforico (H3PO4).
Minerali con una carica elettrica positiva sono attratti
dalla carica ionica negativa OH-.
Questi sono chiamati minerali alcalini e sono:
Calcio (Ca++), Potassio (K+), Magnesio (Mg++) e Sodio (Na+).
Sarebbe utile anche controllare il livello
di ossigeno nel sangue,
mediante l’uso di un ossimetro.
(Qui si può considerare qualcosa dei concetti
che Pino Ricercatore cercava di spigare.)
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
Ringraziano per il messaggio: Liuc33, Element1

SALIVA: misurazione del pH. 13/02/2017 14:35 #53120

  • Liuc33
  • Offline
  • Platinum Boarder
  • Zen
  • Messaggi: 3975
  • Ringraziamenti ricevuti 697
Possono essere validi questi strumenti "Ossimetro":?
www.amazon.it/s/ref=nb_sb_noss?__mk_it_I...-keywords=+ossimetro
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

SALIVA: misurazione del pH. 13/02/2017 15:22 #53122

  • elena
  • Offline
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 3100
  • Ringraziamenti ricevuti 1773
oddio si parla di Calcio!
domani piove...

si dovrebbe dividere, a fare calcoli standard (con quello che ne deriva), la giornata in due settori
dalle 18 alle 6 del giorno dopo
e dalle 6,01 alle 17,59
in ognuno dei due periodi predomina prima acido, poi base (cioè il corpo è normalmente un po' acido, e poi normalmente più basico, il perchè lo dico più oltre)
il pH di saliva e urine non dovrebbe mai essere al di sotto del sistema tampone bicarbonato, 7.2.
potete leggere questo articolo, che a parte qualche imprecisione, è veramente interessante (metto solo uno stralcio)

L’urina dovrebbe essere alcalina due volte al giorno, e i picchi della gobba si dovrebbero avere alle 10 del mattino e alle 2 del pomeriggio, che caratterizzano le correnti alcaline dopo i pasti. Durante il resto della giornata, il pH dovrebbe essere tra 6.8 e 7.2. La prima urina del mattino dovrebbe essere più acida in seguito alla decalcificazione in atto durante la notte per neutralizzare gli acidi in eccesso.Se gli acidi generati in una giornata dalla digestione, dalla respirazione, dal metabolismo, dalle emozioni e dalla tossicità dell’ambiente non vengono tutti espulsi durante la notte, essi verranno tutti accumulati, giorno dopo giorno. La conseguenza di ciò è il manifestarsi di stati di squilibrio del corpo, il quale cercherà disperatamente di mantenere il pH dei fluidi alcalini al 7.365. L’accumulo quotidiano di acidi riguarda ciascuno di noi in modo diverso, e dipende da fattori genetici, dallo stile di vita e dall’alimentazione.Ho riscontrato il fatto che gli acidi si fissano nelle parti più deboli del nostro corpo, e se non vengono eliminati attraverso le feci, le urine, i polmoni o la pelle, sono destinati a prolificare e immagazinarsi nei nostri fianchi, coscie, stomaco, nel petto e nel cervello.
Il pH della saliva e delle urine dopo aver mangiato o bevuto è indicativo delle vostre riserve minerali alcaline, e dell’abilità del vostro corpo a trattare i residui acidi creati dalla digestione di un determinato alimento o bevanda. È normale che il vostro pH aumenti dopo aver mangiato o bevuto, non lo è se diminuisce o rimane uguale. Anche questo fattore è utile per determinare l’eventuale incapacità del nostro organismo a trattare gli acidi, la mancanza di riserve alcaline, e l’accumulo di acidosi latente nei tessuti. Ciò può essere modificato aumentando i tamponi alcalini. Anche solo pensando a dei cibi come l’avocado o il limone, il pH della vostra saliva dovrebbe aumentare di un intero punto o dieci volte. Questo semplice test indica che avete riserve minerali alcaline sufficienti da introdurre nel vostro canale alimentare per iniziare il processo del tampone alcalino. Il pH ideale di saliva e urine è di 7.2 al risveglio, 7.2 prima di mangiare e da 7.2 a 8.5 dopo un pasto alcalino. Potete fare un semplicissimo test di quanto detto, mangiando qualche mandorla durante l’arco della giornata. Questo vi consentirà di controllare se le riserve alcaline del vostro corpo sono adeguate. Quando una persona in salute e con adeguate riserve alcaline mangia delle mandorle, il pH salivare può aumentare fino a 8.4. Più acido è il cibo ingerito, più rapida sarà la risposta delle vostre riserve alcaline, e più alto, di conseguenza, sarà il ph salivare dopo un pasto.
www.movimentosereno.it/test-ph-della-sal...rine-come-eseguirli/

quanto al pulsiossimetro, dò qui una indicazione importante
se decidete di comprarlo, a parte controllare l'ossigenazione durante il giorno, può essere interessante vedere la frequenza cardiaca prima e dopo mangiato...
fatemi sapere che scoprite...
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. Naturopata
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
Ringraziano per il messaggio: alpaluda, Element1

SALIVA: misurazione del pH. 13/02/2017 16:42 #53126

  • Ferruccio
  • Offline
  • Bannato
  • Messaggi: 930
  • Ringraziamenti ricevuti 350
Si cerchi di non creare confusione:

io ho parlato di una misurazione al mattino dopo la sveglia
e non di misurazioni molteplici nella giornata durante
la quale si potrebbero riscontrare valori diversi.

Serve un punto di riferimento e uno solo.
Molteplici misure, effettuate nel corso della giornata
creano confusione e non danno alcun indice preciso
della salute.

