Benvenuto, Ospite
Molti sono stati velati altri sono andati sulle prime pagine dei giornali, tieniti aggiornato seguendo questa sezione.

ARGOMENTO: RADIAZIONI MAMMOGRAFIA FANNO SVILUPPARE CANCRO

RADIAZIONI MAMMOGRAFIA FANNO SVILUPPARE CANCRO 28/03/2012 11:11 #6495

  • elena
  • Offline
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 3100
  • Ringraziamenti ricevuti 1771
TRADUZ GOOGLE IN CODA
The Institute of Medicine is finally acknowledging the toxic effects of mammogram radiation as a significant factor in the development of breast cancer; just one mammogram can expose you to the radiation equivalent of 1,000 chest x-rays
Mammograms also carry an unacceptably high rate of false positives—up to six percent—which can lead to repeat screenings that expose you to even more radiation, as well as unnecessary medical procedures, including biopsies, surgery, and chemotherapy
A new study in the British Medical Journal highlights losses in quality of life related to the high rates of false positives and unnecessary treatment associated with breast cancer screening
Mammograms have been scientifically proven not to save women’s lives, and do not improve breast cancer survival rates over annual physical examination alone
Your immune system is your greatest weapon against breast cancer; research now shows that 30 percent of breast tumors go away on their own, because a healthy immune system is so adept at eradicating cancer
By Dr. Mercola

According to the National Breast Cancer Foundation, 200,000 new cases of breast cancer will be diagnosed each year in the US, making it three times more common than other gynecological cancers.

Breast cancer will claim the lives of 40,000 people this year.

In fact, the only type of cancer that claims the lives of more women is lung cancer.

Even more disturbing is the speed at which breast cancer rates have risen over the past 5 decades.

In 1960, one in 20 women was diagnosed—but today, it is one in seven.

The following are some important facts about this type of cancer:1

· Breast cancer is the leading cause of death for women age 40 to 55.

· 15 percent of all breast cancers occur in women under age 45; in this age group, breast cancers are more aggressive and have lower recovery rates.

· 80 percent of breast lumps are NON-cancerous.

· 70 percent of breast cancers are found through breast self-exams.

· About 80 percent of women diagnosed with breast cancer have no family history of breast cancer.

The toxic effects of mammogram radiation are finally being acknowledged as a significant factor in the development of breast cancer. Several recent studies have clearly shown that breast cancer screenings may be causing women more harm than good.

A new study published in the British Medical Journal (December 2011) confirmed that breast cancer screening may cause women harm, especially during the early years after they start screening.2 This harm is largely due to surgeries, such as lumpectomies and mastectomies, and other (often unnecessary) interventions. The study highlights losses in quality of life from false positive results and unnecessary treatment.

Fortunately, we're beginning to see the initial stirrings of change, as this latest report from the Institute of Medicine (IOM) shows, which calls into question the role environmental exposure may be playing in the development of breast cancer.3 The IOM committee is absolutely correct in calling for more research into the risks of various environmental exposures over the course of a woman's lifetime. Isn't it ironic that the mammogram—the principle diagnostic test given to women to help detect and prevent breast cancer—is responsible for increasing women's risk for developing it?

Mammogram Radiation is Much More Damaging than a Chest X-Ray

Mammograms use ionizing radiation at a relatively high dose, which can contribute to the mutations that can lead to breast cancer. You can get as much radiation from one mammogram as you would from 1,000 chest X-rays. Mammography also compresses your breasts tightly, which can lead to a dangerous spread of cancerous cells, should they exist. Dr. Samuel Epstein, one of the world's top cancer experts, has stated:

"The premenopausal breast is highly sensitive to radiation, each 1 rad exposure increasing breast cancer risk by about 1 percent, with a cumulative 10 percent increased risk for each breast over a decade's screening."

Breast Cancer Screening May Lead to Unnecessary Treatments and Surgeries that Can Actually SHORTEN Your Lifespan

Another concern is that mammograms carry an unacceptably high rate of false positives—up to six percent. False positives can lead to expensive repeat screenings, exposing you to even more radiation, and can sometimes result in unnecessary invasive procedures such as biopsies, surgery, radiation, and chemotherapy. In fact, if you undergo breast screenings, you have a 35 percent increased risk of having surgery.4 If a mammogram detects an abnormal spot in your breast, the next step is typically a biopsy.

This involves taking a small amount of tissue from your breast, which is then looked at by a pathologist under a microscope to determine if cancer is present. These biopsies are notoriously inaccurate, often leading to misdiagnosis and unnecessary treatments, not to mention undue emotional stress.

Just thinking you may have breast cancer, when you really do not, focuses your mind on fear and disease, and the stress is actually enough to trigger an illness. It is well established that stress has damaging effects on your health. So, a false positive diagnosis can be damaging to your health from multiple angles. In a 2009 Cochrane Database Systematic Review of breast cancer screening and mammography, the authors wrote:5

"Screening led to 30 percent overdiagnosis and overtreatment, or an absolute risk increase of 0.5 percent. This means that for every 2000 women screened for 10 years, one will have her life prolonged, and 10 healthy women who would not have been diagnosed if they had not been screened, will be treated unnecessarily."

Unfortunately, the disturbing scientific findings do not end there. This means that by having these breast cancer screenings, you may be shortening your life, rather than extending it. In reference to the 2011 BMJ findings about the damage being done by breast cancer screening, SayerJi of Green Med Info wrote:6

"What is perhaps most disturbing about these findings is that, while they clearly call into question the safety and effectiveness of breast screenings, the studies upon which they are based use an outdated radiation risk model, which minimizes by a factor of 4 to 5 the carcinogenicity ... What this indicates, therefore, is that breast screenings are not just 'causing more harm than good,' but are planting seeds of radiation-induced cancer within the breasts of millions of women."

Mammograms are NOT Really Saving Lives, Research Says

In September 2010, the New England Journal of Medicine, one of the most prestigious medical journals, published the first study in years7 to examine the effectiveness of mammograms. Their findings are a far cry from what most public health officials would have you believe.The bottom line is that mammograms seem to have reduced cancer death rates by only 0.4 deaths per 1,000 women—an amount so small it might as well be zero. Put another way, 2,500 women would have to be screened over 10 years for a single breast cancer death to be avoided.

So, not only are mammograms unsafe, but they are NOT saving women's lives, as was commonly thought. Past research has also shown that adding an annual mammogram to a careful physical examination of the breasts does not improve breast cancer survival rates over physical examination alone. If mammograms won't save you, then what will?

Cancer's Greatest Enemy: Your Immune System

Recent discoveries suggest that your immune system is designed to eliminate cancer. However, when you implement caustic medical interventions (such as radiation and chemotherapy) that damage your immune system so that it cannot respond appropriately, you are destroying your body's best chances for healing. Unfortunately, mammograms tend to increase the likelihood that women will undertake medical procedures that interfere with this natural healing ability. There is now a great deal of scientific evidence supporting the theory that your own immune system is your best cancer weapon:

· Individuals with liver or ovarian cancer survive longer if their killer T cells have invaded their tumors.

· A 2005 study showed that colon cancers that most strongly attract T cells are the least likely to recur after treatment.8

· Another study found that 60 percent of precancerous cervical cells (found on PAP tests) revert to normal within a year,and 90 percent revert within three years.9

· Some kidney cancers are known to regress, even when highly advanced.

The presence of white blood cells in and around a tumor is often an indication that the cancer will go into remission—or even vanish altogether—as this New York Times article explains.10 And breast cancer is no exception.

Thirty Percent of Breast Tumors Go Away on their Own

According to breast surgeon Susan Love of UCLA, at least 30 percent of tumors found on mammograms would go away if you did absolutely nothing.11 These tumors appear to be destined to stop growing on their own, shrink, and even go away completely. This begs the question—how many cancer cures that are attributed to modern interventions like chemotherapy and radiation, are actually just a function of the individual's immune system ridding itself of the tumor on its own? How many people get over cancer in spite of the treatments that wreak havoc on the body, rather than because of them? It is impossible to definitively answer this question.

But it is safe to say that the strength of your immune system is a major factor in determining whether or not you will beat cancer, once you have it.Nearly everyone has cancerous and pre-cancerous cells in their body by middle age, but not everyone develops cancer. The difference lies in the robustness of each person's immune system.

Dr. Barnett Kramer of NIH12 says it's becoming increasingly clear that cancers require more than just mutations to progress. They need the cooperation of surrounding cells, certain immune responses, and hormones to fuel them. Kramer describes cancer as a dynamic process, whereas it used to be regarded as "an arrow that moved in one direction" (e.g., from bad to worse). What does this mean for you?

The better you take care of your immune system, the better it will take care of you.

One way to strengthen your immune system is to minimize your exposure to mammograms and other sources of ionizing radiation. But you can also build up your immune system DAILY by making good diet and lifestyle choices. One of the best ways to do this is by optimizing your vitamin D level.

Vitamin D: Cancer Fighter Extraordinaire

Vitamin D, a steroid hormone that influences virtually every cell in your body, is one of nature's most potent cancer fighters. Receptors that respond to vitamin D have been found in almost every type of human cell, from your bones to your brain. Your liver, kidney and other tissues can convert the vitamin D in your bloodstream into calcitriol, which is the hormonal or activated version of vitamin D. Your organs then use it to repair damage and eradicate cancer cells.

Vitamin D is actually able to enter cancer cells and trigger apoptosis, or cancer cell death.

When JoEllen Welsh, a researcher with the State University of New York at Albany, injected a potent form of vitamin D into human breast cancer cells, half of them shriveled up and died within days.The vitamin D worked as well at killing cancer cells as the toxic breast cancer drug Tamoxifen, without any of the detrimental side effects and at a tiny fraction of the cost.

I strongly recommend making sure your vitamin D level is 70 to 100ng/ml if you've received a breast cancer diagnosis. You can achieve this through direct, safe exposure to ultraviolet light, or if this is not possible, by taking an oral vitamin D3 supplement. Vitamin D works synergistically with every cancer treatment I am aware of, without adverse effects. Please watch my free one-hour lecture on vitamin D for more information. For a comprehensive guide to breast cancer prevention and treatment, refer to this previous article. Some of the other research-based breast cancer fighters include the following:

· Eating plenty of fresh, whole, organic vegetables, especially fermented vegetables

· Avoiding all processed foods, and minimizing sugar, grains and starchy foods

· Vitamin A plays a role in preventing breast cancer; your best sources are organic egg yolks, raw milk and butter, and beef and chicken liver (from organically raised, grass pastured animals)

· Curcumin (the active agent in turmeric) is one of the most potent tumor-inhibiting foods; black cohosh, artemisinin, green tea, kelp, cruciferous vegetables and evening primrose oil also show promise in helping to prevent breast cancer

· Getting plenty of exercise daily

If You Are Diagnosed With Early Stage Breast Cancer

In the event that you are diagnosed with early stage breast cancer, always get a second opinion—and possibly a third and fourth. I cannot stress this enough, as false positive rates are just too high and the diagnostic criteria is too subjective.Before you make any decision about treatment, and definitely before you decide to have surgery or chemotherapy, make sure your biopsy results have been reviewed by a breast specialist who is knowledgeable and experienced in that field.

The majority of breast cancer is preventable. But if you are hit with that diagnosis, don't lose hope! There is a great deal you can do to harness your body's own powerful healing abilities.

References:



1 1 About Breast Cancer, The Breast Cancer Site.
2 Possible Net Harms of Breast Cancer Screening: Updated Modelling of Forrest Report, British Medical Journal, December 8, 2011: 343; d7627, James Raftery and Maria Chorozoglou.
3 Breast Cancer and the Environment: A Life Course Approach, Institute of Medicine of the National Academies, December 7, 2011.
4 Confirmed: Breast Screenings Cause More Harm Than Good, GreenMedInfo.com, January 5, 2012: Sayer Ji.
5 X-ray Mammography: For Every Woman Whose Life is Prolonged 10 Women's Lives will be Shortened, i.e. "Treated Unnecessarily", Cochrane Database of Systematic Reviews, October 7, 2009: 2009(4); CD001877, Peter C. Gotzsche and Margrethe Nielsen.
6 Confirmed: Breast Screenings Cause More Harm Than Good, GreenMedInfo.com, January 5, 2012: Sayer Ji.
7 Effect of Screening Mammography on Breast-Cancer Mortality in Norway, New England Journal of Medicine, September 23, 2010: 363(13); 1203-10, Mette Kalager, MD, et al.
8 Effect of Screening Mammography on Breast-Cancer Mortality in Norway, New England Journal of Medicine, September 23, 2010: 363(13); 1203-10, Mette Kalager, MD, et al.
9 Regression of Low-grade Squamous Intra-epithelial Lesions in Young Women, The Lancet, November 6, 2004: 364(9446); 1678-1683, Anna-Barbara Moscicki, M.D., et al.
10 Cancers Can Vanish Without Treatment, but How?, The New York Times, October 26, 2009: Gina Kolata.
11 Could This Be The End of Cancer?, Newsweek, December 12, 2011: Sharon Begley.
12 Cancers Can Vanish Without Treatment, but How?, The New York Times, October 27, 2009: Gina Kolata.
Source: CNN Health December 7, 2011

Source: Chicago Tribune Health November 21, 2011

Source: Institute of Medicine of the National Academies December 7, 2011

Source: National Cancer Institute Recommendations

Source: The Daily beast December 12, 2011

Source: New York Times October 26, 2009

Source: Lancet November 6, 2004

Source: The Breast Cancer Site

Source: New England Journal of Medicine December 22, 2005

Source: New England Journal of Medicine September 23, 2010

Source: Green Med Info January 5, 2012

Source: Green Med Info December 8, 2011

Source: British Medical Journal December 8, 2011

Source: Green Med Info October 7, 2009

Related Links:

Slash Your Breast Cancer Risk: Remove the Real Cause

Are Aluminum-Containing Antiperspirants Contributing To Breast Cancer In Women?

