Benvenuto, Ospite
La politica al contrario di quanto si possa credere influisce anche sulla nostra salute in questo forum ne discutiamo le ragioni.

ARGOMENTO: Fukushima: il punto della situazione

Fukushima: il punto della situazione 11/09/2015 08:46 #43436

  • elena
  • Offline
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 3100
  • Ringraziamenti ricevuti 1773
Nn sono riuscita a trovare l'altro post su fukushima , ne apro uno nuovo x dare aggiornamenti

L'articolo che riporto fa vedere cosa è successo alle margherite che crescono nei terreni a 70 miglia di distanza, a testimonianza dei danni genetici che ha subito il mondo vegetale in Giappone. Margherite che mostrano fiori fusi a gruppi di due o quattro, con petali che crescono anche sulle foglie. Arance unite a quattro con un unico stelo, pomodori coperti di tumori, cavolfiori fuori misura, insomma mutazioni genetiche spaventose. Anche la vita Marina non è da meno.
Ogni giorno si riversano 300 tonnellate di acqua radioattiva, anche se i pescatori giapponesi hanno fatto un tentativo di opporsi a una tale scelta. I pesci pescati contengono 2500 volte più radioattività da cesio 137 del consentito.
Il danno agli animali è parimenti enorme.
Il guaio è che la situazione non si è bloccata dal 2013 ad oggi. La contaminazione continua.

fukushimawatch.com/2015-07-30-deformed-d...amage-radiation.html
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. Naturopata
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
Ringraziano per il messaggio: yagoo40, erpiso, Alernd, Midiclò, miciofelix

Fukushima: il punto della situazione 13/02/2017 23:06 #53140

  • Clara
  • Offline
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 2975
  • Ringraziamenti ricevuti 1677
La situazione in questi giorni è oltremodo allarmante!

"E a proposito di livello di radiazioni, quello misurato nel reattore 2 dalla sonda è incredibilmente alto. L’analisi dei disturbi indotti all’elettronica dalle radiazioni vicino al foro nella grata, ha dato un risultato che è forse il più alto livello di radiazioni misurato finora sulla Terra: 530 Sievert/ora, contro i 75 Sievert/ora che la Tepco si aspettava. "

Fukushima, radiazioni altissime: fatto uscire anche il robot
www.quotidiano.net/esteri/fukushima-centrale-nucleare-1.2884104
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
Ringraziano per il messaggio: miciofelix

Fukushima: il punto della situazione 13/02/2017 23:45 #53143

  • elena
  • Offline
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 3100
  • Ringraziamenti ricevuti 1773
I media nn ne parlano per niente. C'è la congiura del silenzio.
Occhio che nn vede eccetera
Povera Terra
:(
E tanto per completare il quadro, lo spiaggiamento di 500 balene a far da corollario. Inquinanti acustici e chimici? Variazioni del campo geomagnetico? Tempeste elettriche? Sia quel che sia, xenobiotici (metalli pesanti e radioattivi in testa, ) il comun denominatore siamo sempre noi
Gli umani disumani... E la loro maledettissima idea che l'ambiente poiché è di tutti, sia di molto secondario all'idea della produzione in crescita, costi quel che costi
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. Naturopata
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
Ringraziano per il messaggio: miciofelix

Fukushima: il punto della situazione 14/02/2017 01:55 #53151

  • kik-ko
  • Offline
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 413
  • Ringraziamenti ricevuti 18
www.ilfattoquotidiano.it/2017/01/31/in-g...uo-cucciolo/3352735/

il giappone si macchia di continui crimini , distrugge le persone , la terra e i suoi abitanti nei modi più crudeli e è capace di una efferatezza demoniaca.

Hanno mandato il servizio sul tg5 , i delfini erano accerchiati dalle barche, avevano le teste fuori che sono tipiche e ricordano l'allegria, poi sono stati attaccati a morte , non potevano fuggire e i pescatori hanno tirato una specie di tenda tutto intorno alta e che non permetteva di vedere fuori, poi il mare è diventato rosso. Uno sterminio.