Appare chiaro che riportare relazioni come quella sopra di Elena
serve solo a creare scompiglio per destabilizzare
quanto ho scritto.
Non mi aspettavo più professionalità.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

SALIVA: misurazione del pH. 13/02/2017 17:38 #53130

  • Clara
  • Offline
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 2975
  • Ringraziamenti ricevuti 1672
Ciao Elena , io non ci capisco più niente, mi dici che pensi di questo?:

...Un certo numero di studi hanno esaminato gli effetti acuti e cronici di acidosi sull'espressione delle cellule tumorali genica, la proliferazione, l'apoptosi, e malignità. In generale, le cellule si discostano moderatamente da pH 7,4

MA Acidosi acuta può inibire la proliferazione e aumentare l'apoptosi delle cellule tumorali (Ohtsubo et al. 1997 ;. Williams et al, 1999 ; Putney e Barber, 2003 ;. Smallbone et al, 2010 ).




www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3851830/
Ultima modifica: 13/02/2017 17:41 da Clara.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

SALIVA: misurazione del pH. 13/02/2017 20:13 #53135

  • elena
  • Offline
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 3100
  • Ringraziamenti ricevuti 1773
Perdona, Sto su un mezzo pubblico con un mieero cell appena posso avvio ricerca seria.
Ricordi quando parlavamo dei virus che secondo altri foristi più professionali danno acidosi e si sviluppano in ambiente acido? Ho sempre affermato che questa era una balla colossale, provocando i soliti commenti sarcastici. Ebbene ci sono virus e batteri che x proliferare hanno bisogno di ambiente basico. E se vai a misurare il ph che queste persone hanno, guarda caso le trovi tra 7.5 e 8. A volte di più. E rammento anche altri interventi sardonici riguardo al ph vaginale e la candida ... ma questa è un'altra storia )

Intanto leggi questo

Attualmente ci si serve di bicarbonato di sodio per diminuire alcuni effetti collaterali della chemioterapia e sono stati effettuati numerosi tentativi per un utilizzo più diretto. Si è puntato sul fatto che per motivi metabolici le cellule neoplastiche proliferano in ambiente acido: sfruttando una sostanza basica, dunque, si tenterebbe di rendere L’ambiente sfavorevole alla loro crescita.
Si è provato a innalzare sotto controllo medico il pH del sangue (rendendolo ancora più basico di quanto sia nell’uomo in condizioni normali) con i farmaci «inibitori della pompa protonica» (gli stessi impiegati nell’ulcera gastrica), provocando uno stato controllato di alcalosi metabolica con le soluzioni fisiologiche e anche con il bicarbonato. I risultati sono stati molto discordanti

N.b. di che ph stiamo parlando? Su questo articolo si parla di ph sangue. Inoltre io aggiungerei altri parametri "fisici" oltre a ph...
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. Naturopata
Ultima modifica: 13/02/2017 20:18 da elena.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
Ringraziano per il messaggio: Clara

SALIVA: misurazione del pH. 13/02/2017 21:24 #53138

  • Element1
  • Offline
  • Expert Boarder
  • Messaggi: 117
  • Ringraziamenti ricevuti 62
Ciao Elena.
Ho letto il tuo accenno a Jentshura in un altro thread e, a proposito di cibi alcalinizzanti o acidificanti, volevo chiederti una cosa.
Tempo fa ho contattato una persona dell'estremo nord Italia la quale conosce bene il metodo Jentshura, avendo collaborato direttamente con lui. Mi spiegò che l'autore, anche se nel libro non ne fa un diretto accenno, propone uno stile dietetico ben definito, e che tutti i cibi, dopo le 16:00 diventano acidificanti quando ingeriti. Se non ricordo male, mi disse pure che i cibi crudi dovrebbero essere mangiati prima delle 16:00. Purtroppo non ho avuto poi modo di approfondire.
Cosa ne pensi? La domanda è ovviamente aperta a tutti.

Ciao, grazie...
Ultima modifica: 13/02/2017 21:27 da Element1.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
Ringraziano per il messaggio: Marco R.

SALIVA: misurazione del pH. 13/02/2017 23:11 #53141

  • elena
  • Offline
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 3100
  • Ringraziamenti ricevuti 1773
Innanzitutto parliamo brevemente di omeostasi acido base
In altro thread ho spiegato tutti i singoli tamponi nel corpo. Tanto x nn sbagliarsi a considerare ph diversi... E ho spiegato perchè. nonostante si mangi il minestrone, frutta e verdura, si può avere ancora un ph acido Bisogna considerare la funzionalità renale e la respirazione. Quando gli ioni bicarbonato dei reni si legano agli acidi nel corpo, formano diossido di carbonio (che eliminiamo con la respirazione) e acqua (che eliminiamo con l’urina). Immaginate una respirazione irregolare e raccorciata che danni può fare. E ancora prima, immaginate perché si può avere simile respirazione "di base", mozzata, cioè che tipo di emozioni e sensazioni la provocano, fino a diventare una costante, passare a livello di comando automatico, cioè sotto coscienza,e che problemi a quel punto possono manifestarsi. Ciò detto, ho provato a dare un'occhiata su pubmed, e nn mi pare ci sia tanta uniformità di vedute sul discorso acido base, in relazione al tumore causato da terreno acido. Inserisco un paio di articoli

Acidic pH enhances the invasive behavior of human melanoma cells,
www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/8605731
Sviluppo di tumori in vitro in terreno a 7,4

Acid treatment of melanoma cells selects for invasive phenotypes
www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/18301995

Solid tumors become acidic due to hypoxia and upregulated glycolysis.
Sembrerebbe dunque nn essere il terreno a determinare il tumore, ma il tumore a determinare acidità.

in questo articolo che segue si parla di terreno, di coltura in vitro, per cui è interessante vedere quale terreno predispongono i biologi che studiano cellule tumorali:

​La formulazione completa di terreno che mantiene la crescita delle cellule .... si puo' dire che i terreni sono fondamentalmente formati da una soluzione isotonica e tamponata che contiene sali inorganici, una fonte energetica come ad esempio il glucosio, gli aminoacidi essenziali (i mammiferi non sono in grado di sintetizzarseli tutti!) e altre sostanze, tra cui la piu' importante e' il siero o un suo analogo sintetico.

La coltura di cellule sia immortalizzate in vitro che trasformate hanno invece la capacita' di sopravvivere all'infinito, cioe' la coltura non muore (una certa percentuale di cellule comunque muore, e le altre si dividono). Le cellule trasformate sono quelle che derivano da un tumore, o che sono state manipolate, ad esempio transfettandole con un oncogene o trattandole con dei carcinogeni, in modo da ottenere dei nuovi fenotipi trasformati. ...
Le cellule normalmente crescono bene a pH 7.4, anche se alcune linee di fibroblasti normali proliferano meglio a pH tra 7.4 e 7.7, mentre le cellule trasformate sembrano prediligere pH leggermente piu’ acidi (tra 7.0 e 7.4). Senza troppo generalizzare, dato che ogni linea cellulare ha lr proprie esigenze, si puo’ dire che le cellule tumorali manifestano una maggiore tolleranza a variazioni di pH verso l’acido. Infine e’ necessario ricordare che la temperatura influenza il pH, sia direttamente, sia indirettamente: infatti la solubilita’ della CO2 diminuisce con l’innalzamento della temperatura e puo’ quindi esserci una variazione del sistema tampone.
....Per le colture di cellule aderenti di solito si utilizzano terreni con un relativamente alto contenuto di Ca++ e Mg++, che sono necessari per le proteine di adesione.campus.unibo.it/49645/1/4._La_coltura_delle_cellule_animali.doc