The ONE Thing That Can Slash Your Risk of Dying From Cancer Up to 50%






Il tuo più grande arma contro il cancro al seno (mammografia Non)
Posted By Dr. Mercola | 03 marzo 2012 | 14,543 views

Email: 119

Precedente

Prossimo


Storia a colpo d'occhio
• L'Istituto di Medicina sta finalmente riconoscendo gli effetti tossici delle radiazioni mammografia come un fattore significativo nello sviluppo del cancro al seno, basta una mammografia si può esporre a l'equivalente di radiazione di 1000 radiografie del torace
• Le mammografie anche portare un tasso eccessivamente elevato di falsi positivi-up a sei per cento, che può portare a ripetere proiezioni che si espongono alle radiazioni ancora di più, così come inutili procedure mediche, tra cui biopsie, chirurgia e chemioterapia
• Un nuovo studio sul British Medical Journal mette in evidenza le perdite in termini di qualità di vita legati agli alti tassi di falsi positivi e trattamenti inutili associati con lo screening del cancro al seno
Mammografia • Sono stato scientificamente dimostrato di non salvare la vita delle donne, e non migliorano i tassi di sopravvivenza al cancro al seno oltre annuale esame fisico da solo
• Il sistema immunitario è il vostro più grande arma contro il cancro al seno, la ricerca mostra ora che il 30 per cento dei tumori al seno va via per conto loro, perché un sano sistema immunitario è così abile a sradicare il cancro
By Dr. Mercola
Secondo il National Breast Cancer Foundation, 200.000 nuovi casi di cancro al seno saranno diagnosticati ogni anno negli Stati Uniti, il che rende tre volte più frequenti rispetto ad altri tumori ginecologici.
Il cancro al seno causerà la morte di 40.000 persone quest'anno.
In realtà, l'unico tipo di tumore che sostiene la vita a più donne è il cancro del polmone.
Ancora più preoccupante è la velocità con cui i tassi di cancro al seno sono aumentati negli ultimi 5 decenni.
Nel 1960, uno in 20 donne è stato diagnosticato, ma oggi, è uno su sette.
Di seguito sono riportati alcuni fatti importanti su questo tipo di cancro: 1
• Il cancro al seno è la principale causa di morte per le donne di età 40-55.
• il 15 per cento di tutti i tumori al seno si verificano in donne sotto i 45 anni, in questa fascia di età, tumori al seno sono più aggressivi e hanno tassi di recupero inferiori.
• 80 per cento dei noduli al seno sono non-cancerose.
• 70 per cento dei tumori al seno si trovano attraverso seno auto-esame.
• Circa l'80 per cento delle donne con diagnosi di cancro al seno non hanno una storia familiare di cancro al seno.
Gli effetti tossici delle radiazioni mammografia vengono finalmente riconosciuti come un fattore significativo nello sviluppo del cancro al seno. Diversi studi recenti hanno chiaramente dimostrato che gli screening del cancro al seno potrebbe essere la causa delle donne più male che bene.
Un nuovo studio pubblicato sul British Medical Journal (Dicembre 2011) ha confermato che lo screening del cancro al seno può provocare danni delle donne, soprattutto durante i primi anni dopo l'avvio screening.2 questo danno è dovuto in gran parte a interventi chirurgici, come ad esempio lumpectomies e mastectomia, e altri (spesso inutili) interventi. Lo studio mette in evidenza le perdite in termini di qualità della vita di risultati falsi positivi e trattamenti inutili.
Per fortuna, stiamo iniziando a vedere i primi fermenti di cambiamento, come questo ultimo rapporto dell'Institute of Medicine (IOM) mostra, che mette in discussione il ruolo dell'esposizione ambientale può giocare nello sviluppo della mammella cancer.3 Il comitato IOM è assolutamente corretto nel richiedere ulteriori ricerche sui rischi delle varie esposizioni ambientali nel corso della vita di una donna. Non è ironico che la mammografia, il principio test diagnostico dato alle donne per rilevare e prevenire il cancro al seno, è responsabile per aumentare il rischio delle donne per lo sviluppo di esso?
Radiazioni mammografia è molto più dannosa di un Chest X-Ray
Mammografia utilizza radiazioni ionizzanti ad una dose relativamente alta, che può contribuire alle mutazioni che possono portare al cancro al seno. È possibile ottenere le radiazioni tanto da una mammografia come si farebbe da 1.000 radiografie al torace. Mammografia comprime anche i vostri seni ermeticamente, che può portare ad una pericolosa diffusione di cellule cancerose, dovrebbero esistere. Dr. Samuel Epstein, uno dei maggiori esperti di cancro più importanti del mondo, ha dichiarato:
"Il seno in premenopausa è molto sensibile alle radiazioni, ciascuna esposizione di 1 rad aumentando il rischio di cancro al seno di circa l'1 per cento, con un complessivo 10 per cento un aumento del rischio per ciascuna mammella oltre un decennio di proiezione."
Screening del cancro al seno può portare a trattamenti inutili e interventi chirurgici che possono accorciare la durata della vita
Un'altra preoccupazione è che le mammografie hanno un tasso eccessivamente elevato di falsi positivi, fino al sei per cento. I falsi positivi può portare a ripetere costosi proiezioni, l'esposizione alle radiazioni è ancora di più, e può a volte portare a inutili procedure invasive come biopsie, chirurgia, radioterapia e chemioterapia. In realtà, se si subiscono proiezioni al seno, si ha un 35 per cento un aumento del rischio di avere surgery.4 Se una mammografia rileva un luogo anomalo nel tuo petto, il passo successivo è tipicamente una biopsia.
Si tratta di prendere una piccola quantità di tessuto dal tuo seno, che viene poi esaminato da un patologo al microscopio per determinare se il cancro è presente. Le biopsie sono notoriamente imprecise, che spesso porta a diagnosi errate e trattamenti inutili, per non parlare di stress emotivo eccessivo.
Basta pensare si può avere il cancro al seno, quando in realtà non lo fate, la vostra mente si concentra sulla paura e la malattia, e lo stress è in realtà sufficiente a provocare una malattia. E 'ben noto che lo stress ha effetti dannosi sulla salute. Quindi, una diagnosi falso positivo può essere dannoso per la salute da più angolazioni. In una revisione sistematica Cochrane Database 2009 di screening del cancro al seno e mammografia, gli autori hanno scritto: 5
"Lo screening ha portato al 30 per cento sovradiagnosi e di trattamento, o un aumento del rischio assoluto del 0,5 per cento. Questo significa che per ogni 2000 donne sottoposte a screening per 10 anni, si avrà la sua vita prolungata, e 10 donne sane che non sarebbe stata diagnosticata se non erano stati sottoposti a screening, saranno trattati inutilmente. "
Purtroppo, i risultati scientifici inquietanti non finiscono qui. Ciò significa che avendo queste proiezioni di cancro al seno, si può abbreviare la vita, piuttosto che estenderla. In riferimento ai risultati BMJ 2011 circa i danni arrecati dallo screening del tumore al seno, SayerJi di Green Med Info ha scritto: 6
"Quello che forse è più inquietante di queste scoperte è che, mentre chiaramente mettere in discussione la sicurezza e l'efficacia delle proiezioni del seno, gli studi su cui si basano utilizzare un obsoleto modello di rischio radiazioni, che riduce al minimo di un fattore da 4 a 5, il cancerogenicità ... Ciò indica, quindi, è che gli screening del seno non sono solo 'causare più male che bene', ma stanno piantando i semi di cancro indotto da radiazioni entro i petti di milioni di donne. "
Mammografie non sono realmente salvare vite umane, ricerca dice
Nel settembre 2010, il New England Journal of Medicine, una delle più prestigiose riviste mediche, ha pubblicato il primo studio in anni7 di esaminare l'efficacia delle mammografie. Le loro scoperte sono ben lontani da ciò che la maggior parte dei funzionari della sanità pubblica avreste believe.The linea di fondo è che le mammografie sembrano aver ridotto i tassi di morte per cancro soli 0,4 decessi per 1.000 donne di una quantità così piccola che potrebbe anche essere zero. In altre parole, le donne 2500 avrebbe dovuto essere proiettato in 10 anni per un decesso, il cancro al seno deve essere evitato.
Quindi, non solo sono sicuri mammografia, ma non sta salvando la vita delle donne, come è stato comunemente si pensi. Una precedente ricerca ha anche dimostrato che l'aggiunta di una mammografia annuale a un attento esame fisico delle mammelle non migliora i tassi di sopravvivenza al cancro al seno in esame fisico da solo. Se mammografie non ti salverà, allora che cosa farà?
Più grande nemico del Cancro: il sistema immunitario
Recenti scoperte suggeriscono che il sistema immunitario è stato progettato per eliminare il cancro. Tuttavia, quando si implementa caustici interventi medici (come le radiazioni e la chemioterapia) che danneggiare il sistema immunitario in modo che non possa reagire in modo adeguato, si sta distruggendo migliori probabilità del vostro corpo per la guarigione. Purtroppo, mammografie tendono ad aumentare la probabilità che le donne si impegnerà procedure mediche che interferiscono con questa capacità di guarigione naturale. Vi è ora una grande quantità di prove scientifiche a sostegno della teoria che il vostro sistema immunitario è la tua arma migliore il cancro:
• Gli individui con insufficienza epatica o cancro ovarico sopravvivere più a lungo se le loro cellule T killer hanno invaso i loro tumori.
• Uno studio del 2005 ha dimostrato che i tumori del colon che maggiormente attraggono le cellule T sono meno probabilità di ripresentarsi dopo treatment.8
• Un altro studio ha trovato che 60 per cento delle cellule precancerose del collo dell'utero (che si trova sul PAP test), tornare alla normalità entro un anno, e il 90 per cento tornare entro tre years.9
• Alcuni tumori renali sono noti a regredire, anche se molto avanzata.
La presenza di globuli bianchi nei dintorni di un tumore è spesso un'indicazione che il tumore va in remissione o addirittura scomparire del tutto, come il New York Times un articolo explains.10 E il cancro al seno non fa eccezione.
Trenta per cento dei tumori al seno, vai via da soli
Secondo il chirurgo del seno Susan Love di UCLA, almeno il 30 per cento dei tumori trovati sul mammografia sarebbe andato via se non ha fatto assolutamente nothing.11 Questi tumori sembrano essere destinati a smettere di crescere da soli, restringersi, e persino andare via completamente. Ciò solleva la questione-quante cure per il cancro che sono attribuiti a interventi moderni come la chemioterapia e la radioterapia, sono in realtà solo una funzione del sistema immunitario dell'individuo disfarsi del tumore da sola? Quante persone a superare il cancro, nonostante i trattamenti che causano danni al corpo, piuttosto che a causa loro? E 'impossibile rispondere definitivamente a questa domanda.
Ma è sicuro di dire che la forza del vostro sistema immunitario è un fattore importante nel determinare se o non si batterà il cancro, una volta che hai it.Nearly ognuno ha le cellule cancerose e pre-cancerose nel loro corpo di mezza età, ma non tutti si sviluppa il cancro. La differenza sta nella solidità del sistema immunitario di ogni persona.
Dr. Barnett Kramer di NIH12 dice che sta diventando sempre più chiaro che i tumori richiedono, oltre mutazioni a progredire. Hanno bisogno della collaborazione di cellule circostanti, alcune risposte immunitarie, e gli ormoni per alimentare la loro. Kramer descrive il cancro come un processo dinamico, mentre veniva considerata come "una freccia che si muove in una direzione" (per esempio, di male in peggio). Cosa significa per voi?
Il migliore è prendersi cura del proprio sistema immunitario, tanto meglio si prenderà cura di voi.
Un modo per rafforzare il sistema immunitario è quello di ridurre al minimo l'esposizione a mammografie e altre fonti di radiazioni ionizzanti. Ma si può anche costruire il vostro sistema immunitario DAILY facendo una buona dieta e stile di vita. Uno dei modi migliori per farlo è quello di ottimizzare il livello di vitamina D.
Vitamina D: Cancro Fighter Extraordinaire
La vitamina D, un ormone steroideo che influenza quasi ogni cellula del vostro corpo, è uno dei combattenti della natura del cancro più potenti. I recettori che rispondono alla vitamina D sono stati trovati in quasi ogni tipo di cellula umana, dalle ossa al cervello. Il tuo fegato, reni e altri tessuti in grado di convertire la vitamina D nel sangue in calcitriolo, che è la versione ormonale o attivo della vitamina D. I vostri organi poi usarlo per riparare i danni ed eliminare le cellule tumorali.
La vitamina D è effettivamente in grado di entrare nelle cellule tumorali e di attivazione dell'apoptosi, o morte delle cellule tumorali.
Quando Joellen gallese, un ricercatore con la State University di New York ad Albany, iniettata una potente forma di vitamina D nelle cellule umane di cancro al seno, la metà di loro avvizzito e morì nel giro di vitamina D Day. lavorato bene a uccidere le cellule tumorali, come il tossico del cancro al seno farmaco Tamoxifen, senza gli effetti collaterali dannosi e ad una piccola frazione del costo.
Consiglio vivamente rendere sicuro il vostro livello di vitamina D è di 70 a 100ng/ml se hai ricevuto una diagnosi di cancro al seno. È possibile raggiungere questo obiettivo attraverso la diretta, l'esposizione sicura alla luce ultravioletta, o se questo non è possibile, prendendo un orale supplemento di vitamina D3. Vitamina D lavora in sinergia con tutti i trattamenti del cancro Sono consapevole, senza effetti negativi. Si prega di guardare il mio libero della durata di un'ora lezione sulla vitamina D per ulteriori informazioni. Per una guida completa per la prevenzione e il trattamento del cancro al seno, fare riferimento a questo precedente articolo. Alcuni degli altri combattenti seno basate sulla ricerca del cancro sono i seguenti:
• Mangiare un sacco di prodotti freschi, integrali, ortaggi biologici, verdure fermentate in particolare
• Evitare tutti gli alimenti trasformati, e riducendo al minimo lo zucchero, cereali e cibi amidacei
• La vitamina A svolge un ruolo nella prevenzione del cancro al seno, le tue migliori fonti sono tuorli d'uovo biologico, latte crudo e burro, e carne e fegato di pollo (da organicamente raccolti, gli animali pascolavano erba)
• La curcumina (l'agente attivo nella curcuma) è uno dei più potenti inibitori del tumore alimenti; cohosh nero, artemisinina, tè verde, alghe, verdure crocifere e olio di enotera mostrano anche la promessa nella prevenzione del cancro al seno
• Ottenere un sacco di esercizio quotidiano
Se si sono diagnosticati con cancro mammario in fase precoce
Nel caso in cui si sono diagnosticati con tumore mammario in fase precoce, sempre ottenere un parere e secondo forse un terzo e quarto. Non lo ripeterò mai abbastanza, come i tassi di falsi positivi sono semplicemente troppo alta ei criteri diagnostici è troppo subjective.Before di effettuare qualsiasi decisione sul trattamento, e sicuramente prima di decidere di avere un intervento chirurgico o la chemioterapia, assicurarsi che i risultati della biopsia sono stati esaminati dagli uno specialista della mammella che è competente ed esperto in quel campo.
La maggior parte di cancro al seno si può prevenire. Ma se si è colpiti con questa diagnosi, non perdere la speranza! C'è una grande quantità si può fare per sfruttare le capacità del suo organismo healing potenti.
Riferimenti:
________________________________________
• 1 1 A proposito di carcinoma mammario, il tumore al seno.
• 2 Harms Possibili nette di screening del carcinoma mammario: Modellazione aggiornata del Rapporto Forrest, British Medical Journal, 8 dicembre 2011: 343; d7627, James Raftery e Maria Chorozoglou.
• 3 cancro alla mammella e l'ambiente: un approccio corso della vita, Istituto di Medicina della National Academies, 7 dicembre 2011.
• 4 Confermato: Screenings seno causare più male che bene, GreenMedInfo.com, 5 gennaio 2012: Sayer Ji.
• 5 X-ray mammografia: Per ogni donna la cui vita viene prolungata vita 10 donne sarà abbreviato, vale a dire "curate inutilmente", Cochrane Database of Systematic Reviews, 7 ottobre 2009: 2009 (4): CD001877, Peter C. Gotzsche e Margrethe Nielsen.
• 6 Confermato: Screenings seno causare più male che bene, GreenMedInfo.com, 5 gennaio 2012: Sayer Ji.
• 7 Effetto della mammografia di screening sulla mortalità per cancro al seno in Norvegia, New England Journal of Medicine, 23 settembre 2010: 363 (13), 1203-1210, Mette Kalager, MD, et al.
• 8 Effetto della mammografia di screening sulla mortalità per cancro al seno in Norvegia, New England Journal of Medicine, 23 settembre 2010: 363 (13), 1203-1210, Mette Kalager, MD, et al.
• 9 Regressione di basso grado squamose intra-epiteliali lesioni nelle giovani donne, The Lancet, 6 novembre 2004: 364 (9446), 1678-1683, Anna-Barbara Moscicki, MD, et al.
• 10 tumori possono svanire senza trattamento, ma come, il New York Times, 26 ottobre 2009:? Gina Kolata.
• 11 Could This Be The End of Cancer, Newsweek, 12 dicembre 2011:? Sharon Begley.
• 12 tumori possono svanire senza trattamento, ma come, il New York Times, 27 ottobre 2009:? Gina Kolata.
Fonte: CNN Salute 7 dicembre 2011
Fonte: Chicago Tribune Salute 21 novembre 2011
Fonte: Istituto di Medicina della National Academies 7 DICEMBRE 2011
Fonte: National Cancer Institute Raccomandazioni
Fonte: The Daily Beast 12 Dic 2011
Fonte: New York Times 26 Ottobre 2009
Fonte: Lancet 6 novembre 2004
Fonte: The Breast Cancer Site
Fonte: New England Journal of Medicine 22 dicembre 2005
Fonte: New England Journal of Medicine 23 settembre 2010
Fonte: Green Med Info 5 GENNAIO 2012
Fonte: Green Med Info 8 dicembre 2011
Fonte: British Medical Journal 8 dicembre 2011
Fonte: Green Med Info 7 ottobre 2009
Related Links:
Slash il rischio di cancro al seno: Rimuovere la causa reale
Sono in alluminio contenenti antitraspiranti Contribuire al cancro al seno nelle donne?
L'unica cosa che può ridurre il rischio di morire di cancro fino al 50%
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. Naturopata
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
Ringraziano per il messaggio: Francesca