Non so che pensare, ho avuto i sudori freddi, quasi uno svenimento e poi la sera sono uscito per andare ad una festa ma ero nero e quando mi è tornato in mente quasi mi veniva male ed ero in mezzo alla gente....mi sono dovuto sedere e respirare per riprendermi... non ho mai visto o sentito di nulla di cosi malvagio e per me è impossibile una cosa del genere contro creature di questo tipo.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Fukushima: il punto della situazione 14/02/2017 12:57 #53157

  • elena
  • Offline
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 3100
  • Ringraziamenti ricevuti 1773
ci sono interessi giganteschi dietro a tutta la vicenda, come dicevo.

cover up della General Electric negli Usa su Fukushima...
fukushimawatch.com/

kik l'uomo in nome del dio danaro fa cose talmente terribili persino contro la sua stessa specie, (e spessissimo anche contro la propria famiglia o comunità), macchiandosi di crimini che al solo pensiero mi vengono le forze dello stomaco... io certi filmati non riuscirei neanche a vederli, tanto rivoltante è l'ombra nella quale quelle forme pensiero criminali involutive, di cui l'umanità è ancora succube, si nascondono...
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. Naturopata
Ultima modifica: 14/02/2017 13:02 da elena.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Fukushima: il punto della situazione 14/02/2017 14:16 #53159

  • Clara
  • Offline
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 2975
  • Ringraziamenti ricevuti 1677
è forse il più alto livello di radiazioni misurato finora sulla Terra: 530 Sievert/ora, contro i 75 Sievert/ora che la Tepco si aspettava[/quote]


Questo inquieta assai.
Ultima modifica: 14/02/2017 14:17 da Clara.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Fukushima: il punto della situazione 14/02/2017 15:22 #53161

  • elena
  • Offline
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 3100
  • Ringraziamenti ricevuti 1773
il problema è che non è solo una fotografia, Clara, di una realtà che comincia e finisce lì.
purtroppo la cosa è in movimento e non si ferma. E se leggi l'articolo fino in fondo, senza che ti cadano i capelli anche solo per la paura, non si parla di 530 ma di 650 sievert all'ora
per avere una idea di che voglia dire
un'esposizione di 4 sievert ucciderebbe una persona su 2. Essere esposti a 1.000 millisieverts - che equivale a 1 sievert - potrebbe condurre a impotenza, perdita di capelli e delle cataratte. L'esposizione a 100 millisieverts, sempre secondo gli esperti, incrementa il rischio di cancro
ma qui si parla di cifre assolutamente fuori scala
tanto che il loro robot si fonde dopo due ore

fusione dei noccioli dei reattori 1, 2 e 3: Al fondo del reattore sono stati inoltre individuati un buco di due metri e tracce di materia solida.
SMANTELLAMENTO SEMPRE PIÙ DIFFICILE. Al di là del potenziale pericolo, la situazione complica notevolmente il piano di Tepco per smantellare il reattore nucleare. Si ipotizzava infatti, di poter avere una situazione tale da poter dare il via ai lavori entro il 2021, con un impegno che avrebbe potuto richiedere anche 50 anni di lavori. Ma la situazione che si è venuta a creare impedisce di avvicinarsi al reattore numero 2

questo non ti inquieta ancora di più? ma di che contenimento stanno parlando questi idioti... (lo smantellamento sembra ormai un miraggio ma allora?)
Riguardo però agli sversamenti – acqua contaminata nell’oceano e forse nel terreno e nelle falde se il nocciolo ha bucato il fondo e la piscina di soppressione come si può ipotizzare anche per la falla osservata – il disastro nucleare giapponese potrebbe rivelarsi il più grave della storia. Ancora oggi, non si conoscono le condizioni del combustibile esausto immagazzinato all’esterno della struttura di contenimento del reattore a causa dell’elevato livello di radiazioni. Al suo interno, se i detriti nella falla dovessero risultare delle barre attive di combustibile, sarebbe la prima conferma che è fuso pure quello insieme ai noccioli dei tre impianti ed è precipitato nella vasca presumibilmente bucandola. Fatto sta che si ignorano a tutt’oggi le condizioni del combustibile fuso perchè è impossibile avvicinarlo.