Se devo tirare una conclusione, credo che il ph debba essere semplicemente una concausa "fisica", che non è il cibo alcalino, * ma il giusto equilibrio tra cibi acidi e basici che aiuta le difese del SI, è L omeostasi dinamica del corpo ad autoregolarsi.
In più, se parliamo di terreno, siamo necessariamente confinati a parlare di cibi "corretti" per quel terreno, contro i cibi stressori.
Le mandorle x es dovrebbero essere basicizzanti. Ma non tutti i terreni reagiscono così... Anzi! C'èchi, dopo aver mangiato mandorle ha effetti tetano idi sui muscoli dei piedi... Per questo invitavo a controllare la frequenza del battito prima e dopo pasto...

Element scusa ma nn ricordo dove ne ho parlato. Però ti confermo quanto scritto più sopra. Normalmente il corpo acidifica dopo le 18. Quindi a mangiar acido nn si fa un grande affare... la MTC ha spiegato perfettamente cosa succede ai vari orari! Grandi osservatori, i cinesi. MTC: 4000 anni e nn li dimostra :) o meglio li dimostra ma x la saggezza

*n.b. Noi normalmente eccediamo e di tanto in cibo acidificante... Bibite gasate carni formaggi &Co. Micidiale x la salute .... Quindi meglio parlare chiaro...
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. Naturopata
Ultima modifica: 13/02/2017 23:18 da elena.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
Ringraziano per il messaggio: Clara

SALIVA: misurazione del pH. 13/02/2017 23:45 #53144

  • Clara
  • Offline
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 2975
  • Ringraziamenti ricevuti 1672
Sembrerebbe dunque nn essere il terreno a determinare il tumore, ma il tumore a determinare acidità.

Elena ho scaricato questo : le cellule tumorali sono acide?
www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC197...cancer00073-0015.pdf

se hai tempo dai una occhiata anche tu?
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

SALIVA: misurazione del pH. 14/02/2017 00:44 #53150

  • elena
  • Offline
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 3100
  • Ringraziamenti ricevuti 1773
Qui c'è tutta un'altra storia
Metto estratti da
Treating Cancer with Voltage, Alkalinity and Oxygen

drsircus.com/cancer/treating-cancer-voltage-alkalinity-oxygen/

www.sciencedaily.com/releases/2009/03/090324213249.htm

Usate google traduttore

According to Annelie Pompe, a prominent mountaineer and world-champion free diver, alkaline tissues can hold up to 20 times more oxygen than acidic ones. When our body cells and tissues are acidic (below pH of 6.5-7.0), they lose their ability to exchange oxygen. Increases of carbon dioxide, bicarbonates and electrons lead to increased oxygen.

Tumor cell differentiation, tumor hypoxia and low cellular pH and voltage affects gene expression, genetic stability, genetic repair, protein structures, protein activity, intracellular mineral concentrations, and types of metabolic pathways used for energy production.

There is no shortage of research showing the link between pH and cancer, which translates clearly into there is plenty of research showing a link between cancer and low voltage since voltage and pH are measurements of the same thing.

Cancer thrives in an acidic low voltage low oxygen environment, and doesn’t survive in a normal, more alkaline (high voltage) environment. Cancer cells make your body more acidic as they produce lactic acid.

Tumor Hypoxia

The severity of hypoxia and acidosis in tumors can affect tumor cell invasiveness, metastasis as well as the risk of recurrence. UT Southwestern scientists led by Dr. Ralph Mason reported in the online issue of Magnetic Resonance in Medicine that countering hypoxic and aggressive tumors with an “oxygen challenge” — inhaling oxygen while monitoring tumor response — coincides with a greater delay in tumor growth in an irradiated animal model.[1]

Scientists at the University of Colorado Cancer Center said, “It seems as if a tumor deprived of oxygen would shrink. However, numerous studies have shown that tumor hypoxia, in which portions of the tumor have significantly low oxygen concentrations, is in fact linked with more aggressive tumor behavior and poorer prognosis. It’s as if rather than succumbing to gently hypoxic conditions, the lack of oxygen commonly created as a tumor outgrows its blood supply signals a tumor to grow and metastasize in search of new oxygen sources — for example, hypoxic bladder cancers are likely to metastasize to the lungs, which is frequently deadly.”

The immune system needs voltage, iodine and ozone to kill bugs. Tumors cannot grow if the oxygen levels are normal, and oxygen levels are controlled by voltage,” says Dr. Jerry Tennant. He could have said oxygen levels are controlled by pH or oxygen levels control voltage because if there is too little oxygen then the mitochondria cannot create enough ATP to keep cellular energy high.

It is important to notice in the above chart about the oxygen disassociation curve that temperature is important. Adding heat into the body of anyone via the heavy use of infrared sleeping mats will also help to increase immune system strength, while giving the patient a great measure of comfort for pain.

Dr. Aleksandr Samuilovich Presman in his 1970 book Electromagnetic Fields and Life identified several significant effects of the interaction of electromagnetic fields with living organisms. Electromagnetic fields: 1) have information and communication roles in that they are employed by living organisms as information conveyors from the environment to the organism, within the organism and among organisms and 2) are involved in life’s vital processes in that they facilitate pattern formation, organization and growth control within the organism.

Dr. Haltiwanger says, “Normal cells possess the ability to communicate information inside themselves and between other cells. The coordination of information by the cells of the body is involved in the regulation and integration of cellular functions and cell growth. It takes energy to communicate it takes voltage. When cancer arises cancer cells are no longer regulated by the normal control mechanisms. Communication breaks down because there is not enough voltage for anything but destruction.”

All biological process and in particular the metabolism of every single cell are based on their voltage and electromagnetic frequency. Only an organism which is sufficiently supplied with energy is able to control the self-regulating mechanisms and has the powers of regeneration and healing.