Re: RADIAZIONI MAMMOGRAFIA FANNO SVILUPPARE CANCRO 28/03/2012 11:13 #6497

  • elena
  • Offline
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 3100
  • Ringraziamenti ricevuti 1771
While increase in breast cancer screenings has resulted in soaring breast cancer diagnoses, rates of invasive breast cancer have still increased in certain populations. According to one recent study, mammography screening may "save" only 1 person for every 2,500 screened.
The rate of "false alarms" from mammogram screening is as high as 40 percent, resulting in high rates of unnecessary biopsies and other tests.
A growing body of clinical evidence indicates that the "low energy" x-rays used in breast screenings are up to 500 percent more carcinogenic than previously assumed.
Breast Cancer Awareness Month is fraught with conflicts of interest, and instead of increasing awareness about the preventable causes of breast cancer, it feeds the cancer industry’s need to raise money for drug research, and to promote its primary means of “prevention”: early detection via x-ray mammography.
The primary causes of breast cancer: nutritional deficiencies, environmental toxins, inflammation, and estrogen dominance, are entirely overlooked as the cancer industry is primarily fixated on providing drug therapies to treat symptoms rather than preventing the cause.
By Sayer Ji

October is the National Breast Cancer Awareness month in the U.S., and October 21 is National Mammography Day.

Zeneca Group plc., a pharmaceutical subsidiary of Imperial Chemical Industries and manufacturer of the blockbuster breast cancer drugs Arimidex and Tamoxifen, founded the National Breast Cancer Awareness Month in 1985 in order to promote the widespread adoption of x-ray mammography (and the sale of their products).1

While the increase in routine screenings has resulted in soaring breast cancer diagnoses, rates of invasive breast cancer have actually INCREASED in certain populations.2

Shocking Statistic: False Alarms May Be as High as 40 Percent!
A recent study and editorial published in the New England Journal of Medicine indicated that x-ray mammography screening may "save" only 1 person for every 2,500 screened.

Among the 2,500 screened at least 1,000 will have a false alarm, 500 would undergo an unnecessary biopsy, and 5 or more would become treated for abnormal finds that would never become fatal, i.e. their lives will be shortened due to medication/surgical/stress-induced adverse effects.

Given these findings X-ray mammography may be far more effective at generating increased numbers of breast cancer diagnoses than in "preventing" malignancy and mortality associated with the disease. To the contrary, a growing body of clinical evidence indicates that the "low energy" x-rays used in breast screenings are up to 500% more carcinogenic than previously assumed and upon which current radiation risk models that favor mass breast screenings with ionizing diagnostic technologies find justification.

The success of this highly popularized model of "prevention," which prevents nothing, is explained when we look deeper into who is behind AstraZeneca, the founding sponsor of National Breast Cancer Awareness Month.

AstraZeneca's Role in the Cancer Industry
AstraZeneca was in fact a by-product of one of the world's largest chemical (and carcinogen) producers, Imperial Chemical Industries (ICI). Before being acquired by AkzoNobel in 2008, ICI produced millions of pounds annually of known mammary carcinogens such as vinyl chloride. ICI demerged its pharmaceutical bioscience businesses in 1993 to form Zeneca Group plc., which later merged with Astra AB to form AstraZeneca in 1999.

AstraZeneca's best-selling cancer drug Tamoxifen is actually classified by the World Health Organization as a carcinogen. (To view toxicological data on this chemical visit our Problem Substances Database page on Tamoxifen). Presently all campaign ads and promotional events that are run by the National Breast Cancer Awareness Month foundation (which operates year round) must be "approved," i.e. "pink-washed," by AstraZeneca before being released for public consumption.

Other experts and organizations have pointed out this glaring conflict of interest:

"A decade-old multi-million dollar deal between National Breast Cancer Awareness Month sponsors and Imperical Chemical Industries (ICI) has produced reckless misinformation on breast cancer," ~ Dr. Samuel Epstein [a leading international authority on cancer-causing effects of environmental pollutants.]

"Imperial Chemical Industries has supported the cancer establishment's blame-the-victim attitude toward the causes of breast and other cancers. This theory attributes escalating cancer rates to heredity and faulty lifestyle, rather than avoidable exposures to industrial carcinogens contaminating air, water, food, consumer products, and the workplace."

~ Cancer Prevention Coalition

Prevention as Watchful Profiteering
Sadly, Breast Cancer Awareness Month has not become a time of increasing awareness of the preventable causes of breast cancer and has instead fed the breast cancer industry's insatiable need to raise money for research into a pharmaceutical cure, and to promote its primary means of "prevention": early detection via x-ray mammography.

On first account, a pharmaceutical "cure" is as unlikely as it is oxymoronic. Drugs do not cure disease anymore than bullets cure war. Beneath modern medicine's showy display of diagnostic contraptions, heroic "life-saving" procedures, and an armory of exotic drugs of strange origin and power, it is the body's ability to heal itself – beneath the pomp and circumstance – that is truly responsible for medicine's apparent successes. Too often, in spite of what medicine does to "treat" or "save" the body, it is the body which, while against invasive chemical and surgical medical interventions, silently treats and saves itself.

If it were not for the body's truly miraculous self-healing abilities, and the ceaseless self-correction process that occurs each and every moment within each and every cell, our bodies would perish within a matter of minutes. The mystery is not in how our body succumbs to cancer; rather the mystery is in how, after years and even decades of chemical exposure and nutrient deprivation our bodies prevail against cancer for so long.

Prevention versus Early Diagnosis
The primary causes of breast cancer: nutritional deficiencies, exposure to environmental toxicity, inflammation, estrogen dominance and the resultant breakdown in genetic integrity and immune surveillance, are entirely overlooked by this fixation on drug therapy and its would-be "magic bullets" and the completely dumbed down and pseudo-scientific concept that "genes cause disease." (See: DNA: Not The Final Word On Health).

Billions of dollars are raised and funneled towards drug research, when the lowly turmeric plant, the humble cabbage and the unassuming bowl of miso soup may offer far more promise in the prevention and treatment of breast cancer than all the toximolecular drugs on the market put together. (To view several dozen substances go to GreenMedinfo: Breast Cancer)

When it comes to the breast cancer industry's emphasis on equating "prevention" with "early detection" through x-ray mammography, nowhere is the inherently pathological ideology of allopathic medicine more clearly evident.

Not only is the ionizing radiation used to discern pathological lesions in breast tissue one of the very risk factors for the development of breast cancer, but the identification of the word "prevention" with "early detection," is a disingenuous way of saying that all we can do to prevent breast cancer is to detect its inevitable presence sooner than would be possible without this technology. (View our X-Ray Mammography page on our Anti-Therapeutic Actions database).

If women succumb to the idea of prevention as doing nothing but waiting for the detection of the disease, many will find a similarly deranged logic re-emerge later when the self-fulfilling prophecy of prevention-through-doing-nothing is fulfilled and "treatment" is now required. "Treatment," when not strictly surgical, involves the use of very powerful chemicals and high doses of ionizing radiation which "poison" the cancer cells.

The obvious problem with this approach is that the application of either form of death energy is not suitably selective, and in the long run, many women die sooner from the side effects of toximolecular "therapy" than from the cancer itself. Why is the obvious question never asked: if exposure to the genotoxic and immune system disabling effects of chemicals and radiation is causative in breast cancer, then why is blasting the body with more poisonous chemicals and radiation considered sound treatment?

The answer to this question has much more to do with ignorance than it does an intentional desire to do harm. But the results are the same: unnecessary pain, suffering and death.

Faced with a situation where medieval notions of prevention and treatment of breast cancer are the norm, it is no wonder that when polled over 40% of women believe they will contract breast cancer sometime in their life – well over three times their actual risk. After all, have any of them been given a sense that there is something they can do to actually prevent their disease other than "watchful waiting"?

Pink-Washing Away the Preventable Causes of Breast Cancer
Obfuscating the real preventative measures available to women to combat breast cancer, and all cancers for that matter, trusted "authoritative" sources like the Susan G. Komen Foundation publish irresponsible statements like this:

"It is unclear what the exact relationship is between eating fruits and vegetables and breast cancer risk…little, if any link was found between the two in a pooled analysis that combined data from eight large studies."

Have we really come to the point where the common sense consumption of fruits and vegetables in the prevention of disease can so matter-of-factly be called into question? Do we really need randomized, double-blind and placebo controlled clinical trials to prove beyond a shadow of a doubt that our bodies can benefit from the phytonutrients and antioxidants in fruits and vegetables in the prevention of cancer?

Another atrocious example of this conspiracy against identifying the obvious causes and cures for diseases like breast cancer is the National Breast Cancer Foundation's website. Go to the bottom of their homepage and type in "carcinogen" in their site wide search box. This is what will appear on the results page:

"Your search – carcinogen – did not match any documents. No pages were found containing "carcinogen".

On Susan G. Komen's website the term only emerges three times, and always in the context of minimizing the causative connection between smoking, high saturated fat consumption from meat and breast cancer. If you can remove the reality of carcinogenicity by erasing from the minds of would-be cancer sufferers the word carcinogen, and thereby conceal the link between environmental and dietary exposures of a multitude of toxins, then the obvious "cure" these massive organizations which are vacuuming in billions of dollars of donations every year to find, namely, the removal of carcinogens and detoxification of the system, will never be discovered.

Final Thoughts
Examples like these make it increasingly apparent that orthodox medicine, and the world view it represents, is approaching a theoretical end-time perhaps most accurately described as Pharmageddon. Within the horizon of this perspective vitamins are considered toxic, fruits and vegetables simply a source of caloric content (a poor one, at that), and cancer-causing drugs are understood as the only legitimate and, for that matter, legal, way to combat cancer. Are we really at the tipping point, or is there still hope?

Fortunately there are thousands of scientific studies extant today on the therapeutic value of foods, herbs and spices in breast health, many of which can be found on the government's own biomedical database known as MEDLINE. Decades of research have confirmed the veracity of the Hippocratic phrase: "Let food be thy medicine," and until a prescription is required to obtain and consume organic food, we can still draw from a vast cornucopia of natural substances whose safety and efficacy put the conventional pharmacopeia to shame.



Download Interview Transcript

Breast Cancer Prevention Month Initiated by GrassrootsHealth
GrassrootsHealth is changing the current Breast Cancer Awareness Month to Breast Cancer Prevention Month with a focus on taking action to prevent breast cancer with vitamin D testing and education.