poi si legge che il governo di Tokyo vuole ridar vita al processo di nuclearizzazione del Giappone per sopperire alla domanda energetica del paese. :dry: Il programma si denuclearizzazione prevedeva infatti l’abbandono graduale e totale dell’energia nucleare entro il 2030. Il governo presieduto dal premier Abe ha invece avallato la riattivazione dei 48 reattori nucleari presenti sul territorio, senza escludere in futuro l’apertura di nuove centrali. La storia più recente, acqua fresca... l'economia vuole i suoi morti. Milioni? a quanto pare, non frega nulla a nessuno...
intanto
L'industria giapponese accelera il passo a dicembre: la stima preliminare è stata infatti rivista ulteriormente al rialzo, confermando l'ottimo stato di salute dell'industria giapponese. Il dato definitivo sulla produzione industriale, pubblicato dal Ministero del Commercio Internazionale e dell'Industria giapponese (METI), ha segnato un incremento su base mensile dello 0,7%, rispetto al +0,5% della stima preliminare, anche se risulta ancora al di sotto del +1,5% di novembre. Il dato è anche superiore alle attese degli analisti, che indicavano una conferma di una crescita dello 0,5%. Su base annua la produzione ha evidenziato un incremento del 3,2%, superiore al +3% indicato inizialmente.
:evil:
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. Naturopata
Ultima modifica: 14/02/2017 15:31 da elena.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Fukushima: il punto della situazione 14/02/2017 19:11 #53172

  • elena
  • Offline
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 3100
  • Ringraziamenti ricevuti 1773
Ve lo ricordate questo film?
Contro il nucleare -Sindrome Cinese- un film di 3…:
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. Naturopata
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Fukushima: il punto della situazione 14/02/2017 21:05 #53175

  • kik-ko
  • Offline
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 413
  • Ringraziamenti ricevuti 18
di concreto cosa si puo' fare? dopo aver visto il servizio giornalistico mi sono informato ma non ho avuto risposte ai messaggi inviati ai vari comitati.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Fukushima: il punto della situazione 15/02/2017 07:58 #53181

  • elena
  • Offline
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 3100
  • Ringraziamenti ricevuti 1773
Il cesio 137 si concentra nel muscolo degli animali, purtroppo. Chi fa uso di carne può aiutarsi col potassio.
In America danno ioduro di potassio. Qui toccherebbe andare dal medico x farselo prescrivere, la vendita nn è da banco.
Inoltre toccherà decontaminare più a fondo la verdura e la frutta lasciandole un po' di più in acqua e argilla (c'è chi consiglia anche alghe in polvere)
Eleuterococco, gruppo B, C, clorofilla, germogli di grano, oligoelementi K, Cu, Mn, S, lavarsi spesso, assumere alghe (acido al ginnico impedisce entrata di stronzio radioattivo) e/o argilla verde ventilata (x il potere adsorbente), iodio (io consiglierei quello della Clark che è protettivo x lo stomaco, ma si può assumere anche naturalmente dai cibi, come il cocomero, zucca, cetriolo, rape, bietole, mirtilli, carciofi,carote, patate, spinacino,) , cibi fermentati, a partire dal miso, calcio e potassio (da alimenti o via ascorbati), zinco, enzimi, antiossidanti naturali, solforati, inositolo, betaglucani (broccoli e co.), aglio, ALA, e il glutatione o GSH (da prendere almeno liposomiale) MSM. Tutti prodotti che conosciamo bene. E che praticamente impediscono agli elementi radioattivi di depositarsi in organi e ghiandole.
E poi ... pregare...
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. Naturopata
Ultima modifica: 15/02/2017 08:03 da elena.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
Ringraziano per il messaggio: Clara, Midiclò

Fukushima: il punto della situazione 15/02/2017 13:56 #53191

  • Clara
  • Offline
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 2975
  • Ringraziamenti ricevuti 1677
ma qui si parla di cifre assolutamente fuori scala
tanto che il loro robot si fonde dopo due ore
Infatti ed è più che preoccupante per TUTTO l'ecosistema. Non sono mai stata catastrofista ma lo sto diventando purtroppo, forse per per davvero si sta passando il limite del non ritorno, forse lo abbiamo già passato.
Peccato.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Fukushima: il punto della situazione 15/02/2017 14:48 #53194