“The ideal task of cancer therapy is to restore the function of the oxidizing systems,” wrote Dr. Max Gerson in his book, A Cancer Therapy: Results of Fifty Cases and the Cure of Advanced Cancer. “Deprive a cell of 35% of its oxygen for 48 hours and it may become cancerous,” said Dr. Otto Warburg. Deprived of air we die, but our cells have a bastardly trick up their sleeves where they can survive low-oxygen conditions. We call this condition cancer, the slow starvation of healthy cells while cancer cells thrive.
Cancer geneticist Dr. Bert Vogelstein, director of the Ludwig Center for Cancer Genetics and Therapeutics at John Hopkins said, “One cannot fully understand that disease unless one understands the tumor’s environment.” Though not the only way, microcurrent is the easiest and most direct way of altering local environments that surround cancer tumors.

Some medical scientists discovered that zapping cells with extremely brief, high-voltage electric pulses that they could trigger the self-destruct mechanism in the cells’ biochemical machinery. In the 1950’s, a Swedish radiologist and surgeon, Dr. Björn Nordenström demonstrated that when microcurrent was passed through needles implanted into cancerous tumors it blocked cancer pain and in many cases caused the tumors to regress or disappear. He theorized that this treatment set up a form of electro-osmosis that dehydrated the tumor and blocked production of pain-producing substances such as histamine.

Dr Haltiwanger said that Nordenström’s technique was to place the positive electrode into the tumor and the negative electrode outside of the tumor. “This resulted in an increased flow of electrons into the tumor, a change in the electrical field around a tumor and activation of membrane receptors and ion channels. If tumor cells are in fact electron deficient this increased flow of electrons, membrane receptor effects and movement of ions through ion channels will have definite effects on cellular metabolic processes.”

Dr. Karl H. Schoenbach and Dr. Stephen Beebe reported inducing apoptosis in cancer cells with electric pulses in 2001. Using needle electrodes, they zapped tumors with a series of electric pulses 300 nanoseconds long and 60 kilovolts per centimeter in magnitude. They found that treated tumors grew only 50 to 60 percent as big as the untreated tumor, with many cells dying by apoptosis. Delivering such high voltage in just a few billionths of a second is akin to accelerating a car from 0 to 100 kilometers per hour and then decelerating it back to 0, all within 1 second. This is not what we are recommending.
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. Naturopata
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

SALIVA: misurazione del pH. 14/02/2017 11:21 #53155

  • Ferruccio
  • Offline
  • Bannato
  • Messaggi: 930
  • Ringraziamenti ricevuti 350
Mi fa piacere che si riportino dei riferimenti da SIRCUS,
in fondo è un grande sostenitore dei miei concetti
di medicina non convenzionale.

I patogeni si sviluppano in ambiente acido, e solo in quell’ambiente.
Non esistono patogeni che diventino aggressivi
in ambiente basico, non so da dove provengano simili studi,
ma sono falsi o falsificati.

Studiando i patogeni mediante il rilievo delle frequenze,
si vede chiaramente che tale è la condizione e non
può essere diversamente.
Allo stesso momento non comprendo in base a quali concetti si
possano contestare i rilievi strumentali.
Ma per capire questo bisogna conoscere bene la cellula, la produzione di ATP,
l’azione dell’ossigeno, la degenerazione dei mitocondri, e così via,
cose che mi sembra essere ignorate o, meglio,
sconosciute, salvo fare delle ricerche in rete
e sbatterle in faccia come documenti dogmatici.

L’uso del bicarbonato in chemioterapia va valutato
quando il bicarbonato avvolge la cellula malata,
e qui bisogna considerare le reazioni che si sviluppano,
l’ambiente diventa basico, si carica di ossigeno, fa respirare la cellula.
Ma è semplicemente assurdo pensare di modificare il pH
del sangue per fermare lo sviluppo della malattia:
può farlo solo una mente malata che fa esperimenti senza senso.

Per circa tre anni ho avuto colloqui scientifici con
un paio di oncologi che curano i loro pazienti da anni,
senza chiedere soldi, senza clamore, in silenzio,
e raccogliendo esiti positivi.
Questo a conferma del valore del pH in ambiente canceroso.

Se poi non è chiaro, io ho sempre parlato e precisato
del pH riferito ai tessuti, perché è quello che interessa
le cellule dentro e fuori, la disponibilità di
ossigeno e la loro respirazione.

L’omeostasi dell’equilibrio acido/base, riferita ai tessuti,
ha un valore limitato perché, quando si presentano eccessi di
produzione di acidi e relative carenze di ologoelementi
alcalini, l’omeostasi non ha più la
capacità di controllare il pH dei tessuti che, inevitabilmente,
va verso l’acido.
Un organismo che dispone di una saturazione costante
con oligoelementi alcalini, non ha problemi
con l’acidosi perché gli eccessi di acido vengono
tamponati regolarmente.

E, come dici, per tirare la conclusione, il pH acido non è una
concausa della malattia, ma semplicemente la causa prima.
E l’ordine di innesco della malattia viene dall’organismo
stesso che già a partire da pH 6,9 deve iniziare il suo percorso
di aggressione e distruzione dell’organismo, perché quello
è il percorso naturalmente previsto.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

SALIVA: misurazione del pH. 14/02/2017 12:53 #53156

  • elena
  • Offline
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 3100
  • Ringraziamenti ricevuti 1773
Mi fa piacere che si riportino dei riferimenti da SIRCUS,
in fondo è un grande sostenitore dei miei concetti
di medicina non convenzionale.

grande esempio di umiltà :P
:lol: :lol: :lol:

prima di sparare giudizi, sarebbe il caso di leggere bene le ricerche e ciò che ho scritto.
Ma non mi aspetto questo sforzo di "professionalità"
un ph a 6,9 è indice di cancerosità? allora siamo tutti fregati :sick:
riprendiamo il concetto di ph

Il pH è una grandezza che esprime l’acidità di una soluzione

E’ legato alla concentrazione di ioni idrogeno dalla relazione: pH=log10 1/[H+]=-log10[H+] cioè risulta uguale al logaritmo dell’inverso della attività degli ioni idrogeno. Poiché quanto maggiore è [H+] tanto maggiore è l’acidità, ne deriva che, essendo questa inversamente proporzionale al pH, valori bassi di tale grandezza corrisponderanno a forte acidità, mentre valori alti corrisponderanno a minore acidità o addirittura alcalinità (pH>7).