"It's time to take action, women are already fully aware of breast cancer and its consequences," says Carole Baggerly, director of GrassrootsHealth. "When you can project that fully 75 percent of breast cancer could be prevented with higher vitamin D serum levels, there is no justification for waiting to take preventive measures such as getting one's vitamin D level up to the recommended range of 40-60 ng/ml (100-150 nmol/L)."

According to Dr. Cedric F. Garland of the Moores Cancer Center and the UCSD School of Medicine:

"This will potentially be the most important action ever conducted toward prevention of breast cancer. The more women who participate in this study, the greater the chance that we will defeat breast cancer within our lifetimes."

Women across the world are invited to enroll in a 5-year Breast Cancer Prevention Study initiated by GrassrootsHealth. To be eligible to enroll, you must be at least 60 years of age and have no current cancer. A free vitamin D home test kit will be provided for the first 1,000 women to enroll. The study aims to fully demonstrate health outcomes of vitamin D serum levels in the range of 40-60 ng/ml (100-150 nmol/L) and will examine the occurrence of breast cancer among a population of women 60 and over who achieve and maintain a targeted vitamin D serum level in the bloodstream. In addition to breast cancer prevention, short-term effects of vitamin D such as hypertension, falls, colds and flu will also be tracked. More information can be found at www.grassrootshealth.net.

Funding for this initial enrollment is provided by GrassrootsHealth founder, Carole Baggerly.

"We are expecting to find like-minded individuals and organizations who will provide support to keep the full enrollment funded; our funding goal for the project is $300,000/year. We have been funded entirely by private individuals and organizations in the past. There is a large group of people who are ready for action to prevent breast cancer. We sincerely hope that those people will help by donating directly to this effort to demonstrate how we can do primary prevention, not just early detection."

You can make a donation to this important project here.

References:

Official National Breast Cancer Awareness Month (NBCAM) Frequenlty Asked Questions
GreenMedInfo.com: X-Ray Mammography Studies
Additional Sources:

GreenMedInfo.com: Natural Anti-Breast Cancer Agents
GreenMedInfo.com: Natural Aromatase Inhibitors
GreenMedInfo.com: Natural Anti-Breast Cancer Substances
GreenMedInfo.com: High bone density is associated with profoundly elevated rates of breast cancer risk (330% increase).
Dr. Mercola: Why Mammography is NOT an Effective Breast Cancer Screen
Thermography: A Safer Option for Breast Cancer Detection
Source: Green Med Info October 5, 2011

Source: Grassroots Health October 2011

Related Links:
Finally, Proof that Cancer is a Man-Made Disease

Is it Time to Boycott This 'Anti' Cancer Charity?

The Real Reason the Cancer Industry Never Talks About Prevention

Slash il rischio di cancro al seno: Rimuovere la causa reale
Posted By Dr. Mercola | 21 ottobre 2011 | 215,220 views




Invia ad un amico
Email: 1715
Precedente
Prossimo





Visitate la Biblioteca Video Mercola
Storia a colpo d'occhio

Mentre aumento di screening per il tumore al seno ha portato in impennata diagnosi di tumore al seno, i tassi di carcinoma mammario invasivo hanno continuato ad aumentare in certe popolazioni. Secondo uno studio recente, la mammografia può "salvare" solo 1 persona per ogni schermato 2500.
Il tasso di "falsi allarmi" dallo screening mammografico è alto come 40 per cento, con conseguente elevato tasso di biopsie non necessarie e di altri test.
Un crescente corpo di evidenze cliniche indicano che i "bassa energia" raggi X utilizzati nelle proiezioni del seno sono fino al 500 per cento in più cancerogene di quanto precedentemente ipotizzato.
Breast Cancer Awareness Month è pieno di conflitti di interesse, e invece di aumentare la consapevolezza sulle cause prevenibili di cancro al seno, si nutre bisogno l'industria del cancro per raccogliere fondi per la ricerca della droga, e per promuovere il suo mezzo principale di "prevenzione": la diagnosi precoce tramite x-ray mammografia.
Le cause primarie di tumore al seno: carenze nutrizionali, tossine ambientali, infiammazione, e il dominio degli estrogeni, sono del tutto trascurati, come l'industria del cancro è principalmente fissato sulla fornitura di terapie farmacologiche per il trattamento di sintomi piuttosto che impedire la causa.

Con Sayer Ji

Ottobre è il National Breast Cancer Awareness Month negli Stati Uniti, e il 21 ottobre è la Giornata Nazionale mammografia.

Zeneca Group plc., Una filiale farmaceutica di Imperial Chemical Industries e produttore del blockbuster del cancro della mammella e Tamoxifen Arimidex farmaci, ha fondato il National Breast Cancer Awareness Month nel 1985, al fine di promuovere l'adozione diffusa di x-ray mammografia (e la vendita di i loro prodotti) .1

Mentre l'aumento delle proiezioni di routine ha portato in impennata diagnosi di tumore al seno, i tassi di carcinoma mammario invasivo sono effettivamente aumentati in alcuni populations.2

Statistica Shocking: falsi allarmi può raggiungere il 40 per cento!

Uno studio recente editoriale pubblicato sul New England Journal of Medicine ha indicato che x-ray screening mammografico può "salvare" solo 1 persona per ogni schermato 2500.

Tra il 2500 proiettato almeno 1.000 avranno un falso allarme, 500 subirebbe un inutile biopsia, e 5 o più sarebbe diventato trattati per reperti anormali che non sarebbe mai diventata fatale, vale a dire le loro vite saranno accorciati a causa della medication/surgical/stress- indotto effetti avversi.

Alla luce di questi risultati mammografia a raggi X può essere molto più efficace di generare un maggior numero di diagnosi di cancro al seno rispetto della malignità "prevenzione" e la mortalità associate con la malattia. Al contrario, un crescente corpo di evidenze cliniche indicano che i "bassa energia" raggi X utilizzati in screening al seno sono fino al 500% in più cancerogene di quanto precedentemente ipotizzato e su cui radiazioni attuali modelli di rischio che favoriscono screening di massa del seno tecnologie diagnostiche con radiazioni ionizzanti trovare giustificazione.

Il successo di questo modello molto popolare di "prevenzione", che impedisce nulla, si spiega quando si guarda più a fondo chi c'è dietro AstraZeneca, lo sponsor fondatore della National Breast Cancer Awareness Month.

Ruolo AstraZeneca nel settore Cancer

AstraZeneca era in realtà un sottoprodotto di uno dei più grandi chimici del mondo (e cancerogeno) i produttori, Imperial Chemical Industries (ICI). Prima di essere acquisita da Akzo Nobel nel 2008, ICI prodotto milioni di sterline all'anno di mammaria sono riconosciute come cancerogene come il cloruro di vinile. ICI scissa sue imprese farmaceutiche scienze biologiche nel 1993 per formare Zeneca Group plc., Che più tardi si fuse con Astra AB per formare AstraZeneca nel 1999.

AstraZeneca best-seller Tamoxifen farmaco contro il cancro è in realtà classificato dall'Organizzazione Mondiale della Sanità come una sostanza cancerogena. (Per visualizzare i dati tossicologici su questa sostanza chimica visitare il nostro problema del database sostanze pagina sul Tamoxifene). Attualmente tutti gli annunci della campagna e gli eventi promozionali che sono gestite dalla Fondazione Nazionale Breast Cancer Awareness Month (che opera tutto l'anno) deve essere "approvato", cioè "rosa-washed," da AstraZeneca, prima di essere immessi in consumo pubblico.

Altri esperti e le organizzazioni hanno sottolineato questo conflitto palese di interessi:

"Un affare decade-vecchio multi-milioni di dollari tra sponsor nazionali Breast Cancer Awareness Month e Imperical Chemical Industries (ICI) ha prodotto disinformazione spericolata sul cancro al seno," ~~~V Dr. Samuel Epstein [un'autorità leader a livello internazionale sul cancro-causando effetti ambientali inquinanti.]

"Imperial Chemical Industries ha sostenuto la creazione cancro colpa-the-vittima di atteggiamento verso le cause di petto e di altri tumori. Questa teoria attribuisce tassi di cancro crescenti di eredità e lo stile di vita errato, piuttosto che l'esposizione evitabile industriali cancerogeni contaminando aria, acqua, cibo, prodotti di consumo, e il lavoro. "

~ Cancer Prevention Coalition

La prevenzione come Vigile speculazione

Purtroppo, Breast Cancer Awareness Month non è diventato un momento di aumentare la consapevolezza delle cause prevenibili di cancro al seno e ha invece alimentato insaziabile bisogno l'industria del cancro al seno di raccogliere fondi per la ricerca in una cura farmaceutica, e per promuovere il suo principale mezzo di "prevenzione ": la diagnosi precoce tramite mammografia a raggi-x.

Il primo racconto, un farmaco "cura" è improbabile in quanto è un ossimoro. I farmaci non curano la malattia più di quanto proiettili curare guerra. Sotto vistosa ostentazione della medicina moderna di congegni diagnostici, eroici "salva-vita" le procedure, e un arsenale di farmaci esotici di origine strano e potenza, è la capacità del corpo di guarire se stesso - sotto la pompa e circostanza - che è veramente responsabile della medicina apparenti successi. Troppo spesso, a dispetto di ciò che la medicina fa per "curare" o "salvare" il corpo, è il corpo che, pur contro i prodotti chimici invasivi interventi medici e chirurgici, cura in silenzio e salva se stesso.

Se non fosse per il corpo veramente miracolose capacità di auto-guarigione, e l'incessante processo di auto-correzione che si verifica ogni momento all'interno di ogni cellula, i nostri corpi sarebbero morti nel giro di pochi minuti. Il mistero non è come il nostro corpo soccombe al cancro, ma piuttosto il mistero è nel modo in cui, dopo anni e persino decenni di esposizione chimica e la privazione di nutrienti nostri corpi prevalere contro il cancro per tanto tempo.

Prevenzione contro Diagnosi precoce

Le cause primarie di tumore al seno: carenze nutrizionali, l'esposizione a tossicità ambientale, infiammazioni, dominanza di estrogeni e la ripartizione risultante in integrità genetica e la sorveglianza del sistema immunitario, sono interamente dominata da questa fissazione sulla terapia farmacologica e la sua sedicente "pallottole magiche" e le completamente storditi e pseudo-scientifica concetto che "i geni causano la malattia." (Vedi: DNA: non è la parola finale sulla salute).

Miliardi di dollari vengono sollevate e incanalati verso la ricerca della droga, quando la pianta curcuma umili, il cavolo umile e modesta la ciotola di zuppa di miso può offrire la promessa di gran lunga più nella prevenzione e nel trattamento del carcinoma mammario di tutte le droghe tossicomolecolare permette sul mercato messi insieme . (Per visualizzare sostanze diverse decine di andare a GreenMedinfo: cancro al seno)

Quando si tratta di sottolineare l'industria del cancro al seno sul pari "prevenzione" con "diagnosi precoce" attraverso la mammografia a raggi x, non è affatto l'ideologia intrinsecamente patologica della medicina allopatica più chiaramente evidente.

Non solo è la radiazione ionizzante utilizzata per individuare lesioni patologiche nel tessuto mammario uno dei fattori molto rischio per lo sviluppo del cancro al seno, ma l'identificazione della "prevenzione" la parola con la "diagnosi precoce", è un modo ipocrita per dire che tutti i possiamo fare per prevenire il cancro al seno è quello di rilevare la presenza inevitabile prima di quanto sarebbe possibile senza questa tecnologia. (Guarda la X-Ray pagina Mammografia sul nostro Anti-terapeutico del database Azioni).

Se le donne soccombono al concetto di prevenzione come non fare nulla, ma in attesa per la rivelazione della malattia, molti troveranno una logica simile squilibrato riemergere dopo, quando la profezia che si autoavvera della prevenzione-through-fare-nulla è compiuto e "trattamento "è ora richiesto. "Trattamento", quando non strettamente chirurgica, prevede l'utilizzo di sostanze chimiche molto potenti e alte dosi di radiazioni ionizzanti che "veleno" le cellule tumorali.

Il problema evidente con questo approccio è che l'applicazione di una forma di energia morte non è opportunamente selettivo, e nel lungo periodo, molte donne morire prima dagli effetti collaterali della tossicomolecolare permette "terapia" a quelli della stessa cancro. Perché mai la domanda ovvia domanda: se l'esposizione al sistema immunitario genotossico e invalidanti effetti delle sostanze chimiche e radiazioni è causativo nel cancro della mammella, perché è saltare il corpo con più prodotti chimici tossici e radiazioni considerati trattamento del suono?

La risposta a questa domanda ha molto più a che fare con l'ignoranza di quanto non faccia un desiderio intenzionale di nuocere. Ma i risultati sono gli stessi: dolori, sofferenze e morte.

Di fronte a una situazione in cui le nozioni medievali di prevenzione e trattamento del carcinoma mammario sono la norma, non c'è da meravigliarsi che quando intervistati oltre il 40% delle donne credono di contrarre il cancro al seno a volte nella loro vita - più di tre volte il rischio effettivo. Dopo tutto, una delle quali è stato dato un senso che c'è qualcosa che possono fare per prevenire la malattia in realtà diverso da "vigile attesa"?

Pink-lavare via le cause prevenibili di cancro al seno

Offuscamento le misure reali di prevenzione per le donne a combattere il cancro al seno, e tutti i tumori è per questo, di fiducia "autorevoli" fonti come la Susan G. Komen Foundation pubblicare dichiarazioni irresponsabili come questo:

"Non è chiaro quale sia il rapporto esatto tra mangiare frutta e verdura e rischio di cancro al seno ... poco, se è stato trovato alcun legame tra i due in un'analisi aggregata i dati combinati di otto grandi studi".

Abbiamo davvero venire al punto in cui il consumo buon senso di frutta e verdura nella prevenzione della malattia può così importa realisticamente essere messa in discussione? Abbiamo davvero bisogno di studi clinici randomizzati, in doppio cieco e controllato con placebo per dimostrare senza ombra di dubbio che i nostri corpi possono beneficiare dei fitonutrienti e antiossidanti in frutta e verdura nella prevenzione del cancro?

