Benvenuto, Ospite
Forum della conoscenza acquisita. In questo forum potranno inserire post solo i moderatori per mettere in evidenza discussioni lanciate da altri ma che portano conoscenza certa e sperimentata. Questo è il trampolino per il portale.

ARGOMENTO: Multivitaminici e cancro, il rischio si riduce

Multivitaminici e cancro, il rischio si riduce 27/05/2013 19:48 #20246

  • Mario
  • Offline
  • Gold Boarder
  • Messaggi: 278
  • Ringraziamenti ricevuti 256
Sono oltre 14.000 i medici americani, di età superiore ai 50 anni, che hanno partecipato volontariamente al Physicians’ Health Study II (PHS II), primo e unico trial clinico che, ad oggi, ha raccolto evidenze circa i benefici e il profilo di sicurezza correlati all’assunzione quotidiana e prolungata di un integratore alimentare multivitaminico-multiminerale. I partecipanti allo studio hanno assunto giornalmente, per oltre 11 anni, un integratore alimentare multivitaminico-multiminerale completo e di qualità.
Si tratta di uno studio clinico gold standard, randomizzato, condotto in doppio cieco controllato verso placebo, ideato, scritto, condotto e pubblicato da un ente di ricerca indipendente ed autorevole, quale il National Institute of Health statunitense.
“Più di metà della popolazione americana assume un integratore alimentare e tra questi i multivitaminici sono quelli più diffusi.
Nessuno fino ad oggi aveva condotto uno studio di lungo termine per determinare gli effetti sulla salute legati ad un loro impiego costante e continuativo nel tempo” -, spiega il professor Howard Sesso, Associate Professor of Medicine, Harvard Medical School e Associate Epidemiologist, Brigham and Women's Hospital di Boston, uno dei direttori del progetto PHSII, che in occasione del congresso Pianeta Nutrizione & Integrazione ha presentato alla comunità scientifica italiana i risultati del trial. “Questo studio ci ha consentito di valutare l’impatto dell’integrazione multivitaminica nella prevenzione di alcune gravi patologie croniche. Ad oggi, sono emerse evidenze positive e significative in particolare rispetto al cancro: nei soggetti che assumevano quotidianamente il multivitaminico è stata infatti riscontrata una riduzione pari all’8% del rischio di cancro rispetto al gruppo trattato con placebo. Questo risultato suggerisce che l’integrazione multivitaminica può essere raccomandata a soggetti adulti per favorire dei benefici in termini di prevenzione del cancro, in aggiunta al già consolidato ruolo svolto nella prevenzione delle carenze vitaminiche e minerali”.
“Occorre sottolineare che i partecipanti arruolati in questo importante trial clinico americano erano soggetti a basso rischio di sviluppare il cancro, in quanto medici con stili di vita decisamente sani (basso consumo di alcol e tabacco, BMI corretto, dieta sana, abitudine all’esercizio fisico). Ciò attribuisce un valore particolare alla riduzione dell’incidenza del cancro osservata tra i gruppi randomizzati: una differenza che in una popolazione meno sana potrebbe risultare ancora più significativa. Lo studio offre quindi un’ulteriore conferma del ruolo fondamentale che i corretti stili di vita possono giocare nella prevenzione delle patologie oncologiche e dei benefici aggiuntivi che possono essere offerti dall’integrazione multivitaminica”– commenta il professor Francesco Cognetti, Direttore del Dipartimento Oncologia Medica dell’Istituto Regina Elena di Roma, intervenuto nel corso della tavola rotonda dedicata a “Nuove evidenze scientifiche e cliniche dell’uso dei multivitaminici e multiminerali per la salute e la prevenzione di patologie croniche. Ruolo dei vari operatori”, seguita alla lecture del Professor Howard Sesso e alla quale hanno partecipato anche altri autorevoli esperti italiani quali Claudio Cricelli, Presidente SIMG e Andrea Mandelli, Presidente Fofi.
“A fronte del progressivo aumento dell’età media della popolazione e di aspettative di vita sempre più lunghe, la promozione della salute e della prevenzione in particolare nella fascia d’età adulta e intorno ai 50-60 anni, si configura sempre più come una priorità sanitaria, anche in un’ottica di risparmio sui costi terapeutici ed assistenziali. Il medico di famiglia che spesso è il primo referente per questa tipologia di pazienti – è chiamato a svolgere un ruolo chiave su questo fronte.” - spiega il dottor Claudio Cricelli, Presidente della Società Italiana di Medicina Generale - “L’adozione di stili di vita sani, di movimento fisico adeguato e di una dieta il più possibile bilanciata e completa, a cui può aggiungersi anche l’impiego di un integratore multivitaminico pensato per compensare le specifiche esigenze nutrizionali di questa fascia d’età quando la sola alimentazione si rivela insufficiente, rappresentano dei veri e propri strumenti di prevenzione che il medico di base ha l’opportunità di prescrivere ai propri pazienti, per promuovere il loro benessere e ridurre il rischio di sviluppare patologie croniche”.
“È, infatti, scientificamente dimostrato che carenze, anche minime, di macronutrimenti essenziali come le vitamine e i minerali, possono rappresentare un fattore di rischio per lo sviluppo di numerose patologie croniche (diabete, obesità, etc.)” - spiega il prof. Michele Carruba, direttore del Centro di studio e ricerca sull’obesità dell’Università di Milano, intervenuto in un incontro stampa a margine della tavola rotonda -. “Una dieta completa ed equilibrata può assicurare all’organismo il corretto apporto di questi elementi, così importanti per la nostra salute. Purtroppo anche recenti indagini condotte sulla popolazione italiana confermano che la maggioranza delle persone ha difficoltà a seguire una dieta sana tutti i giorni e non sempre riesce, per esempio, ad assumere la giusta dose di frutta e verdura. Il problema delle carenze nutrizionali, con i rischi ad esse associati, risulta essere particolarmente diffuso nella popolazione più anziana. In questi casi, è necessario intervenire modificando le abitudini alimentari e, ove opportuno, ricorrendo anche al supporto aggiuntivo offerto dagli integratori alimentari”.
Mario
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
Ringraziano per il messaggio: Gabriele, salus, Lina