Per l’acqua pura (H2O), opportunamente de-gassata dalla CO2 ambiente, la concentrazione di ioni idrogeno a temperatura ambiente è: [H+]=10-7 grammo-ioni per litro, perciò il relativo pH sarà pH=log(1/10-7)=7 che corrisponde, al valore della neutralità. In altre parole, la neutralità è la situazione in cui la concentrazione degli ioni [H+] è uguale a quella degli ioni [OH-]. Ne consegue che, quando il pH è inferiore a 7 la soluzione sarà acida, quando è superiore a 7 sarà alcalina. Infatti la scala dei valori del pH si estende: dal valore 0 (ad esempio i cosiddetti acidi forti: Acido Cloridrico--HCl, Acido Nitrico--HNO3, Acido Solforico--H2SO4) ; prevalgono gli ioni H+ e la soluzione è acida (0<ph<7)

al valore 14 in cui [H+]=vale 10-14 (ad esempio le cosiddette basi forti: Idrossido di Sodio--NaOH, Idrossido di Potassio--KOH). Prevalgono gli ioni ossidrile OH- e la soluzione è basica (7<ph<14)
Il pH del sangue ha un campo di variazione limitato, come si sa, tra pH 7,35 - 7,45, quindi è leggermente basico. Quando una cellula lavora, attiva continuamente le proprie pompe per scaricare nell'ambiente circostante i rifiuti dei propri metabolismi, per cui ogni disfunzione a livello di matrice extracellulare (o intracellulare) diventa un problema per l'ambiente nel quale deve vivere la cellula, (o la cellula stessa quando non riesce a liberarsi degli scarti) visto che in quell'ambiente ci devono essere meccanismi efficienti di drenaggio, tamponamento e riconversione delle sostanze. Stiamo parlando di meccanismi primordiali che fanno parte del programma di sopravvivenza della cellula. Ma questi programmi da cosa sono sostenuti?

30 anni fa cominciai a studiare le variazioni dei comportamenti della cellula nel proprio ambiente proprio grazie agli studi di Calligaris, e ho sperimentato in vitro (e in vivo) le diverse risposte a determinati stimoli. Mi spiace che non ho filmato, come magari ha fatto AlexPio coi suoi esperimenti, i vetrini, ma quello che ho visto è stato (per me all'epoca) dirompente...
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. Naturopata
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

SALIVA: misurazione del pH. 14/02/2017 16:06 #53163

  • Clara
  • Offline
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 2975
  • Ringraziamenti ricevuti 1672
In questo lavoro e in quello che avevo postato, ma ce ne sono altri, si legge:

Nel 1930 Warburg aveva osservato che " le cellule tumorali viventi sono in grado di convertire i carboidrati in acido lattico " Successivamente, per oltre 50 anni, è stato ipotizzato che le cellule tumorali avessero un pH intracellulare acido (pHi ).
La misurazione con microelettrodi del ph di un tumore sembrava confermare che il pH delle cellule tumorali fosse basso. Tuttavia, quando la Spettroscopia di Risonanza Magnetica (MRS) è stata introdotta per lo studio dei tumori in loco, ha fornito un semplice mezzo, non invasivo per la misurazione del ph , ed è risultato che le cellule tumorali hanno un pH neutro o leggermente alcalino. Nei tumori dunque è il fluido extracellulare che è relativamente acido.
www.researchgate.net/profile/John_Griffi...1b17e1502d000000.pdf
Ultima modifica: 14/02/2017 16:07 da Clara.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

SALIVA: misurazione del pH. 14/02/2017 16:24 #53164

  • Clara
  • Offline
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 2975
  • Ringraziamenti ricevuti 1672
Elena, per ciò che riguarda la carne nella propria alimentazione tengo però a sottolineare che la Paleo dieta ha dimostrato possedere ottime capacità antiinfiammatorie e specialmente nel morbo di crohn.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
Ringraziano per il messaggio: Marco R.

SALIVA: misurazione del pH. 14/02/2017 16:52 #53166

  • Ferruccio
  • Offline
  • Bannato
  • Messaggi: 930
  • Ringraziamenti ricevuti 350
Se vogliamo restare sulle cellule cancerose, è meglio fissare i paletti:
più il fluido extracellulare è acido, meno ossigeno sarà disponibile per la cellula.

La cellula si alimenta di glucosio che, in assenza di ossigeno, si trasforma in acido lattico
distruggendo i mitocondri e quindi la cellula invece di produrre 32 ATP
scende a produrne molto meno, fino a due,
nel caso di massima acidità.

A questo punto si avvia in pieno la moltiplicazione delle cellule cancerose.

Offrendo alla cellula Rubidio, Cesio, Potassio, si crea un ambiente alcalino
che riattiva la cellula a diventare sana quasi immediatamente.
Le cellule più mal ridotte vanno a morire.

La stessa cellula si riattiva, se possibile o va a morire se è malmessa, se è avvolta
da un ambiente carico di bicarbonato, e quindi c'è una congrua disponibilità di ossigeno,
e questo può avvenire nel giro di ore - qualche giorno,
in funzione della massa maligna presente.

Questi sono i concetti semplici e schematici da prendere in considerazione.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

SALIVA: misurazione del pH. 14/02/2017 16:57 #53167

  • Clara
  • Offline
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 2975
  • Ringraziamenti ricevuti 1672
In riferimento invece al mio primo post , (Ferruccio non so che dirti, studi falsificati? Io preferisco pensare che vi siano questioni ambigue e complesse e che il campo del sapere sia in evoluzione)

Il microambiente del tumore è caratterizzato da acidosi, che è dovuto alla produzione di ioni idrogeno da acido lattico da glicolisi ( "effetto Warburg") e da altre fonti, come l'acido carbonico e idrolisi .
L'acidosi può essere citotossica, ritardare la proliferazione delle cellule tumorali, indurre dormienza e portare ad apoptosi . Microarray e studi biochimici hanno dimostrato che l'acidosi inibisce le attività di glicolisi e Akt nelle cellule del cancro al seno, e la firma genica indotta da acidosi acuta è correlata con prognosi favorevole nei pazienti con tumore della mammella .
Tuttavia, acidosi cronica si propone come una pressione di selezione per cellule di cancro evoluzione somatica in maniera darwiniana . L'autofagia è un meccanismo di protezione per le cellule tumorali di sopravvivere in acidosi cronica . E 'anche dimostrato che l'acidosi facilita l'invasione delle cellule tumorali degradando la matrice extracellulare . Così, i ruoli di acidosi in biologia tumorale sono molto complessi, a seconda del contesto acuto, rispetto agli effetti cronici e il contesto biologico.

www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3821613/
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

SALIVA: misurazione del pH. 14/02/2017 18:16 #53169

  • Ferruccio
  • Offline
  • Bannato
  • Messaggi: 930
  • Ringraziamenti ricevuti 350
Ho conosciuto bene l'ambiente della medicina classica e ho visto
troppe volte falsificare certi studi,
magari sottodosando o eccedendo,
comunque non rispettando i valori previsti dal test.
Questa è una delle ragioni per cui la medicina classica non mi ha mai interessato.
Ma a questo aggiungo la "non volontà" di accettare quegli studi che
a tale medicina non interessano per ovvi motivi.