Un altro esempio atroce di questa cospirazione contro l'individuazione delle cause ovvie e cure per malattie come il cancro al seno è il sito web del National Breast Cancer Foundation. Vai al fondo della home page e il tipo di "agente cancerogeno" nella loro casella di ricerca del sito di larghezza. Questo è quello che apparirà nella pagina dei risultati:

"La ricerca di - cancerogeno - non ha prodotto risultati in nessun documento Nessuna delle pagine cercate contiene." Agente cancerogeno ".

Sul sito di Susan G. Komen è il termine emerge solo tre volte, e sempre nel contesto di minimizzare il collegamento causale tra fumo, elevato consumo di grassi saturi dalla carne e cancro al seno. Se è possibile rimuovere la realtà di cancerogenicità cancellando dalle menti degli aspiranti malati di cancro l'agente cancerogeno parola, e quindi nascondere il legame tra esposizioni ambientali e alimentari di una moltitudine di tossine, quindi l'ovvio "cura" di queste organizzazioni di massa, che sono passare l'aspirapolvere in miliardi di dollari di donazioni ogni anno a trovare, vale a dire, la rimozione degli agenti cancerogeni e la disintossicazione del sistema, non sarà mai scoperto.

Considerazioni finali

Esempi come questi rendono sempre più evidente che la medicina ortodossa, e la visione del mondo che rappresenta, si sta avvicinando teorico del tempo della fine, forse più accuratamente descritto come Pharmageddon. Entro l'orizzonte di questa prospettiva vitamine sono considerati tossici, frutta e verdura semplicemente una fonte di contenuto calorico (una povera, in realtà), e che causano il cancro farmaci si intendono come unico legittimo e, del resto, legale, modo di lotta contro il cancro. Siamo davvero al punto di non ritorno, o c'è ancora speranza?

Per fortuna ci sono migliaia di studi scientifici oggi esistente sul valore terapeutico dei cibi, erbe e spezie in salute del seno, molte delle quali possono essere trovati sul proprio database biomedica del governo noto come MEDLINE. Decenni di ricerche hanno confermato la veridicità della frase di Ippocrate: "Fa che il cibo sia la tua medicina", e fino a prescrizione è necessario per ottenere e consumare alimenti biologici, possiamo ancora trarre da una cornucopia parte delle sostanze naturali, la cui sicurezza ed efficacia mettere il farmacopea tradizionale alla vergogna.



Scarica Trascrizione Intervista

Breast Cancer Prevention Month Iniziato da GrassrootsHealth

GrassrootsHealth sta cambiando la corrente Breast Cancer Awareness Month to Month prevenzione del cancro al seno con un focus sulle azioni volte a evitare il cancro al seno con i test della vitamina D e l'istruzione.

"E 'tempo di agire, le donne sono già pienamente consapevoli di cancro al seno e le sue conseguenze", afferma Carole Baggerly, direttore del GrassrootsHealth. "Quando è possibile proiettare che un buon 75 per cento di cancro al seno potrebbero essere evitati con alti livelli di vitamina D nel siero, non vi è alcuna giustificazione per l'attesa di adottare misure preventive quali ottenere il proprio livello di vitamina D fino al range raccomandato di 40-60 ng / ml (100-150 nmol / L). "

Secondo il Dott. F. Cedric Garland del Moores Cancer Center e la Scuola UCSD di Medicina:

"Questo sarà potenzialmente essere l'azione più importante mai condotto verso la prevenzione del tumore al seno. Le donne più che partecipano a questo studio, maggiore è la probabilità che sconfiggeremo il cancro al seno nelle nostre vite."

Le donne di tutto il mondo sono invitati a iscriversi a 5 anni di studio di prevenzione del cancro al seno avviato dalla GrassrootsHealth. Per essere ammessi a iscriversi, è necessario avere almeno 60 anni di età e non hanno il cancro in corso. Un servizio gratuito di vitamina D kit per il test a casa sarà previsto per i primi 1.000 donne si iscrivono. Lo studio mira a dimostrare pienamente esiti di salute di livelli sierici di vitamina D nel range di 40-60 ng / ml (100-150 nmol / L) ed esaminerà l'insorgenza del cancro al seno tra le donne una popolazione di 60 anni che raggiungere e mantenere un mirato livello di vitamina D nel siero nel sangue. Oltre alla prevenzione del tumore al seno, a breve termine effetti della vitamina D come l'ipertensione, cadute, raffreddori e influenza anche essere monitorati. Ulteriori informazioni sono disponibili all'indirizzo www.grassrootshealth.net.

Il finanziamento per questa prima iscrizione è fornita dal fondatore GrassrootsHealth, Carole Baggerly.

"Ci aspettiamo di trovare la pensano come individui e le organizzazioni che forniscono supporto per mantenere l'iscrizione completa finanziati; il nostro obiettivo il finanziamento del progetto è di 300.000 $ / anno Ci sono stati finanziati interamente da privati ​​e organizzazioni in passato c'è.. un folto gruppo di persone che sono pronti per l'azione per prevenire il cancro al seno. Ci auguriamo che queste persone aiutare donando direttamente a questo sforzo di dimostrare come si possa fare prevenzione primaria, non solo la diagnosi precoce. "

È possibile effettuare una donazione per questo progetto importante.

Riferimenti:

Official National Breast Cancer Awareness Month (NBCAM) Frequenlty Domande
GreenMedInfo.com: X-Ray Studies Mammografia

Fonti aggiuntive:

GreenMedInfo.com: Naturale Anti-Breast Cancer agenti
GreenMedInfo.com: Inibitori dell'aromatasi naturali
GreenMedInfo.com: Naturale Anti-Breast Cancer sostanze
GreenMedInfo.com: alta densità ossea è associata a tassi profondamente elevati di rischio di cancro al seno (330% di aumento).
Il dottor Mercola: Perché mammografia non è un efficace schermo cancro al seno
Termografia: un'opzione più sicura per il rilevamento del cancro della mammella

Fonte: Green Med Info 5 OTTOBRE 2011
Fonte: Grassroots Salute ottobre 2011
Related Links:
Infine, prova che il cancro è un uomo fatto Disease
E 'tempo di boicottare questa carità' Anti 'il cancro?
La vera ragione per l'industria del cancro non parla mai di prevenzione
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. Naturopata
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Re: RADIAZIONI MAMMOGRAFIA FANNO SVILUPPARE CANCRO 28/03/2012 11:17 #6498

  • elena
  • Offline
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 3100
  • Ringraziamenti ricevuti 1771
If 2,000 women are screened regularly for 10 years, 10 healthy women will be turned into cancer patients and will be treated unnecessarily. These women will have either a part of their breast or the whole breast removed, and they will often receive radiotherapy, and sometimes chemotherapy. Treatment of these healthy women increases their risk of dying, e.g. from heart disease and cancer."

So, to recap, in order for mammographic breast screening to save ONE woman's life:

2,000 women must be screened for 10 years

200 women will get false positives, and

10 will receive surgery and/or chemotherapy even though they do not actually have cancer

Cochrane Conclusions Confirmed...

A couple of researchers at the University of Southampton set out to "assess the claim in a Cochrane review that mammographic breast cancer screening could be doing more harm than good."

Their findings were published in the British Medical Journal in December last yeariii. By combining life years gained from screening with losses of quality of life from false positive diagnoses and surgery, the authors agreed with the Cochrane assessment, concluding that mammograms may indeed have "caused net harm for up to 10 years after the start of screening."

ABC News reported on this findingiv:

"The default is to assume that screening must be good; catching something early must be good," said James Raftery, professor of health technology assessment at the University of Southampton, U.K., and lead author of the review. "But if a woman has an unnecessary mastectomy, or chemotherapy or radiation, that's a tragedy.

... "It's difficult to balance the gain of one life against 200 false positives and 10 unnecessary surgeries," said Raftery... The alternative is watchful waiting: delaying treatment until it's clear whether a lump is truly a life-threatening tumor. But for woman faced with the words, "breast cancer," watchful waiting is easier said than done..."

Have Dangerous Cancer Screening Devices Been Approved?

Based on information straight from the horse's mouth, as it were, the answer to that question appears to be yes. Doctors and scientists at the U.S. Food and Drug Administration (FDA) Office of Device Evaluation have in fact warned Congress that the agency was approving medical devices that posed unacceptable risks to patients. As early as 2007, concerned employees in this department began making internal complaints about a dozen different radiological devices about to be approved despite lack of proof of effectiveness.

They stated they were concerned that millions of patients' lives would be put at risk from these devices.

This included three devices that risked missing signs of breast cancer, and several colon cancer screening devices that employed such heavy doses of radiation they risked causing cancer in otherwise healthy people. In the case of a computer-aided imaging device for breast cancer screening, the scientists recommended against approval no less than three times, but after the third rejection, a senior manager, Donna-Bea Tillman, suddenly approved the device.

Subsequently, over the course of two years, the FDA secretly monitored the personal e-mail of nine whistleblowers within the department of device evaluations, and tried to launch an investigation against them, accusing them of "undermining the integrity and mission of the FDA" and illegal disclosure of trade secrets. Six of the monitored scientists and doctors recently filed a lawsuit against the FDA, charging that the agency violated their constitutional rights to privacy by monitoring lawful activity in personal email accounts, and using that information to harass and ultimately relieve some of them of their positions.

One of the key players in this ongoing drama is Jeffrey Shuren, director of the FDA's Center for Devices and Radiological Health, who has repeatedly requested action be taken against the employees in question. Shuren is also the official who oversees mercury dental fillings, which they have been fraudulently referring to as 'silver fillings.' Shuren promised to make an announcement about dental amalgam by the end of 2011, but with just minutes left in the work year, the FDA conceded that no announcement was forthcoming, and maybe never will...

The FDA's own doctors and scientists have called for a complete overhaul of the agency due to "deep-rooted systemic corruption at the highest levels." There's no doubt they know what they're talking about. And there's a lot of damning information out there that can, and eventually will, be used to call for a congressional hearing on the mammography cover-up.

Mammograms Often Lead to Unnecessary Treatments

In 1974, the National Cancer Institute (NCI) was warned by professor Malcolm C. Pike at the University of Southern California School of Medicine that a number of specialists had concluded that "giving a women under age 50 a mammogram on a routine basis is close to unethical."

The warning fell on deaf ears, and the long-held conventional medical advice has been for women to get an annual mammogram once they hit 40. A couple of years ago, the U.S. Preventive Services Task Force decided to alter their mammogram recommendation, advising women under the age of 50 to avoid mammograms, and limit them to every other year after the age of 50. The revision caused outrage among many cancer organizations. What was overlooked, however, was the reasoning behind the Task Force's decision to change their recommendation.

The prior advice was given in 2002, before a host of new research came out showing the problems of over diagnosis, including false positives. And as discussed above, it's really hard to justify harming 10 women with surgery and toxic chemotherapy treatment, just to save the life of one woman...

Part of the problem is that cancer diagnosing is not really a cut and dry process. If a mammogram detects an abnormal spot in a woman's breast, the next step is typically a biopsy. This involves removing a small amount of tissue from the breast, which is then looked at by a pathologist under a microscope to determine if cancer is present. However, early stage cancer like ductal carcinoma in situ, or D.C.I.S., can be very hard to diagnose, and pathologists have a wide range of experience and expertise. There are actually NO diagnostic standards for D.C.I.S., and there are no requirements that the pathologists doing the readings have specialized expertise...

Increase in Breast Cancer Actually Found to be Due to Over-Diagnosis!

In other recent news, a Norwegian follow-up study that looked at 14 years of mammography screening in Norway concluded that the increased incidence of breast cancer observed in that period was, again, simply due to over-diagnosis.v According to the authors:

"In 2004 we wrote in Tidsskriftet that mammography screening resulted in massive over-diagnosis and over-treatment of breast cancer. Our study was criticized because we had only five years of follow-up time and did not take account of the fact that increased use of hormone replacement therapy could lead to more breast cancer.

We have now been screening women for 14 years, and during a period when the use of hormones has fallen by 70 percent.

... The number of new cases of breast cancer in the period increased from around 2,000 to 2,750. About 300 cases of ductal carcinoma in situ (DCIS) were also diagnosed. Today a total of some 1,050 more women have been diagnosed than before screening started. Our calculations indicate that in the absence of screening, around 800 of these women would never have become breast cancer patients. The figures from 14 years of mammography screening indicate that all increase in the incidence of breast cancer is due to over-diagnosis: findings of tumors that in the absence of screening would never have given rise to clinical illness."

When it Comes to Cancer, Getting Second and Third Opinions is Advisable...

Once you delve into the research, you find that the issue of mammography is not as clear-cut as conventional medical wisdom would have you believe. There are many risks, and according to some studies, these risks will outweigh the potential benefits for many women. And, it appears very clear that more women are harmed by it than are saved...

In the event you do receive a mammogram and a biopsy and are diagnosed with D.C.I.S. or another form of early stage breast cancer, I recommend getting a second, and possibly third and even fourth, opinion. I cannot stress this enough, as the false positive rates are so high, and the diagnostic criteria so subjective. Before you make any decision on treatment, and definitely before you decide to have surgery or chemotherapy, make sure your biopsy results have been reviewed by a breast specialist who is knowledgeable and experienced in the field.

How to Dramatically Cut Your Breast Cancer Risk

There are a number of lifestyle changes that can help prevent breast cancer from ever becoming a reality for you. For starters, we cannot discuss breast cancer without mentioning the importance of vitamin D. Vitamin D, a steroid hormone that influences virtually every cell in your body, is easily one of nature's most potent cancer fighters. Receptors that respond to vitamin D have been found in nearly every type of human cell, from your bones to your brain. Your liver, kidney and other tissues can convert the vitamin D in your bloodstream into calcitriol, which is the hormonal or activated version of vitamin D.

Your organs then use it to repair damage, including that from cancer cells.

Vitamin D is actually able to enter cancer cells and trigger apoptosis or cancer cell death. When JoEllen Welsh, a researcher with the State University of New York at Albany, injected a potent form of vitamin D into human breast cancer cells, half of them shriveled up and died within days! vi

The vitamin D worked as well at killing cancer cells as the toxic breast cancer drug Tamoxifen, without any of the detrimental side effects and at a tiny fraction of the cost.