  • elena
  • Offline
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 3100
  • Ringraziamenti ricevuti 1773
sentivo la fox news, poco fa...
In California le radiazioni sono arrivate eccome... solo ora ne parlano...
Sono 5 anni che nessuno fa informazione al riguardo, men che meno in Italia, nessuno dice cosa mangiare, cosa evitare, e soprattutto nessuno capisce che non ci sarà danaro a sufficienza per bloccare l'intera Fukushima, perchè nessuno ha intenzione di investire lì. Si preferisce lasciare le cose così. Nessuno parla delle tonnellate di pesce trovate morte, e il cover up è stato totale. C'è una contaminazione globale. E la Tepco non sa che deve fare? e che ha fatto in questi 5 anni? E chi gli sta dando i soldi per fare altre centrali? Forse che i Media hanno avvisato di avviare protocolli per evitare di ammalarsi? C'è gente che ancora molto vivacemente sostiene il programma nucleare, ovunque, (qui abbiamo Ferruccio che ha fatto Coming out in materia, tanto basta un po' di vitamina C no? per tamponare l'effetto del plutonio o del cesio: ma siccome noi siamo democratici, in questo forum, gli lasciamo dire le sue bestialità al riguardo), c'è chi sostiene i vaccini, faranno anche il vaccino antiradiazioni? magari a base di Cesio Stronzio Uranio e Plutonio? c'è chi sostiene una medicina a base di radiazioni come medicina che cura! E usiamo normalmente tecnologia che ci rovina proprio grazie alle radiazioni. Ci si deve chiedere se costoro hanno istinti suicidari o genocidari, per mandare al Creatore la maggior parte dell'umanità non senza che questa abbia però fatto richieste di farmaci a più non posso, vaccini, interventi chirurgici, e comprato qualunque cosa che possa spingere in alto la produttività di cose assolutamente inutili ...

chi ci sta guadagnando in tutto questo disastro? Ce lo vogliamo chiedere?

A Fukushima c'è il cocktail più velenoso, finale, che può distruggere l'intero pianeta, eppure nessuno ne parla, perchè in fondo un po' di radiazioni fanno bene alla salute.
perchè nonostante abbiamo qui in Italia già detto no al nucleare, periodicamente si ripresenta l'idea dell'energia nucleare, nonostante sappiamo benissimo che gli impianti sono pericolosissimi e oltretutto succhiano più energia di quella che danno, alla fine hanno delle esternalità che diacronicamente, ( ce ne stiamo accorgendo da molti anni: se mi guardo attorno non vedo che tiroiditi, cancri e autoimmuni), hanno ricadute drammatiche sulla nostra salute? e solo chi riesce ad accedere all'informazione e ha abbastanza forza e danaro per portare avanti i costi di integrazione e prevenzione, può in qualche modo fare fronte a questo disastro

Nessuno chiede al Governo di fare qualcosa, anche a livello internazionale. Costringendo per via diplomatica i Giapponesi e gli Americani e tutti, ma proprio tutti su questa Terra, compresi i Governi che si stanno nuclearizzando per bilanciare gli Stati limitrofi, e sappiamo di che parliamo, a fermarsi e far fronte con ogni mezzo possibile per fermare questo voluto suicidio di massa.
E' un suicidio voluto, perchè costoro sapevano bene come stavano le cose, già fin dall'inizio la Tepco nascondeva, ma anche tutti gli altri implicati, e chi sapeva ha continuato a coprire e a non sviscerare "tutta" l'informazione, tanto noi siamo abbastanza idioti da farci tirare per il naso andando dietro ai calciatori o alle attricette del momento. Panem et circenses. Sappiamo che la fusione ha determinato un foro di 2 metri, ma sarà proprio così? o il foro è già arrivato fuori dalla Centrale? Avete idea di che vuol dire? Che hanno veramente nella testa questi geni del male?
scusate tanto, ma sono preoccupata, non catastrofista ma realista.
le radiazioni in fondo non si vedono
ma questo le fa diventare assolutamente innocue? tanto siamo in Italia e ci sentiamo al sicuro da Fukushima che sta nel "lontano" Giappone?
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. Naturopata
Ultima modifica: 15/02/2017 14:53 da elena.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Fukushima: il punto della situazione 15/02/2017 16:18 #53196

  • elena
  • Offline
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 3100
  • Ringraziamenti ricevuti 1773
Il quotidiano francese Le Figaro anticipa i risultati degli stress test condotti dalle autorità europee dopo la tragedia di Fukushima. Dei 58 reattori francesi (su 134 in Europa), nessuno è risultato completamente in linea con le misure di sicurezza richieste, in particolare sul fronte dei possibili danni sismici
Nucleare francese: Considerazioni sull’incidente di Flamanville, che si sta avviando al traguardo dei 40 anni. In Francia ben 42 reattori hanno superato la soglia dei 30 anni e la maggioranza si sta avvicinando (alcuni sono già oltre) alla soglia dei 40 anni