Poi teniamo presente che i mezzi di cui dispone la medicina classica,
non sono in grado di vedere e studiare l'origine delle malattie, ossia,
se poniamo la gravità delle malattie su una scala da 1 a 10,
la medicina classica è capace di interpretare i valori solo dal
terzo - quarto gradino in poi.
Quindi non dispone di tutta una serie di informazioni che invece
sarebbero fondamentali per spiegare tutti i problemi.
Ma questo alla medicina classica non interessa.
E così nascono arrancamenti sugli specchi, ma chi non è
del settore non lo sa, solo per gettare fumo negli occhi
di chi accetta passivamente e crede in modo dogmatico.

Comunque sia, con la medicina non convenzionale
rendiamo semplice la comprensione dei vari problemi,
affinchè tutti possano capire con facilità e senza fare confusione.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

SALIVA: misurazione del pH. 15/02/2017 05:55 #53180

  • alexpio
  • Offline
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 441
  • Ringraziamenti ricevuti 378
Ferruccio ha scritto:
I patogeni si sviluppano in ambiente acido, e solo in quell’ambiente. Non esistono patogeni che diventino aggressivi
in ambiente basico, non so da dove provengano simili studi, ma sono falsi o falsificati.....


Ci risiamo........... quanti anni sono che sto aspettando che mi spieghi perche' lo HIV lo trovi nel sangue, nello sperma, nel latte materno e nel retto, che sono tutti ambienti con PH superiore al 6, e non sopravvive in vagina con PH a 4.5?

Quanti anni sono che aspetto che mi spieghi perche' la candida albicans, pur riuscendo a vivere in ambienti con PH che vanno da 2 a 10, per diventare virulenta va a crearsi un ambiente con PH superiore a 7 secernendo ammoniaca? Hai mai visto o sentito di una donna affetta da candida vaginale con PH a 4,5?

Attendo fiducioso una tua risposta, sperando che sia la volta buona.


P.S. dimenticavo....... Manfred Von Ardenne..... la multi step oxygen therapy ( qui' anche Pino potrebbe essere interessato, peccato che questo signore e' arrivato 50 anni prima di lui ) portare il ph sotto il 6.5 per acidificare il cancro....... la funzione della quercetina...

cerca Francois, cerca, magari troverai qualche altro noto sostenitore dei tuoi concetti
who knows least obeys best
Ultima modifica: 15/02/2017 05:56 da alexpio.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
Ringraziano per il messaggio: elena

SALIVA: misurazione del pH. 15/02/2017 11:39 #53188

  • Ferruccio
  • Offline
  • Bannato
  • Messaggi: 930
  • Ringraziamenti ricevuti 350
Pio

di HIV penso di aver palato 2 volte in occasione di
discussioni specifiche, e ribadisco quanto detto:

HIV è una derivazione dello scorbuto perché fornendo
al paziente multidosi di C, il valore che esprime HIV
regredisce a indici infinitesimali, ossia si ritira a livello
di pleomorfo.

Quando ho partecipato a test per la diagnostica preventiva precoce,
ed era il periodo in cui si parlava tanto di HIV, è stata testata una giovane
signora che evidenziava tale presenza.
Allarmati, abbiamo fatto opportune valutazioni e siamo
giunti alla conclusione pratica sopra descritta.

I pleomorfi sono presenti in tutti i tessuti di tutto il
corpo e testando il sangue, si vedrà quanto sono aggressivi.
Poi la loro aggressività si rende più o meno cattiva in funzione
della debolezza maggiore o minore dei tessuti.

Purtroppo non dispongo degli studi da te citati,
quindi riferisco le note in mio possesso.
Penso però che bisognerebbe avere più materia di
studio, per quanto riferisci, al fine di una valutazione più approfondita.

Sulla Candida tralascio le informazioni comuni e riassumo:
prende il sopravvento quando manca la flora normale nell’intestino a
causa di antibiotici o forte disbiosi.
E’ un fungo e quindi la troviamo sempre presente quando i tessuti
sono fortemente acidi, vedi tessuti cancerosi.
Il bicarbonato la fa regredire.
Se dà fastidio sulla pelle o parti del corpo esposte, basta usare
una soluzione di bicarbonato o sapone allo zolfo o
tintura di iodio.
Lo iodio è uno dei peggiori nemici per la Candida.
Se l’organismo è saturo di iodio non risultano reazioni
da parte della Candida.
In pratica, un pH dei tessuti a 7,4 la tiene lontana dall’essere
aggressiva, e tale pH conferma un corpo saturo di
oligoelementi alcalini.

Gli strumenti che ho usato non confermano alcuna virulenza
di alcun patogeno per un corpo sano e a pH 7,4.

Come detto, se disponi di studi diversi, valutiamoli.

Per quanto riguarda Ardenne, se avesse avuto pazienti a pH 7,4
e con tessuti saturi di oligoelementi, forse i suoi studi non
avrebbero avuto seguito.
In termini pratici, un ossimetro aiuta a valutare la condizione di un
organismo con pH acido, ossia povero di ossigeno,
e un pH 7,4 ossia carico di ossigeno.

Naturalmente, ribadisci con precisazioni molto chiare
per quanto non ti soddisfa.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

SALIVA: misurazione del pH. 15/02/2017 13:57 #53192

  • Ferruccio
  • Offline
  • Bannato
  • Messaggi: 930
  • Ringraziamenti ricevuti 350
Pio

permettimi ancora un pensiero:

trovo strano che una persona del tuo livello scientifico si
rivolga a me per porre domande per le quali tu
dovresti già avere abbondanti risposte esaurienti.
Io sono uno che parla con l'uomo della strada, l'uomo semplice
e forse privo di cultura, ma al quale io mi rivolgo con
un linguaggio altrettanto semplice spigando i suoi
problemi, non certo parlando di frequenze,
ma come trovare rimedio assumendo l'estratto di
carciofo, la C, supplementi di magnesio
e mangiando verdure del campo.