It is my impression that it is criminal malpractice not to recommend vitamin D and aggressively monitor a breast cancer patient's vitamin D level to get it between 70 and 100 ng/ml. Vitamin D works synergistically with every cancer treatment I am aware of and has no adverse effects. According to one landmark study, some 600,000 cases of breast and colorectal cancers could be prevented each year if vitamin D levels among populations worldwide were increased. And that's just counting the death toll for two types of cancer (it actually works against at least 16 different types)!

So please do watch my one-hour free lecture on vitamin D to find out what your optimal vitamin D levels should be … and how to get them there. This is one of the most important steps you can take to protect yourself from cancer.

Other Breast Cancer Prevention Musts

A healthy diet, regular physical exercise, appropriate sun exposure and an effective way to manage your emotional health are the cornerstones of just about any cancer prevention program, including breast cancer. But for breast cancer, specifically, you can take it a step further by also watching out for excessive iron levels. This is very common once women stop menstruating, and the extra iron works as a powerful oxidant, increasing free radicals and raising your risk of cancer. So if you are a post menopausal woman or have breast cancer you will certainly want to have your Ferritin level drawn. Ferritin is the iron transport protein and should not be above 80. So if it is elevated you can simply donate your blood to reduce it.

Further, the following lifestyle strategies will help to further lower your risk:

Improve Your Insulin Receptor Sensitivity. The best way to do this is to cut as much sugar, fructose and grains as possible from your diet, and make sure you have an optimized exercise program. Please don't make the mistake of focusing on cardio to the exclusion of everything else. You can get some ideas from reviewing my video on exercise. (Although I did not mention stretching and flexibility work, such as yoga, in the video, it is a very important part of your exercise program. It will not affect insulin receptors but it will help prevent you from getting injured and stopping your other exercise.)

Maintain a healthy body weight. This will come naturally when you begin eating properly and exercising. It's important to lose excess weight because estrogen, a hormone produced in fat tissue, may trigger breast cancer.

Get plenty of high quality animal-based omega-3 fats, such as krill oil. Omega-3 deficiency is a common underlying factor for cancer.

Avoid drinking alcohol, or limit your drinks to one a day for women.

Breastfeed exclusively for up to six months. Research shows this will reduce your breast cancer risk.

Avoid synthetic hormone replacement therapy. Breast cancer is an estrogen-related cancer, and according to a study published in the Journal of the National Cancer Institute, breast cancer rates for women dropped in tandem with decreased use of hormone replacement therapy. (There are similar risks for younger women who use oral contraceptives. Birth control pills, which are also comprised of synthetic hormones, have been linked to cervical and breast cancers.)

If you are experiencing excessive menopausal symptoms, you may want to consider bioidentical hormone replacement therapy instead, which uses hormones that are molecularly identical to the ones your body produces and do not wreak havoc on your system. This is a much safer alternative.

Avoid BPA, phthalates and other xenoestrogens. These are estrogen-like compounds that have been linked to increased breast cancer risk

Make sure you're not iodine deficient, as there's compelling evidence linking iodine deficiency with breast cancer. Dr. David Brownsteinvii, author of the book Iodine: Why You Need it, Why You Can't Live Without it, is a proponent of iodine for breast cancer. It actually has potent anticancer properties and has been shown to cause cell death in breast and thyroid cancer cells. For more information, I recommend reading Dr. Brownstein's book.

References:



i SCREENING FOR BREAST CANCER WITH MAMMOGRAPHY (PDF), The Nordic Cochrane Center 2012

ii WITH MAMMOGRAPHY (PDF), The Nordic Cochrane Center 2012, SCREENING FOR BREAST CANCER

iii Possible net harms of breast cancer screening: updated modelling of Forrest report, BMJ. 2011 ;343:d7627

iv ABC News December 8, 2011

v Tidsskrift for den Norske Laegeforening. 2012 Feb 21;132(4):414-417

vi Is This the New Silver Bullet for Cancer?

vii Dr. Brownstein - Holostic Familt Medicine

Source: The Nordic Cochrane Center 2012

Source: Green Med Info February 27, 2012

Source: Tidsskrift fur den Norske Laegeforening February 21, 2012; 132(4): 414-417

Related Links:

The Major Cause of Breast Cancer Almost Everyone Ignores

Some Cancers May Just Go Away

The Great Cancer Hoax Part II: The Brilliant Cure the FDA Tried Their Best to Shut Down...

Medici Dimostrare Questo test possono dare alle persone sane Cancer
Posted By Dr. Mercola | 14 Marzo 2012 | 15.343 visualizzazioni