Multivitaminici e cancro, il rischio si riduce 27/05/2013 20:25 #20249

  • alex86
  • Offline
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 1271
  • Ringraziamenti ricevuti 198
Mario ha scritto:
I partecipanti allo studio hanno assunto giornalmente, per oltre 11 anni, un integratore alimentare multivitaminico-multiminerale completo e di qualità.

e gia qui... ci sarebbe da discutere su quale sia un Buon e completo multi.
Sulla dieta ci sono percentuali rilevanti di abassamento di incidenza con la dieta Vegana
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
Ringraziano per il messaggio: Gabriele, Lina

Multivitaminici e cancro, il rischio si riduce 27/05/2013 21:18 #20253

  • Mario
  • Offline
  • Gold Boarder
  • Messaggi: 278
  • Ringraziamenti ricevuti 256
Vezz concordo pienamente con Te.
Mario.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
Ringraziano per il messaggio: alex86, Lina

Multivitaminici e cancro, il rischio si riduce 27/05/2013 21:29 #20254

  • Lina
  • Offline
  • Gold Boarder
  • Messaggi: 210
  • Ringraziamenti ricevuti 59
Anch'io :)
"se non trovi il tempo per salvaguardare la tua salute, dovrai trovarlo per curare la tua malattia"
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Multivitaminici e cancro, il rischio si riduce 28/05/2013 00:45 #20260

  • Gabriele
  • Offline
  • Platinum Boarder
  • Account Deleted
  • Messaggi: 717
  • Ringraziamenti ricevuti 681
Le decine di migliaia di studi, sono realisticamente convinto che l'integrazione ortomolecolare sia un'ottima strada.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Multivitaminici e cancro, il rischio si riduce 28/05/2013 13:52 #20274

  • Mario
  • Offline
  • Gold Boarder
  • Messaggi: 278
  • Ringraziamenti ricevuti 256
Condivido,in pieno Gabriele.
Mario.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Multivitaminici e cancro, il rischio si riduce 28/05/2013 14:45 #20276

  • CMN
  • Offline
  • Platinum Boarder
  • Deus laudetur
  • Messaggi: 712
  • Ringraziamenti ricevuti 533
Visto la modesta, ma significativa cifra di riduzione del rischio di cancro (8%) siete curiosi di sapere che integratore multi vitaminico è stato testato?

IL CENTRUM SILVER www.centrum.com/

Praticamente il Multicentrum italiano, ovvero un integratore veramente di scarso valore quasi "soldi buttati via".