Mi resta uno strano ronzio all'orecchio.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

SALIVA: misurazione del pH. 15/02/2017 14:21 #53193

  • Clara
  • Offline
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 2975
  • Ringraziamenti ricevuti 1672
Ferruccio mi perdonerai se intanto rispondo io.

Voglio dirti una cosa “semplice”.

Cerca di distinguere i livelli delle conversazioni che avvengono sul forum.

Quando si prendono in esame gli studi certamente ci troviamo in un territorio che ha una complessità, che ha delle difficoltà, che si pone sempre con nuove domande, con nuove ricerche e nuove scoperte, occorre perciò essere appena un po' attrezzati per affrontare gli argomenti e poterli dibattere.

Anche gli effetti dell'estratto di carciofo, semplice rimedio, sono stati visti attraverso l'occhio della chimica, che è una materia complessa per chi non l'ha studiata.

Detto questo, cerchiamo di non costruire falsi miti e ulteriori dogmi.

Se Alex ti fa una domanda è perché è curioso di ricevere una risposta che attende da te , dice, da anni. E perchè semplicemente c'è un dibattito in atto.
Ultima modifica: 15/02/2017 14:25 da Clara.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
Ringraziano per il messaggio: elena

SALIVA: misurazione del pH. 15/02/2017 15:34 #53195

  • elena
  • Offline
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 3100
  • Ringraziamenti ricevuti 1773
Concordo in pieno con AlexPio e con Clara. Avevo scritto per l'appunto delle mancate risposte dei "professionisti" riguardo a virus che proliferano in piena basicità. Ma a parte questo, qui siamo tutti uniti nel cercare di darci una risposta, sperimentando, studiando, leggendo chi ha affrontato l'argomento prima ( e magari meglio ) di noi: è materia complessa senz'altro, e i risultati sono, come ho scritto, tutt'altro che univoci. Avevo detto di non sapere nulla riguardo ai finanziamenti di certa ricerca, e questo doveva bastare, però partire dal presupposto che quando non combaciano con i nostri concetti, i risultati sono falsificati, e quindi la ricerca va buttata nella pattumiera... piuttosto mettiamo il dato su un lato del nostro immaginario foglio e diamogli gerarchia minore.

quanto al ronzio nell'orecchio, è quello di chi non vuol sentire.
E' corretto fare divulgazione. Siamo qui per questo. Ma è altrettanto corretto fare educazione di più alto livello con la divulgazione. Significando che se c'è da spiegare cose complesse, si spiegano. Compreso il benessere derivante per esempio dal mangiare il carciofo, laddove le proprietà delle singole parti, prese una ad una e sommate insieme, hanno sempre meno valore di quelle dell'intero carciofo ( non è solo la cinarina ad avere effetti sul fegato ma la sinergia di tutti i componenti presenti nel carciofo stesso). E di cosa si può ottenere con una tintura madre piuttosto che con un estratto fluido piuttosto che con una polvere.
Sono cose complesse, a livello biochimico, ma si può trovare bene il modo di spiegarle, senza dover ricorrere a un parlare da terzomondisti privi di cultura perchè si ha un concetto dell'altro, del lettore, molto ma molto basso. E' li' la bravura!
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. Naturopata
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

SALIVA: misurazione del pH. 15/02/2017 16:38 #53197

  • alexpio
  • Offline
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 441
  • Ringraziamenti ricevuti 378
Ferruccio ha scritto:
Pio

di HIV penso di aver palato 2 volte in occasione di
discussioni specifiche, e ribadisco quanto detto:

HIV è una derivazione dello scorbuto perché fornendo
al paziente multidosi di C, il valore che esprime HIV
regredisce a indici infinitesimali, ossia si ritira a livello
di pleomorfo..

Francois,
molto serenamente, mettiamo che sia cosi' come tu dici, e non voglio contestartelo, ma questo cosa significa? Cosa significa regredire a livello di pleomorfo?

Non significa forse che prima aveva delle caratteristiche che lo rendeva piu' aggressivo, data l'abilita' di alterare forma e grandezza in funzione dell'ambiente in cui si trova, e che le multidosi di C lo fanno regredire a indici infinitesimali?

Significa questo? E questo risponde alla domanda che ti pongo da anni? Se quando e' cosi' aggressivo lo trovi nel sangue, nello sperma, etc., cosa significa? Non significa forse che ci sguazza in ambienti alcalini?

A me basterebbe che tu dicessi: " QUASI tutti i patogeni diventano aggressivi in ambiente basico"

Guarda che non e' cosi' semplice come credi o come vuoi far credere. Lo sai, ad esempio, che quasi tutte le forme di cancro al cervello si sviluppano in un ambiente piu' alcalino dell'ambiente normale?

Con la candida albicans che si autoalimenta secernendo ammoniaca per costruirsi un ambiente alcalino, a suo tempo t'ho fatto l'upload di diversi documenti che naturalmente tu hai rigettato perche' erano studi pubblicati dalla MU.

Il bicarbonato e lo iodio poi, sono antifungali, e lo zinco abbassa il PH, ed affermare che tutti e 3 sono efficaci contro la candida non significa che funzionano perche' innalzano il PH.

Sono invece daccordo con te quando affermi che prende il sopravvento quando manca la flora normale nell’intestino a
causa di antibiotici o forte disbiosi.

Qui' poi ti riporto un paragrafo molto interessante:

" Many pathogens are well recognized as being acid susceptible, but only recently has lactic acid, at physiological concentrations, been shown to be highly potent at killing BV ( Bacterial Vaginosis)-associated bacteria – all 17 of the most abundant BV-associated species are potently inactivated at pH 4.5 "

Le 17 specie di bacteria piu' abbondanti associati con la vaginosi batterica sono potentemente inattivate a PH 4.5


vaginosi batterica

Su Von Ardenne poi, puoi fare solo delle supposizioni. Quello che abbiamo sono i risultati da lui ottenuti e niente altro.

In quanto agli strumenti di diagnostica preventiva, e qui' rispondo anche a Clara, ho visto un Oberon ( strumento di diagnostica preventiva ) attaccato ad un cocomero, cosi' per perdere tempo, e diagnosticare problemi a reni ed occhi. Con questo non voglio dire che questi strumenti non funzionino, ma la cosa mi lascio' parecchio interdetto.

P.S. Francois, vuoi per favore smetterla con la solita frase: " da una persona della tua cultura....." ogni volta che non sei daccordo con me?