Email: 249

Precedente

Prossimo


Storia a colpo d'occhio
La FDA segretamente controllato l'e-mail personale di un gruppo di informatori delle agenzie per due anni. Tutti i dipendenti monitorati lavorato l'ufficio responsabile per la revisione dispositivi medici, compresi quelli di screening per il tumore e sono state esprimendo preoccupazioni per diversi dispositivi, affermando di temere la vita dei pazienti sono messi a rischio. Alcuni dei dipendenti monitorati sono stati oggetto di vessazioni e / o di rescissione
I ricercatori dell'Università di Southampton deciso di valutare la pretesa Cochrane che lo screening mammografico il cancro al seno potrebbe fare più male che bene. Grazie alla combinazione di anni di vita maturata dallo screening con perdite di qualità della vita da false diagnosi positive e chirurgia, questi autori hanno concluso che le mammografie possono effettivamente aver "causato un danno netto fino a 10 anni dopo l'inizio dello screening"
Se 2.000 donne si sottopongono regolarmente per 10 anni, potranno beneficiare di uno screening, mentre eviterà di morire di cancro al seno perché lo screening del cancro rilevata in precedenza. Nel frattempo, 10 donne sane saranno diagnosticate e trattate inutilmente con la radioterapia, la chemioterapia, e / o mastectomia totale o parziale
Il Centro Nordic Cochrane ha pubblicato un opuscolo che spiega i potenziali rischi e benefici potenziali della mammografia. Essi affermano che, in base alla ricerche disponibili, non sembra più ragionevole per le donne a partecipare screening dei tumori al seno
By Dr. Mercola
Il Centro Nordic Cochrane ha messo fuori un foglietto che ogni donna dovrebbe leggere, spiegare i potenziali rischi e benefici potenziali di mammographyi.
Essi sottolineano che recenti studi suggeriscono lo screening mammografico non è efficace nel ridurre il rischio di morire di cancro al seno.
E infatti, lo screening crea pazienti con cancro al seno di donne sane che non si sarebbero sviluppati i sintomi.
Il trattamento di queste donne in buona salute aumenta il loro rischio di morire di malattie cardiache e, sì, il cancro stesso.
Secondo il Centro Nordic Cochrane:
"E quindi non sembra più ragionevole a partecipare allo screening del cancro al seno.
In realtà, evitando di andare allo screening, una donna si abbassa il suo rischio di una diagnosi di cancro al seno. "
Consiglio vivamente la lettura della relazione nella sua entiretyii, in quanto contiene una serie di curiosità illuminanti che possono aiutare a prendere una decisione più informata.
Ad esempio, dopo la revisione sistematica degli studi clinici randomizzati della mammografia, gli autori hanno concluso che:
"Se 2.000 donne si sottopongono regolarmente per 10 anni, potranno beneficiare di uno screening, mentre eviterà di morire di cancro al seno perché lo screening del cancro rilevata in precedenza.
Dal momento che queste prove sono state intraprese, il trattamento del cancro al seno è notevolmente migliorata.
Le donne oggi anche consultare un medico molto prima di quanto in precedenza, se hanno notato qualcosa di insolito nel loro seno ...
A causa di questi miglioramenti, lo screening è meno efficace oggi e più recenti studi suggeriscono che lo screening mammografico non è più efficace nel ridurre il rischio di morire di cancro al seno. "
... Poiché non è possibile riconoscere la differenza tra il pericoloso e le alterazioni cellulari innocui e tumori, tutti sono trattati.
Pertanto, i risultati dello screening nel trattamento di molte donne per il cancro una malattia non hanno, e che non otterrà. Sulla base dei randomizzati, risulta che:
Se 2.000 donne si sottopongono regolarmente per 10 anni, 10 donne sane sarà trasformato in malati di cancro e saranno trattati inutilmente. Queste donne hanno o una parte del loro seno o dell'intera mammella rimossa, e spesso riceveranno una radioterapia, la chemioterapia e, a volte. Il trattamento di queste donne in buona salute aumenta il loro rischio di morire, ad esempio dalle malattie cardiache e il cancro. "
Quindi, per ricapitolare, in modo per lo screening mammografico del seno per salvare la vita di una donna:
2.000 le donne devono essere sottoposti a screening per 10 anni
200 donne avranno falsi positivi, e
10 riceveranno la chirurgia e / o chemioterapia, anche se in realtà non ha il cancro
Conclusioni Cochrane Confermato ...
Un paio di ricercatori dell'Università di Southampton deciso di "valutare la richiesta in una revisione Cochrane che lo screening mammografico il cancro al seno potrebbe fare più male che bene".
I loro risultati sono stati pubblicati sul British Medical Journal in yeariii scorso dicembre. Grazie alla combinazione di anni di vita guadagnati dallo screening con perdite di qualità della vita, dalla diagnosi falsi positivi e la chirurgia, gli autori d'accordo con la valutazione Cochrane, concludendo che le mammografie possono effettivamente aver "causato un danno netto per un massimo di 10 anni dopo l'inizio dello screening".
ABC News ha riferito su questo findingiv:
"Il valore predefinito è quello di assumere che lo screening deve essere buono, qualcosa cattura precoce deve essere buono", ha detto James Raftery, professore di valutazione della tecnologia sanitaria presso l'Università di Southampton, Regno Unito, e autore principale della revisione. "Ma se una donna ha una mastectomia inutile, o chemioterapia o radioterapia, che è una tragedia.
... "E 'difficile bilanciare il guadagno di una vita contro 200 falsi positivi e 10 interventi chirurgici non necessari", ha detto Raftery ... L'alternativa è vigile attesa: ritardare il trattamento fino a quando non è chiaro se un nodulo è davvero una minaccia per la vita del tumore. Ma per la donna di fronte alle parole: "il cancro al seno," vigile attesa è più facile a dirsi che a farsi ... "
Sono pericolosi dispositivi di screening dei tumori stato approvato?
Sulla base di informazioni direttamente dalla bocca del cavallo, per così dire, la risposta a questa domanda sembra essere sì. I medici e gli scienziati del US Food and Drug Administration (FDA) Ufficio per la valutazione del dispositivo hanno infatti avvertito il Congresso che l'agenzia è stata l'approvazione di dispositivi medici che poste rischi inaccettabili per i pazienti. Già nel 2007, i dipendenti interessati a questo dipartimento ha iniziato a fare denunce interne circa una dozzina di diversi dispositivi radiologici che stanno per essere approvate nonostante la mancanza di prove di efficacia.
Hanno dichiarato che erano preoccupati che milioni di vite dei pazienti sarebbero messi a rischio da questi dispositivi.
Ciò ha incluso tre dispositivi che rischiavano segni mancanti di cancro al seno e diversi dispositivi di screening dei tumori del colon che hanno impiegato tali pesanti dosi di radiazioni che rischiavano di provocare il cancro in persone altrimenti sane. Nel caso di un computer-aided dispositivo di imaging per lo screening del cancro della mammella, gli scienziati hanno raccomandato contro l'approvazione non meno di tre volte, ma dopo il terzo rifiuto, un senior manager, Donna Bea-Tillman, improvvisamente ha approvato il dispositivo.
Successivamente, nel corso di due anni, la FDA segretamente monitorato l'e-mail personale di nove informatori all'interno del dipartimento di valutazioni dei dispositivi, e ha cercato di avviare un'indagine contro di loro, accusandoli di "compromettere l'integrità e la missione della FDA" e la divulgazione illegale di segreti commerciali. Sei degli scienziati e medici monitorati ha recentemente intentato una causa contro la FDA, la carica che l'agenzia ha violato i loro diritti costituzionali alla privacy attraverso il monitoraggio attività lecita in account di posta elettronica personali e utilizzare tali informazioni per molestare e in ultima analisi, ad alleviare alcuni di loro delle loro posizioni.
Uno dei protagonisti di questo dramma in corso è Jeffrey Shuren, direttore del Centro della FDA per i dispositivi e salute radiologica, che ha ripetutamente chiesto l'intervento da adottare nei confronti dei dipendenti in questione. Shuren è anche il funzionario che sovrintende otturazioni dentali al mercurio, che sono stati fraudolentemente si riferiscono a come 'otturazioni d'argento.' Shuren ha promesso di fare un annuncio circa l'amalgama dentale entro la fine del 2011, ma con pochi minuti lasciati l'anno di lavoro, la FDA ha ammesso che nessun annuncio era imminente, e forse non lo farà mai ...
L'FDA propri medici e scienziati hanno chiesto una revisione completa dell'agenzia a causa di "profonda corruzione sistemica ai massimi livelli". Non c'è dubbio che sanno di cosa stanno parlando. E c'è un sacco di informazioni là fuori schiacciante che può, e alla fine sarà, essere utilizzato per chiedere un'audizione al Congresso sulla mammografia cover-up.
Mammografie spesso portano a trattamenti non necessari
Nel 1974, il National Cancer Institute (NCI) è stato messo in guardia dal professor Malcolm C. Pike presso la University of Southern California Scuola di Medicina che un certo numero di specialisti aveva concluso che "dare una donna sotto i 50 anni una mammografia di routine è vicina di immorale ".
L'avvertimento è caduto nel vuoto, e l'antica consulenza medica convenzionale è stato per le donne per ottenere una mammografia annuale, una volta che ha colpito 40. Un paio di anni fa, la US Preventive Services Task Force ha deciso di modificare la loro raccomandazione mammografia, consigliando donne sotto i 50 anni di età per evitare la mammografia, e il limite a ogni due anni dopo l'età di 50 anni. La revisione ha causato indignazione tra le organizzazioni di cancro molti. Ciò che è stato trascurato, tuttavia, era il ragionamento che sta dietro la decisione della Task Force di cambiare la loro raccomandazione.
Il consiglio precedente è stato dato nel 2002, prima di una serie di nuove ricerche è uscito che evidenziavano i problemi di diagnosi più, tra cui falsi positivi. E come discusso sopra, è davvero difficile da giustificare nuocere 10 donne con chirurgia e chemioterapia tossica, solo per salvare la vita di una donna ...
Parte del problema è che il cancro la diagnosi non è realmente un processo di taglio e asciutto. Se una mammografia rileva una macchia anomala nel seno di una donna, il passo successivo è tipicamente una biopsia. Questo coinvolge rimuovere una piccola quantità di tessuto dal seno, che viene poi esaminato da un patologo al microscopio per determinare se il cancro è presente. Tuttavia, cancro della fase iniziale, come carcinoma duttale in situ, o DCIS, può essere molto difficile da diagnosticare, e patologi hanno una vasta gamma di esperienze e competenze. Realtà non ci sono standard diagnostici per carcinoma duttale in situ, e non ci sono i requisiti che i patologi fanno le letture hanno competenze specialistiche ...
Aumento del cancro al seno effettivamente trovato sia dovuta a un eccesso di diagnosi!
In altre recenti notizie, un norvegese di follow-up studio che ha esaminato 14 anni di screening mammografico in Norvegia, hanno concluso che l'incidenza maggiore di cancro al seno osservata in quel periodo era, ancora una volta, semplicemente dovuta a un eccesso di diagnosis.v Secondo gli autori:
"Nel 2004 abbiamo scritto in Tidsskriftet che lo screening mammografico ha portato in massiccia over-over-diagnosi e trattamento del carcinoma mammario. Nostro studio è stato criticato perché abbiamo avuto solo cinque anni di follow-up tempo e non ha tenuto conto del fatto che il maggior impiego della terapia ormonale sostitutiva potrebbero portare al cancro al seno di più.
Abbiamo ora lo screening delle donne per 14 anni, e durante un periodo in cui l'uso degli ormoni è diminuita del 70 per cento.
... Il numero di nuovi casi di cancro al seno nel periodo passato da circa 2.000 a 2.750. Circa 300 casi di carcinoma duttale in situ (DCIS) sono stati diagnosticati. Oggi un totale di circa 1.050 donne sono stati diagnosticati più di prima lo screening avviato. I nostri calcoli indicano che in assenza di screening, circa 800 di queste donne non sarebbe mai diventato pazienti con carcinoma mammario. Le figure da 14 anni di screening mammografico indicare che tutti aumento nell'incidenza di cancro al seno è dovuto a un eccesso di diagnosi: i risultati di tumori che, in assenza di screening non avrebbe mai dato luogo a malattia clinica ".
Quando si tratta di cancro, Ottenere un secondo parere e Terzo è consigliabile ...
Una volta approfondire la ricerca, si scopre che il problema della mammografia non è così netta come convenzionale saggezza medica vorrebbero far credere. Ci sono molti rischi, e secondo alcuni studi, questi rischi si superano i benefici potenziali per molte donne. E, appare molto chiaro che più le donne sono danneggiati da esso che vengono salvati ...
Nel caso in cui si riceve una mammografia e una biopsia e con diagnosi di carcinoma duttale in situ o un'altra forma di cancro mammario in fase precoce, mi consiglia di ottenere una seconda e forse terza e anche quarta, opinione. Non lo ripeterò mai abbastanza, in quanto i tassi di falsi positivi sono così alti, e dei criteri diagnostici in modo soggettivo. Prima di prendere qualsiasi decisione sul trattamento, e sicuramente prima di decidere di avere un intervento chirurgico o la chemioterapia, assicurarsi che i risultati della biopsia sono stati esaminati da uno specialista del seno, che è competente ed esperto nel campo.
Come ridurre drasticamente il rischio di cancro al seno
Ci sono una serie di modifiche dello stile di vita che possono aiutare a prevenire il cancro al seno da sempre di diventare una realtà per voi. Per cominciare, non possiamo discutere il cancro al seno senza menzionare l'importanza della vitamina D. La vitamina D, un ormone steroideo che influenza quasi ogni cellula del vostro corpo, è facilmente uno dei combattenti della natura del cancro più potenti. I recettori che rispondono alla vitamina D sono stati trovati in quasi ogni tipo di cellula umana, dalle ossa al cervello. Il tuo fegato, reni e altri tessuti in grado di convertire la vitamina D nel sangue in calcitriolo, che è la versione ormonale o attivo della vitamina D.
I vostri organi poi usarlo per riparare i danni, comprese quelle provenienti da cellule tumorali.
La vitamina D è effettivamente in grado di entrare nelle cellule tumorali e innescare l'apoptosi o morte delle cellule tumorali. Quando Joellen gallese, un ricercatore con la State University di New York ad Albany, iniettata una potente forma di vitamina D nelle cellule umane di cancro al seno, la metà di loro avvizzito e morì in pochi giorni! vi
La vitamina D ha lavorato come bene a uccidere le cellule tumorali come il Tamoxifen tossici farmaco per il cancro al seno, senza gli effetti collaterali dannosi e ad una piccola frazione del costo.
La mia impressione è che si tratta di negligenza criminale di non raccomandare la vitamina D e aggressivamente monitorare un paziente affetto da cancro al seno del livello di vitamina D per farlo tra 70 e 100 ng / ml. Vitamina D lavora in sinergia con tutti i trattamenti del cancro Sono consapevole e non ha effetti negativi. Secondo uno studio punto di riferimento, circa 600.000 casi di cancro al seno e del colon-retto potrebbero essere evitate ogni anno se i livelli di vitamina D tra le popolazioni di tutto il mondo sono state aumentate. E questo è solo contando il numero di morti per due tipi di cancro (in realtà funziona contro almeno 16 tipi diversi)!
Quindi, per favore non guardare il mio un'ora conferenza gratuita sulla vitamina D per scoprire che cosa i vostri ottimali livelli di vitamina D deve essere ... e come arrivare lì. Questo è uno dei passi più importanti si possono adottare per proteggersi dal cancro.
Altri Breast Cancer Prevention Mosti
Una dieta sana, regolare esercizio fisico, esposizione al sole adeguate e di un modo efficace per gestire la tua salute emotiva sono i cardini di quasi qualsiasi programma di prevenzione del cancro, compreso il cancro al seno. Ma per il cancro al seno, in particolare, è possibile fare un ulteriore passo avanti anche facendo attenzione per i livelli eccessivi di ferro. Questo è molto comune una volta che le donne smettere di mestruazioni, e il supplemento di ferro funziona come un potente ossidante, aumentando i radicali liberi e aumentando il rischio di cancro. Quindi, se sei una donna in post menopausa o di avere il cancro al seno si vorrà sicuramente avere il vostro livello di ferritina disegnato. Ferritina è la proteina di trasporto del ferro e non deve essere superiore a 80. Quindi, se è elevato si può semplicemente donare il tuo sangue per ridurlo.
Inoltre, le strategie di vita che seguono vi aiuteranno a ridurre ulteriormente il rischio:
Migliora la tua sensibilità dei recettori dell'insulina. Il modo migliore per farlo è quello di tagliare il più zucchero, fruttosio e cereali possibile dalla vostra dieta, e assicuratevi di avere un programma di esercizio ottimale. Si prega di non fare l'errore di concentrarsi sul cardio con l'esclusione di ogni altra cosa. È possibile ottenere alcune idee da rivedere il mio video in esercizio. (Anche se non ha menzionato lo stretching e la flessibilità di lavoro, come lo yoga, nel video, è una parte molto importante del vostro programma di allenamento. Non incide recettori per l'insulina, ma vi aiuterà vi impedisce di ottenere feriti e arrestando il vostro altro esercizio .)
Mantenere un peso corporeo sano. Ciò avverrà naturalmente, quando si inizia a mangiare correttamente e l'esercizio. E 'importante per perdere peso in eccesso perché gli estrogeni, un ormone prodotto nel tessuto adiposo, possono scatenare il cancro al seno.
Ottenere l'abbondanza di alta qualità basati sugli animali grassi omega-3, come ad esempio olio di krill. Carenza di Omega-3 è un fattore comune di base per il cancro.
Evitare di bere alcol, o di limitare le bevande a uno al giorno per le donne.
Allattare esclusivamente al seno fino a sei mesi. La ricerca dimostra questo ridurre il rischio di cancro al seno.
Evitare sintetica terapia ormonale sostitutiva. Il cancro al seno è un estrogeno-correlate cancro e, secondo uno studio pubblicato sul Journal of National Cancer Institute, i tassi di cancro al seno per le donne cadute in tandem con l'utilizzo ridotto della terapia ormonale sostitutiva. (Ci sono rischi analoghi per le giovani donne che assumono contraccettivi orali. Pillole di controllo delle nascite, che sono anche composti di ormoni sintetici, sono stati collegati a tumori del collo dell'utero e della mammella.)
Se si verificano eccessivi sintomi della menopausa, si può prendere in considerazione bioidentical terapia ormonale sostitutiva, invece, che utilizza ormoni che sono molecolarmente identici a quelli del vostro corpo produce e non devastare il sistema. Questa è un'alternativa molto più sicuro.
Evitare di BPA, ftalati e xenoestrogeni altri. Questi sono composti estrogeno-simili che sono stati collegati al rischio di cancro al seno
Assicurarsi che non sei carente di iodio, in quanto ci sono prove convincenti che collega la carenza di iodio con il cancro al seno. Dr. David Brownsteinvii, autore del libro Iodio: Perché ne hai bisogno, perche 'non puoi vivere senza di essa, è un sostenitore di iodio per il cancro al seno. In realtà ha potenti proprietà antitumorali ed ha dimostrato di causare la morte cellulare in cellule di cancro al seno e tiroide. Per ulteriori informazioni, vi consiglio di leggere il libro del Dr. Brownstein.
Riferimenti:
________________________________________
i SCREENING PER IL CARCINOMA DELLA MAMMELLA con la mammografia (PDF), The Nordic Cochrane Centre 2012
ii con la mammografia (PDF), The Nordic Cochrane Centre 2012, SCREENING PER IL CANCRO AL SENO
iii possibili danni al netto dello screening del cancro della mammella: modellazione aggiornata di Forrest report, BMJ. 2011; 343: d7627
iv ABC News 8 dicembre 2011
v Tidsskrift per den Norske Laegeforening. 2012 Feb 21; 132 (4) :414-417
vi È questo il nuovo Silver Bullet for Cancer?
vii Dr. Brownstein - Holostic Familt Medicina
Fonte: Il Nordic Cochrane Centre 2012
Fonte: Green Med Info 27 febbraio 2012
Fonte: Tidsskrift fur den Norske Laegeforening 21 Febbraio, 2012, 132 (4): 414-417
Related Links:
La principale causa di cancro al seno Quasi tutti ignorano
Alcuni tumori possono Just Go Away
The Great Hoax Cancer Parte II: The Cure Brilliant la FDA fecero del loro meglio per arrestare ...
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. Naturopata
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
Ringraziano per il messaggio: Hall, salus, betti

Re: RADIAZIONI MAMMOGRAFIA FANNO SVILUPPARE CANCRO 08/10/2015 20:40 #43986

  • yagoo40
  • Offline
  • Amministratore
  • Messaggi: 1868
  • Ringraziamenti ricevuti 882
Le mammografie sono una crudele bufala medica

Milioni di donne danneggiate da “trattamenti” non necessari per tumori al seno che non hanno mai avuto.

La mammografia è una crudele bufala medica. Lo scopo principale della mammografia non è “salvare” donne dal cancro, ma reclutarle come falsi positivi per spaventarle e portarle a sottoporsi a trattamenti costosi e tossici come la chemioterapia, le radiazioni e la chirurgia.

Il “piccolo sporco segreto” dell’industria del cancro è che proprio gli stessi oncologi che terrorizzano le donne con la falsa credenza di avere un cancro sono quelli che realizzano enormi profitti vendendo loro i chemioterapici. Il conflitto di interessi e l’abbandono dell’etica nell’industria del cancro lascia senza fiato.

Ora, un nuovo studio scientifico ha confermato esattamente quello da cui ho messo in guardia i lettori per anni: la maggior parte delle donne con “diagnosi” di cancro tramite mammografia non hanno mai avuto il cancro, ed è solo l’inizio.

Il 93% delle “diagnosi precoci” non ha alcun beneficio per il paziente

Questa è la conclusione del pionieristico studio pubblicato sul New England Journal of Medicine.

“Abbiamo riscontrato che l’introduzione dello screening ha portato 1,5 milioni di donne alla diagnosi di cancro alla mammella in fase iniziale” scrive il co-autore dello studio Dr. Gilbert Welch.

Ora, a prima vista questa potrebbe sembrare una buona notizia. Potreste pensare “Beh, la diagnosi precoce salva delle vite, proprio come ci hanno detto Komen e le associazioni no-profit riguardo il cancro”. Ma sbagliereste. Come scoperto dal team del Dr. Welch, virtualmente non vi è stata riduzione degli stadi terminali del cancro alla mammella a partire da tutte queste diagnosi precoci, e questo significa che alla maggior parte delle donne a cui è stato detto di avere il cancro alla mammella dopo una mammografia è stato mentito.

Così continua il dottore

“Abbiamo scoperto che ci sono state solo 0,1 milioni di donne in meno con una diagnosi di cancro alla mammella in fase terminale. La discrepanza significa che c’è stata molta diagnosi inutile ed esagerata: a più di un milione di donne è stato detto di avere un cancro in fase iniziale molte delle quali hanno subito chirurgia, chemioterapia o radiazioni per un cancro che non le avrebbe mai fatte stare male. Anche se è impossibile sapere chi siano queste donne, il danno è evidente e serio”.

Si, lo è. Infatti, se fate il calcolo, 0,1 milioni di donne in meno con un cancro in fase terminale rispetto ad 1,5 milioni di diagnosi precoci significa che si ha avuto un falso positivo nel 93% dei casi; questo significa che non si sarebbe in ogni caso arrivati alla fase di cancro terminale.

Chemioterapia, radiazioni e chirurgia oncologica sono in gran parte bufale

Secondo quanto detto dagli scienziati, “il cancro alla mammella è stato over-diagnosticato (cioè sono stati trovati tumori in fase di screening ma questi non avrebbero mai portato a sintomi clinici) in almeno 1,3 milioni di donne americane negli ultimi 30 anni”.



Gli oncologi di queste donne hanno mentito: “se non acconsentite al trattamento, morirete entro sei mesi” (o due anni, o qualsiasi tipo di scansione fraudolenta essi usino).