Allarme radiottività in Inghilterra: chiusa una centrale nucleare in Inghilterra (2014) a Sellafiled

Cina: passata Fukushima, il nucleare torna al centro della strategia energetica

Una caverna geologica per lo smaltimento dei rifiuti costa all’incirca 2 miliardi di euro (come quella che si sta realizzando in Finlandia), mentre una centrale da 1.500 MW di ultima generazione costa tra i quattro e i cinque miliardi di euro. I costi per lo smantellamento dell’impianto sono a carico del gestore che è obbligato per legge ad accantonare una certa somma di denaro che servirà per smantellare l’impianto o in gergo tecnico riportarlo a prato. Sul tema assicurativo sono anche in questo caso i gestori a pagare delle assicurazioni che coprono in caso di incidenti. (Ing Bosetti pro nucleare 2012)
"le centrali in costruzione in Francia e in Finlandia (dello stesso tipo di quelle che si vogliono fare in Italia) stanno costando il doppio di quello che era stato preventivato (anche i tempi di costruzione si sono raddoppiati) e i loro costi veri coincidono con quelli denunciati dalle società finanziarie (Moody’s; Standard&Poor; etc) che, essendo quelle che ci dovrebbero mettere i soldi, fanno capire che il nucleare non conviene a meno che lo Stato non lo finanzi con denaro pubblico, magari aumentando le tariffe. Non c’è al mondo un deposito che funzioni per rifiuti di III categoria (quelli più pericolosi) mentre gli altri, che sono milioni di metri cubi, continuano ad essere ammucchiati in depositi che poi si rivelano insicuri, come la miniera di sale di Asse in Germania in cui l’acqua ha corroso i bidoni e la radioattività ha contaminato il suolo e le falde. Le corti dei conti di Francia, Stati Uniti, Germania e Inghilterra hanno calcolato che la spesa per sistemare le scorie e smantellare le centrali va dai 60 agli oltre 100 miliardi di dollari per ciascun paese: per questo il demmissioning non si fa se non per piccoli reattori di ricerca. Se in Italia, dopo oltre venti anni dalla chiusura del vecchio nucleare, non si è trovato il modo di sistemare le scorie che giacciono a Saluggia, Trisaia, Trino, Caorso, Latina e Garigliano nonostante i miliardi prelevati dalle nostre tasche attraverso le tariffe elettriche, figuriamoci a quali disastri può portare la costruzione di nuove centrali nucleari" (comitato contro il nucleare referendum in Italia)

Mi chiedo: e se il gestore non ci vuol mettere soldi? Se i soldi richiesti non coprono la difficile o impossibile risoluzione degli stessi?

A Fukushima da qualche parte sotto la centrale, in punti non identificati, ci sono tre “blob” di roba tremendamente radioattiva: il corium, il frutto della fusione del nocciolo di tre reattori nucleari. Quante persone ne sono consapevoli? A Chernobyl il “blob” fu uno solo, prontamente localizzato e isolato dall’ambiente circostante con il famoso sarcofago, mentre in Giappone non é stato ancora possibile farlo: la tragedia prosegue e ogni giorno genera 500 tonnellate di acqua fortemente radioattiva.In molti siamo rimasti alla prima versione della Tepco con la sua tranquillizzante stima secondo la quale era “danneggiato” (danneggiato, non fuso…) il 70% del combustibile nucleare nel reattore 1, il 33% nel reattore 2 e possibilità di “danni” anche al combustibile del reattore 3.
Adesso invece é generalmente riconosciuto che nei tre reattori di Fukushima é avvenuto un “melt through”: il combustibile nucleare si é fuso insieme all’acciaio dell’involucro di contenimento entro il quale avvengono le reazioni nucleari ed é uscito dai reattori.
Lo ha scritto ad esempio la prudentissima e attentissima agenzia Reuters in occasione di questo quinto anniversario della tragedia. La Tepco ha iniziato le prime ammissioni solo nel novembre 2011 – otto mesi di ritardo – parlando di possibili “danni” all’integrità dell’involucro di contenimento del reattore 1. Il resto é arrivato goccia a goccia e talvolta per vie indirette: alla luce di questo, é ragionevole chiedersi se, e fino a che punto, la Tepco ammetta la gravità dei problemi attuali e se le informazioni di pubblico dominio siano sufficienti a tratteggiare il quadro della situazione.