Cara Elena, suppongo che il tread che avresti aperto per me e' quello dell'antenna Lecher......... 29 visite in 11 giorni, 4 o 5 delle quali sono mie. Il forum semplicemente non e' pronto per certe discussioni, ma se ho del tempo libero cerchero' di dare il mio contributo.

love
who knows least obeys best
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

SALIVA: misurazione del pH. 15/02/2017 16:38 #53198

  • Ferruccio
  • Offline
  • Bannato
  • Messaggi: 930
  • Ringraziamenti ricevuti 350
Si cerchi di non travisare quanto da me scritto.

Partecipo per collaborare e penso sia lecito avere anche qualche dubbio
che penso possa essere chiarito.

Per le risposte non ho mai lesinato, e lo dimostra
il fatto che in tanti interventi ho ripetuto
più volte le stesse cose.
Bastava chiedere o sollecitare.

Per quanto riguarda la falsità di tanta ricerca, non lo dico io,
ma lo dice la letteratura medica,
lo si deduce da come sono stati condotti certi test.
E questo mi è stato evidenziato fin da quando ho cominciato a studiare la C.

E vorrei dire a Elena:
hai mai tenuto una lezione che parli di fisica quantistica e
frequenze a una platea di medici???
Ti rincorrono con il bastone.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

SALIVA: misurazione del pH. 15/02/2017 16:44 #53199

  • Clara
  • Offline
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 2975
  • Ringraziamenti ricevuti 1672
Non ho capito Ferruccio se sei d'accordo con "
A me basterebbe che tu dicessi: " QUASI tutti i patogeni diventano aggressivi in ambiente basico"
Le 17 specie di bacteria piu' abbondanti associati con la vaginosi batterica sono potentemente inattivate a PH 4.5
Ultima modifica: 15/02/2017 16:45 da Clara.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
Ringraziano per il messaggio: alexpio

SALIVA: misurazione del pH. 15/02/2017 17:20 #53201

  • elena
  • Offline
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 3100
  • Ringraziamenti ricevuti 1773
Francois conosco molti medici che lavorano con strumentazione bioenergetico quantistica. Nn concentrati in una singola città ma sparsi un po' in tutta Italia e sono in crescita. Gli omeopati e gli agopunturisti in testa.
Questo dato lascia ben sperare.
Siamo a un livello percentuale minimo rispetto al quorum ok. Ma è un movimento inarrestabile
Bisbigliano a bassa voce che sono contro ai vaccini xc oggi c'é il rischio della radiazione dall'albo. E nn strombazzano che si affidano a strumentazioni quantistiche o alla kinesiologia. Ok.
Ma ci sono
Con tanto di associazioni
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. Naturopata
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

SALIVA: misurazione del pH. 15/02/2017 17:25 #53202

  • Ferruccio
  • Offline
  • Bannato
  • Messaggi: 930
  • Ringraziamenti ricevuti 350
Non mi risulta che ci siano patogeni aggressivi in ambiente basico.
Lo studio dei pleomorfi, da cui si sviluppano i patogeni,
conferma che la "metamorfosi" in patogeni aggressivi avviene solo a
partire da pH 6,9 e a scendere fino a pH 6,5.

Chiarisci qualcosa di più sui 17 batteri citati a pH 4,5.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

SALIVA: misurazione del pH. 15/02/2017 19:40 #53206

  • elena
  • Offline
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 3100
  • Ringraziamenti ricevuti 1773
Domanda
E sotto 6.5 che succede?
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. Naturopata
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

SALIVA: misurazione del pH. 15/02/2017 21:52 #53207

  • alexpio
  • Offline
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 441
  • Ringraziamenti ricevuti 378
Ferruccio ha scritto:
Si cerchi di non travisare quanto da me scritto.

Partecipo per collaborare e penso sia lecito avere anche qualche dubbio
che penso possa essere chiarito.

Per le risposte non ho mai lesinato, e lo dimostra
il fatto che in tanti interventi ho ripetuto
più volte le stesse cose.
Bastava chiedere o sollecitare.


Infatti ho chiesto la stessa cosa per l'ennesima volta ( sono 5 anni ormai ), e per l'ennesima volta non mi hai risposto.
who knows least obeys best
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

SALIVA: misurazione del pH. 15/02/2017 22:09 #53208

  • Clara
  • Offline
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 2975
  • Ringraziamenti ricevuti 1672
Per proseguire il dibattito è necessario naturalmente che coloro che vi partecipano LEGGANO ciò che viene postato. Nel caso fosse sfuggito riporto il link dello studio citato da Alex
www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3743514/


Continuo
Una delle affermazioni più popolari della dieta alcalina è che può curare il cancro. Sostenitori dicono che è perché il cancro può crescere solo in un ambiente acido, una dieta net-alcalina può impedire la crescita delle cellule tumorali, e può eliminare le cellule tumorali esistenti. Questa teoria non è corretta per un paio di motivi. Prima di tutto, l'ipotesi dipende dalla capacità di alimenti di modificare sostanzialmente il pH del sangue e del liquido extracellulare, che ho già mostrato non è così. (8, 9, 10)

Secondo, il cancro è perfettamente in grado di crescere in un ambiente alcalino. Il pH del normale tessuto corporeo è 7,4, che è leggermente alcalino, e in quasi ogni esperimento fatto con le cellule tumorali, sono coltivate in un ambiente a quel pH. (11)

Ora, le cellule tumorali tendono a crescere meglio in un ambiente acido, ma la causalità è invertita.

Una volta che un tumore si sviluppa, crea il proprio ambiente acido attraverso up-regolata glicolisi e ridotta circolazione, in modo che il pH del sangue del paziente non determina il pH del cancro. (12)

Non è l'ambiente acido che causa il cancro; è il cancro che causa l'ambiente acido.

Qui il link all'articolo dove riporta gli studi a cui si riferisce.
chriskresser.com/the-acid-alkaline-myth-part-2/
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
Ringraziano per il messaggio: yagoo40, alexpio, miciofelix
  • Pagina:
  • 1
  • 2
  • 3
Tempo creazione pagina: 0.335 secondi

Salute Natura  Benessere
 

Realizzato un nuovo accordo commerciale! Sconto del 5% su centinaia di prodotti riservato ai foristi ADS. CLICCA per il codice PROMO.

 

arcobalenoErboristeria Arcobaleno

Sconto per lo shopping online. Solo gli iscritti al portale "Alleanza della Salute Forum di Medicina Ortomolecolare" potranno avvalersi di tale sconto che vale l' 8%. CLICCA