Pensate invece che risultati avrebbe dato un integratore che invece di soddisfare la RDA (cioè le dosi di pura sopravvivenza) supporta invece la salute e il benessere con dosi ortomolecolari.
Sarebbero stati costretti a non pubblicare i risultati o a "ritoccarli" secondo le esigenze di Big Pharma...
Rudy - I care
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
Ringraziano per il messaggio: Lina, Stefano

Multivitaminici e cancro, il rischio si riduce 28/05/2013 16:47 #20279

  • Stefano
  • Offline
  • Gold Boarder
  • Messaggi: 251
  • Ringraziamenti ricevuti 161
CMN ha scritto:
Visto la modesta, ma significativa cifra di riduzione del rischio di cancro (8%) siete curiosi di sapere che integratore multi vitaminico è stato testato?

IL CENTRUM SILVER www.centrum.com/

Praticamente il Multicentrum italiano, ovvero un integratore veramente di scarso valore quasi "soldi buttati via".

Pensate invece che risultati avrebbe dato un integratore che invece di soddisfare la RDA (cioè le dosi di pura sopravvivenza) supporta invece la salute e il benessere con dosi ortomolecolari.
Sarebbero stati costretti a non pubblicare i risultati o a "ritoccarli" secondo le esigenze di Big Pharma...

In effetti i dosaggi in alcuni prodotti sono quasi ridicoli, mi sono guardato i vari tipi e letto le eticchette (product labeling), la vitamina C oscilla tra 30 e 90 mg a pastiglia la E tra i 15 e i 35 UI viene da ipotizzare che i risultati positivi dello studio sono da attribuirsi al selenio che negli integratori americani è sempre presente in dosi abbondanti.
Comunque avevo visto poco tempo fa la pagina di centrum e guardato le etichette, non ci giuro ma mi sembra le formulazioni siano state ritoccate, mi sembra ci sia più magnesio e vitamina C rispetto al passato.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Multivitaminici e cancro, il rischio si riduce 28/05/2013 17:53 #20280

  • CMN
  • Offline
  • Platinum Boarder
  • Deus laudetur
  • Messaggi: 712
  • Ringraziamenti ricevuti 533
Se come valori prendiamo quelli del Centrum Silver Men 50+
(infatti l'indagine riguarda i medici maschi)
Le quantità sono quelle più sotto riportate, anche se ci sono differenze col prodotto venduto in Italia.
Salta all'occhio i 100 mcg di B12 invece nel prodotto venduto in Italia (Multicentrum select 50+) sono solo 3 mcg

Centrum® Silver® Men 50+

AMOUNT PER SERVING% DAILY VALUE

Vitamin A 3,500 IU (29% as Beta-Carotene) 70%
Vitamin C 120 mg 200%
Vitamin D 600 IU 150%
Vitamin E 60 IU 200%
Vitamin K 60 mcg 75%
Thiamin 1.5 mg 100%
Riboflavin 1.7 mg 100%
Niacin 20 mg 100%
Vitamin B6 6 mg 300%
Folic Acid 300 mcg 75%
Vitamin B12 100 mcg 1667%
Biotin 30 mcg 10%
Pantothenic Acid 10 mg 100%
Calcium 250 mg 25%
Phosphorus 20 mg 2%
Iodine 150 mcg 100%
Magnesium 50 mg 13%
Zinc 15 mg 100%
Selenium 100 mcg 143%
Copper 0.7 mg 35%
Manganese 4 mg 200%
Chromium 60 mcg 50%
Molybdenum 50 mcg 67%
Chloride 72 mg 2%
Potassium 80 mg 2%
Boron 150 mcg N/A
Nickel 5 mcg N/A
Silicon 2 mg N/A
Vanadium 10 mcg N/A
Lutein 300 mcg N/A
Lycopene 600 mcg N/A

Click here for more information
Rudy - I care
Ultima modifica: 28/05/2013 17:55 da CMN.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
Tempo creazione pagina: 0.200 secondi

Salute Natura  Benessere
 

Realizzato un nuovo accordo commerciale! Sconto del 5% su centinaia di prodotti riservato ai foristi ADS. CLICCA per il codice PROMO.

 

arcobalenoErboristeria Arcobaleno

Sconto per lo shopping online. Solo gli iscritti al portale "Alleanza della Salute Forum di Medicina Ortomolecolare" potranno avvalersi di tale sconto che vale l' 8%. CLICCA