I blob radioattivi
Come si é arrivati alla consapevolezza del triplice “melt through”? Nel 2015 sono iniziate le ricerche dei resti del combustibile nucleare, per rimuoverli o almeno per isolarli in qualche modo come a Chernobyl. Grazie alla scansione a muoni è emerso che non c’é più combustibile nucleare nel reattore 1 (la fonte é un articolo sulla rivista scientifica Science, riservato agli abbonati) e che ben poco ne sarebbe rimasto nel reattore 2 (per verificarlo bisognerebbe leggere il giapponese). Se il combustibile nucleare non é nel reattore ne consegue che ne é fuoriuscito e che per farlo deve aver fuso l’acciaio dell’involucro di contenimento. E anche il reattore 3 ha affrontato la stessa mancanza di raffreddamento. Ma dove sono i “blob”, il risultato della fusione del combustibile e del reattore? Non si sa. La zona é troppo radioattiva per essere esplorata dagli umani e perfino dai robot.

L’acqua radioattiva
I “blob”, ovunque si trovino, devono essere continuamente raffreddati. Infatti migliaia di persone ogni giorno lavorano a Fukushima: lottano contro la radioattività e contro l’acqua radioattiva. Si versa acqua su quel che resta dei reattori, con lo scopo di impedire che il “blob” si riscaldi. Si pompa via l’acqua per 500 tonnellate al giorno della falda sotterranea, che si infiltra negli scantinati e diventa altamente radioattiva. Nessuno sa bene cosa farne: pur se viene decontaminata, dato che non é possibile però rimuoverne completamente la radioattività, viene stoccata in serbatoi. Attualmente attorno alla centrale ci sono già circa mille serbatoi, ciascuno dei quali contiene 1000 tonnellate di acqua e continuamente ne vengono costruiti di nuovi.

Pacifico radioattivo
Si ritiene che l’acqua di falda radioattiva raggiunga l’oceano Pacifico, sulla cui riva si trova Fukushima, ma la Tepco sostiene che il suo impatto sia limitato all’interno del porto sul quale si affaccia la centrale nucleare e che il problema dell’acqua verrà risolto con la costruzione di un muro di ghiaccio sotterraneo attorno alla centrale nucleare. Il progetto tuttavia é stato bloccato dall’autorità nipponica di regolamentazione nucleare che ha obiettato che una volta realizzato il muro sotterraneo, l’acqua radioattiva nelle cantine raggiungerebbe il livello del suolo, traboccherebbe fuori dall’edificio, e prenderebbe comunque una strada verso il mare.
In poche parole nessuno sa cosa fare. (da M5S 2016)

Fukushima cinque anni dopo: radiazioni 35 volte superiori al massimo consentito
Gli abitanti vengono forzati a rientrare nelle loro case, nonostante la contaminazione sia ancora a livelli altissimi, per bloccare i risarcimenti agli evacuati dal 2018. Lo conferma anche un rapporto di Greenpeace

2015: Le ultime rilevazioni della Tepco parlano di 4,01 microSievert/ora.

mi chiedo: se oggi siamo a 650, cioè a distanza di 2 anni siamo passati da 4 a 650, vi pare possibile?

Danni ambientali. Di tutte le tonnellate di acqua (400 tonnellate al giorno) stoccata e pompata dai tecnici della Tepco per tenere l'impianto al di sotto della temperatura "subcritica" di 100 gradi centigradi e impedire una fusione nucleare, non si sa quante decine siano state sversate in mare. E quante ancora oggi, secondo l'allora premier giapponese Naoto Kan, anche se la Tepco nega. L'acqua contaminata pompata dal sottosuolo e presente nei pozzi, infatti, sta fuoriuscendo spontaneamente verso l'oceano. Tepco ha costruito una barriera sotterranea di contenimento che, pare, non funzioni. ll rapporto di Greenpeace dice che Fukushima
avrà impatti ambientali per secoli e che il programma di decontaminazione del governo non ne ridurrà la portata. "Purtroppo, temo che Greenpeace abbia ragione", ha ribadito l'ex premier giapponese Naoto Kan. (2015 Green peace)
Fukushima, “cinque anni dopo mutazioni negli alberi e coste contaminate”. Il costo del disastro stimato in 110 miliardi (2015)

mi chiedo: che sta concretamente facendo Tepco e il Giappone (e il mondo intero se per questo) per mettere in sicurezza l'impianto senza sversamenti o catastrofi già più di quanto stiamo soffrendone? quali costi dovrebbero affrontare realmente? e hanno intenzione di farlo?
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. Naturopata
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
Ringraziano per il messaggio: Clara