Sotto la minaccia di questa paura, la maggior parte delle donne si piegava e acconsentiva a iniziare il trattamento – spesso nello stesso giorno della falsa diagnosi. Questo cosiddetto trattamento consiste in una iniezione di sostanze chimiche mortali che fanno la fortuna degli oncologi che le vendono ai loro stessi pazienti. Si, è così: le cliniche oncologiche e i centri di trattamento del cancro fanno profitti enormi sui chemioterapici che vendono ai loro pazienti – gli stessi pazienti che spaventano e dirigono verso il trattamento con mammografie falsamente positive.

Ignorando il quasi totale fallimento della mammografia da un punto di vista scientifico, la propaganda continua a spingere verso questa tecnica in maniera assordante. Cosi come il Dr. H. Gilbert Welch scrive sul New York Times:

“Nessun altro test clinico è stato tanto pubblicizzato come la mammografia – gli sforzi sono andati oltre la persuasione e sono arrivati alla coercizione. E chi la proponeva ha usato le più fuorvianti statistiche di screening a disposizione: i tassi di sopravvivenza. In una recente campagna Komen esemplifica questo aspetto: in breve, dite a chiunque che ha il cancro, e i tassi di sopravvivenza aumenteranno a dismisura.”

Komen for the cure, ovviamente, è stata scoperta a mentire sui presunti “benefici” della mammografia. Il loro trucco statistico frega la maggior parte delle donne, tristemente, e le convince a subire chemioterapie tossiche per un cancro alla mammella che non hanno mai avuto.

Lo starnazzare dell’oncologia moderna

Quando le donne iniziano una chemioterapia per un cancro che non hanno iniziano anche a sperimentare quello che gli oncologi chiamano “sintomi del cancro”. I capelli cadono. L’appetito scompare. I muscoli si atrofizzano. Diventano deboli, confuse e cronicamente stanche. Il dottore del cancro dice poi loro “devi essere forte per sopportare tutto questo mentre le medicine fanno effetto”

Pure chiacchiere! Potreste fare meglio invocando il voodoo o semplicemente sperando di guarire. Perché tutto quel che gira attorno all’esperienza del cancro nella medicina moderna – la diagnosi, il trattamento, le autorità sanitarie – è maliziosamente fabbricato per generare un profitto all’industria del cancro. “Migliori” tecnologie portano a più falsi positivi

Non c’è miglior esempio delle chiacchiere della medicina moderna che quello dell’industria del cancro. Armato con le ancora-più-precise macchine per la mammografia, il tasso di falsi positivi ha sfondato il soffitto.

Come il Dr. H. Gilbert Welch scrive sul New York Times:

Sei anni fa, un follow up a lungo termine di un trial randomizzato mostrò come un quarto dei tumori riscontrati con lo screening fosse un caso di over-diagnosi. Questo studio rifletteva le potenzialità dei macchinari degli anni 80. I nuovi macchinari digitali riscontrano molte più anormalità e le stime dell’over-diagnosi sono salite compatibilmente: ora siamo probabilmente tra un terzo e metà dei tumori diagnosticati con questa metodica.

Capito la storia? Molte delle diagnosi di cancro da mammografia sono false. Ma sono un’ottima tecnica di terrorismo per trovare donne-adepte a quello che può solo che esser chiamato “culto del cancro” dove vengono manipolate fino ad auto avvelenarsi con le medicine. Verranno più tardi chiamate “sopravvissute al cancro”, se il veleno non riuscirà ad ucciderle.

Queste sopravvissute al cancro, ovviamente, sono vittime di un malizioso culto medico che io chiamo “culto di Komen”. In quasi tutti i casi non è stato il cancro ad ucciderle, ma il trattamento!

Il culto di Komen


Le persone di oggi storcono il naso al suicidio di massa del 1978 del culto di Jim Jones pensando “come è possibile che i membri siano stati tanto stupidi da avvelenarsi a morte da soli?”

Guardatevi attorno gente, perché l’industria del cancro ha preso la stessa formula di quel culto e l’ha moltiplicata per un milione. Il “culto di Komen” è una versione moderna del culto suicida di Jim Jones. Si tratta di un culto dove le persone “credono” nella promessa di salvezza di un indottrinamento chimico ma che in realtà si vedono dare morte, dolore, sofferenza e umiliazione. (Molti chirurghi oncologici hanno letteralmente amputato mammelle a seguito di diagnosi falsamente positive, sfigurando quelle donne per il resto della vita)

Una delle caratteristiche chiave di questo culto è l’adorazione dell’auto-mutilazione. Non si tratta solo di donne che vengono manipolate fino a farsi amputare le mammelle dai chirurghi; si tratta anche di donne manipolate fino a farsi iniettare veleni mortali che distruggono i loro reni, i loro fegati e i loro cervelli. L’effetto collaterale numero 1 della chemioterapia, peraltro, è il cancro.

Come ogni culto, quello dell’industria del cancro spinge su una propaganda carica di contenuto emotivo e su simboli potenti (i fiocchi rosa). Milioni di donne vengono innocentemente intrappolate in manifestazioni e raccolte fondi, apparentemente senza indizio del fatto che la maggior parte dei soldi per le “cure” finisce col pagare altre mammografie e quindi altre false diagnosi che costringeranno ancora più donne a cadere nel racket.

Così, le stesse donne che partecipano alle raccolte fondi in questi eventi promossi dal culto dei fiocchi rosa, stanno partecipando a pagare le macchine per le mammografie che recluteranno altre donne nello stesso culto tramite diagnosi inutili seguite da“campagne di paura e terrore” portate avanti dagli oncologi. Quel che oggi l’industria del cancro sta facendo è, senza mezze misure, un crimine contro le donne. Si tratta anche di una forma di mutilazione culturale nei confronti delle donne, più o meno come abbiamo visto con gli Aztechi, i Maya e varie culture africane durante il corso della storia.

Il culto di Komen è un’operazione criminale? Quasi certamente. Su base scientifica? Neanche per sogno. Non esiste nulla di scientifico nella moderna industria del cancro se non la scientifica manipolazione delle paure e delle emozioni femminili. Quel che manca a Komen e all’industria in campo etico, scientifico o dei fatti viene ampiamente bilanciato dalle tattiche di influenzamento linguistico, di coercizione e di delibera menzogna sui benefici della mammografia.

L’industria del cancro non è un business della cura del cancro, in fin dei conti; di fatto è il business della propaganda del culto del cancro. Come spiega il Dr.Welch:

“I sostenitori dello screening incoraggiano il pubblico a credere in due cose false e conosciute come tali. Primo, che ogni donna che ha avuto il cancro diagnosticato con una mammografia ha avuto la sua vita salvata (pensate a quelle T-shirt con scritto “La mammografia salva le vite. Io ne sono la prova”). La verità è che queste “sopravvissute” sono molto più probabilmente vittime di over-diagnosi.

Così, tutte quelle donne che marciano indossando le T-Shirt rosa che dicono “la mammografia salva la vita” stanno in realtà dichiarandosi come vittime incoscienti di una campagna scientifica mirata alle donne e tesa a spaventarle e portarle verso trattamenti che non necessitano e che le mutileranno con farmaci tossici o bisturi chirurgici.

Se quelle magliette dicessero la verità, dovrebbero dire “Sono sopravvissuta all’industria del cancro”

La grande domanda in tutto questo, ovviamente, è: per quanto tempo la cultura occidentale continuerà a vivere sotto l’influenza del culto di Komen? Quanti altri milioni di donne dovranno sacrificarsi sotto le chiacchiere della mammografia e la truffa dell’oncologia moderna?

Ma soprattutto, perché le famiglie consentono alle loro madri, figlie, zie e nonne di essere avvelenate e mutilate proprio davanti ai loro occhi standosene sedute ascoltando le finte autorità mediche che di fatto praticano nulla più che chiacchiere?

L’oncologia moderna è il medioevo della medicina occidentale

Verrà il giorno, come ho predetto più volte, in cui la moderna pratica della chemioterapia verrà relegata nei libri di storia come malasanità insieme al respirare vapori di mercurio o al rimuovere chirurgicamente organi del corpo per curare malattie psichiatriche. Fino a quel giorno, un numero incalcolabile di donne innocenti verrà ingannato e portato alla mutilazione, all’intossicazione chimica e alle radiazioni da dottori malvagi che francamente non si interessano minimamente di quante donne mutilano o uccidono fintanto che questo viene loro rimborsato.

Questa è la verità sull’industria del cancro che non sentirete da Komen (ne da qualsiasi altro adepto del culto del fiocco rosa)

La conclusione dagli autori dello studio

Nonostante il sostanziale incremento delle diagnosi di cancro alla mammella in fase iniziale, lo screening mammografico ha solo marginalmente ridotto il numero di donne che si presentano con un cancro avanzato. Anche se non è chiaro quali fossero le donne realmente affette, questo squilibrio suggerisce una sostanziale over-diagnosi in circa un terzo delle nuove diagnosi e che lo screening ha, nella migliore delle ipotesi, solo un minimo effetto sui tassi di morte da carcinoma alla mammella.

Mike Adams

Fonte naturalnews.com

Repubblica nel 2008 a firma di Gina Kolata aveva pubblicato qualcosa di simile

“Un gruppo di 109.784 donne è stato tenuto sotto osservazione dal 1992 al 1997. Nel 1996 e nel 1997, a tutte le donne è stato proposto di sottoporsi a una mammografia e quasi tutte hanno accettato. Il secondo gruppo, composto da 119.472 donne, è stato seguito dal 1996 al 2001. A tutte le donne è stato proposto di fare con regolarità un esame mammografico e anche in questo caso quasi tutte hanno accettato. Secondo la ricerca tra le donne che avevano seguito uno screening regolare si è registrato il 22% in più di tumori. In sei anni, su 100.000 donne è stato diagnosticato un tumore invasivo della mammella a 1.909, in confronto ai 1.564 casi individuati tra le donne che non avevano fatto un controllo regolare. Secondo i ricercatori la conclusione più probabile per questa divergenza è che i tumori siano scomparsi. La spiegazione più verosimile, dice il dottor Welch, è che «vi siano alcune donne che ad un certo punto avevano un tumore e che successivamente non lo avevano più». «La nostra reazione iniziale è stata di grande sorpresa», ricorda il dottor Robert Kaplan dell’ università di California. «Ma più guardavamo da vicino e più ci siamo convinti».”


Consigli

Le donne si chiederanno cosa fare allora se la mammografia non abbassa la percentuale di morti per cancro al seno e addirittura in molti casi sottopone a cure tossiche e dolorose per diagnosi errate. [Vedi anche Large study finds mammograms do not lower breast cancer death rate e Mammograms are more harmful than you think]

Secondo la Nuova Medicina Germanica il cancro è la manifestazione di un trauma-conflitto in fase di guarigione e quindi la malattia è vista come legata ad una radice emozionale-psicologica e la guarigione definitiva consiste nello scioglimento di questo trauma. [Vedi Nuova Medicina Germanica e Cancro al Seno e Nuova Medicina Germanica: Le 5 leggi biologiche]

Secondo Michel Odoul, autore di Dimmi dove ti fa male e ti dirò perché, “il cancro rappresenta la distruzione della nostra programmazione interiore di equilibrio e si esprime in particolar modo attraverso la prima area interessata. Manifesta spesso rimorsi, ferite che non riusciamo o non vogliamo rimarginare e che sono spesso associate a un senso di colpa. Si tratta di una sorta di autopunizione che vuole essere definitiva, una constatazione inconscia di fallimento nei confronti della vita o delle scelte di vita. In cosa ho fallito, per cosa mi punisco, cosa mi rimprovero così profondamente? Siamo qui in presenza dell’ultimo grido lanciato dal Maestro Interiore, perché tutti gli altri hanno fallito o sono stati soffocati”

Possiamo quindi lavorare sul piano psicologico che riguarda il nostro vissuto, la nostra storia personale, ma anche prestando attenzione all’alimentazione. [Vedi Le Iene: Ecco il legame tra alimentazione e malattia, Il latte e formaggio provocano il cancro?, Terapia contro il cancro a base di estratti di frutta e di verdura – Intervista Esclusiva, Bicarbonato e Limone: Ecco la ricetta contro il cancro, L’erba magica che distrugge il 98% delle cellule cancerogene in 16 ore, dimostrano differenti studi, Cancro al seno: cocktail di 6 estratti vegetali in grado di uccidere il 100% delle cellule cancerogene, Tumori e cancri: loro sparizione per autolisi]

Uscire dalla Paura e Tornare a Vivere

La paura di ammalarsi, con il terrorismo psicologico della società, è forte e quindi spesso ci si mette nelle mani di chi mostra di avere la risposta. La verità è che la medicina ufficiale guadagna con le malattie e con la paura delle persone. Dobbiamo ritornare a prendere in mano la nostra vita ed uscire fuori dalla paura di vivere. Concludo con un passo di Valdo Vaccaro:

“Governi e parlamenti locali, istituzioni, università, giornali, televisioni, sono tutti teatrini addomesticati per popolazioni rese ottuse ed obbedienti, passive e rinunciatarie, fedeli e schiave di quel sistema mondiale che trova poi i suoi servili sostenitori anche a livello locale.
Protezioni costituzionali illusorie ed inesistenti, diritti di voto inefficaci e sistemi legislativi dove la legge è diseguale per tutti, rendono la vita sociale precaria e carica di tensioni.

La gente si ritrova ad essere ipnotizzata e sclerotizzata, menefreghista e demotivata, oppure drogata ed arrabbiata, mentre occorre calma, cultura, salute e opera politica di contrasto, di paziente ricostruzione, di disobbedienza civile, di controinformazione e contro-organizzazione.”

Dioni

www.dionidream.com/secondo-uno-studio-sh...udele-bufala-medica/
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
Tempo creazione pagina: 0.309 secondi

Salute Natura  Benessere
 

Realizzato un nuovo accordo commerciale! Sconto del 5% su centinaia di prodotti riservato ai foristi ADS. CLICCA per il codice PROMO.

 

arcobalenoErboristeria Arcobaleno

Sconto per lo shopping online. Solo gli iscritti al portale "Alleanza della Salute Forum di Medicina Ortomolecolare" potranno avvalersi di tale sconto che vale l' 8%. CLICCA