Fukushima: il punto della situazione 15/02/2017 22:15 #53209

  • Clara
  • Offline
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 2975
  • Ringraziamenti ricevuti 1677
Ed ecco le rassicurazioni... è un commento alla fine di questo articolo www.qualenergia.it/articoli/20170207-gro...ima-che-si-fare-ora-
...Il materiale radioattivo disperso nel Pacifico in seguito all’evento ammonta a 20mila miliardi di Bq.
Per quanto i danni nei pressi delle coste della regione di Fukushima siano significativi, e dove le perdite continue impediscono la pesca e l’allevamento, l’acqua radioattiva si disperde nell’oceano Pacifico, vasto circa un terzo della superficie terrestre e profondo in mediamente quattro chilometri. Qualunque notizia di oceani contaminati e radiazione che giunge sino in America, Tonni e Salmoni radioattivi ed altre scemenze è completamente falsa: l’aumento di radioattività nell’oceano è trascurabile ed inferiore alla radioattività del carbonio 14 e potassio 40 naturalmente presenti in mare. Anche considerando solo la regione in prossimita delle coste della Prefettura di Fukushima, le perdite dei reattori ammontano a meno di una parte su 100mila della radioattività presente. Se comprendiamo l’intero Oceano Pacifico, la radioattività aggiunta costituisce meno di un100 milionesimo del totale.Prof. Ettore Ruberti
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
Ringraziano per il messaggio: Marco R.

Fukushima: il punto della situazione 17/02/2017 09:48 #53236

  • Clara
  • Offline
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 2975
  • Ringraziamenti ricevuti 1677
Sono andata a cercare chi fosse questo signor Ettore Ruberti che ha scritto il commento di rassicurazioni che a me non rassicura tanto... Lavora all'ENEA

Ettore Ruberti è Ricercatore dell’ENEA, Dipartimento Biotecnologie, Agroindustria e Protezione della salute, inserito nel board di Direzione. I suoi campi di ricerca sono l’evoluzione biologica e l’entomologia applicata. Dal ’91 si occupa anche di idrogeno come vettore energetico e di fenomeni nucleari collettivi nella materia condensata. Rappresenta l’ENEA al Forum Italiano dell’Idrogeno ed è coautore del libro bianco sull’idrogeno “Linee guida per la definizione di un piano strategico per lo sviluppo del vettore energetico idrogeno”.
Dal ’97 è Professore a contratto di Biologia generale e molecolare all’Università Ambrosiana.
Ha sviluppato una nuova ipotesi sul ruolo svolto da un debole campo elettromagnetico in argille di origine magmatiche (le montmorilloniti) nella formazione delle prime macromolecole biologiche, ipotesi che sta sottoponendo a verifica sperimentale.
Sta approntando un Atlante di anatomia degli Insetti per cui ha sviluppato una nuova metodologia di lavoro.
Divulgatore scientifico, collabora con varie testate. Si occupa di fotografia naturalistica e scientifica, soprattutto in relazione al suo lavoro di ricercatore.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
Ringraziano per il messaggio: yagoo40, Marco R.

Fukushima: il punto della situazione 02/05/2017 23:37 #55042

  • Midiclò
  • Offline
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 491
  • Ringraziamenti ricevuti 185
Considerato che stanno rilevando cesio radioattivo sulle coste americane dell'oceano Pacifico, è ancora raccomandabile mangiare salmone selvaggio dell'Alaska?
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Fukushima: il punto della situazione 03/05/2017 00:52 #55044

  • Midiclò
  • Offline
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 491
  • Ringraziamenti ricevuti 185
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
Ringraziano per il messaggio: yagoo40
Tempo creazione pagina: 0.246 secondi

Salute Natura  Benessere
 

Realizzato un nuovo accordo commerciale! Sconto del 5% su centinaia di prodotti riservato ai foristi ADS. CLICCA per il codice PROMO.

 

arcobalenoErboristeria Arcobaleno

Sconto per lo shopping online. Solo gli iscritti al portale "Alleanza della Salute Forum di Medicina Ortomolecolare" potranno avvalersi di tale sconto che vale l' 8%. CLICCA