Benvenuto, Ospite
La Medicina Ortomolecolare è una pratica terapeutica che si basa sull'introduzione della quantità ideale di nutrimenti nella dieta che mira a perseguire il livello di salute ottimale attraverso il riequilibrio dell'assetto biochimico.

ARGOMENTO: Integrazione di silicio: ma quale?

Integrazione di silicio: ma quale? 09/11/2017 23:35 #57398

  • Blues
  • Offline
  • Expert Boarder
  • Messaggi: 100
  • Ringraziamenti ricevuti 29
Ciao a tutti i foristi, rientro dopo diversi mesi di assenza per chiedervi dei suggerimenti.
L'integrazione del silicio è già stata affrontata nel forum?
Ho la necessità di doverlo integrare e sono un po confuso su quale forma scegliere.
E' un minerale finora poco studiato, si sa che se ne assorbe soltanto una piccolissima parte dagli alimenti, i migliori estratti naturali (bambù,..) sono migliori ma la biodisponibilità rimane bassa.
Cercando mi sono imbattuto negli integratori di silicio in forma liquida, la formula G5 nelle due versioni: irlandese e spagnola su cui aleggiano una storie "strane" circa la paternità, la segretezza della formula, casini legali vari.. :?: :!:
Però gli vengono attribuiti una notevovole biodisponibilità. B) ;)

Qualcuno ha esperienza di silicio?
Ultima modifica: 09/11/2017 23:38 da Blues.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Integrazione di silicio: ma quale? 10/11/2017 00:20 #57400

  • miciofelix
  • Offline
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 1118
  • Ringraziamenti ricevuti 469
ciao Blues, nel forum mi sembra non ci siano topic specifici al riguardo, giusto un paio ma ne parlano pochissimo...

ho trovato questo link anche se sul web ce ne sono tantissimi, magari utenti esperti possono approfondire l'argomento portando altri studi o articoli:

www.my-personaltrainer.it/alimentazione/...cio-integratori.html

estratto:

Il silicio (Si) è un minerale abbastanza distribuito nei tessuti ma del quale non si conoscono con precisione le funzioni biologiche; possiede capacità di legame abbastanza simili a quelle del carbonio (C), motivo per il quale anche il silicio, in alcuni esseri viventi, può entrare a far parte delle strutture molecolari di base. E' presente anche sotto forma inorganica come SILICATO (SiO23).
I ricercatori suppongono che si tratti di un costituente molto importante dei mucopolisaccaridi (costituenti fondamentali del tessuto connettivo, dell'elastina, dell'acido ialuronico ecc.), infatti, la maggior parte del silicio corporeo si trova in corrispondenza delle strutture ad ampio contenuto di connettivo, come ad esempio: arterie, trachea, tendini, osso e pelle; il silicio pare anche coinvolto nella formazione dell'osso, ma il suo ruolo effettivo rimane un punto da chiarire.
A causa della mancanza di dati fondamentali, il fabbisogno nutrizionale di silicio NON è stato precisato ma alcuni ricercatori lo definiscono già un NUTRIENTE ESSENZIALE.
D'altro canto, la carenza nutrizionale di silicio è stata imposta ed osservata negli animali; sul pollo e sul ratto un deficit cronico di silicio determina vere e proprie aberrazioni nella sintesi di tessuto connettivo e dell'osso; al contrario, non si posseggono dati utili a descrivere gli effetti relativi all'eccesso di silicio alimentare.
Integratori di silicio

Gli integratori a base di silicio, grazie alla loro presunta funzione nella costituzione del tessuto connettivo e dell'osso, vengono utilizzati come prodotti anti-aging.
L'applicazione più diffusa degli integratori a base di silicio naturale è di tipo estetico; più precisamente vengono utilizzati per migliorare il trofismo dei capelli, delle unghie e del tessuto connettivo della pelle (apparato tagumentario).
Solo recentemente, alcuni ricercatori stanno ponendo in primo piano l'importanza biologica del silicio nell'ossificazione; è possibile che questo minerale possa essere utilizzato nelle terapie preventive e curative dei disturbi legati alle articolazioni ed allo scheletro, ad esempio nell'osteoartrosi e nell'osteoporosi menopausale. Alcuni studi hanno dimostrato che:

l'uso di estratto di Equisetum (Osteosil Ghimas) rispetto ad un placebo, ha dimostrato una rapida diminuzione della perdita ossea, ovvero dal 3,3% al 2,1% con una riduzione del 64%. Nel lungo termine è anche possibile osservare (attraverso densitometria della colonna vertebrale) un incremento della massa ossea, normalizzato, pari al 2,3% annuo.

Purtroppo, al momento non sono ancora presenti dati sufficienti ad approfondire la correlazione tra uso di silicio e fratture osteoporotiche, tuttavia, coadiuvare l'integrazione di silicio con calcio ed isoflavonoidi estrogenosimili della soia potrebbe rappresentare un'ottima terapia preventiva contro le complicanze dell'osteoporosi menopausale.

NB. Non esistono (o quantomeno non si conoscono) controindicazioni all'utilizzo di integratori a base di silicio.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
Ringraziano per il messaggio: Blues

Integrazione di silicio: ma quale? 10/11/2017 08:20 #57402

  • Kito
  • Offline
  • Senior Boarder
  • Messaggi: 76
  • Ringraziamenti ricevuti 45
Buon giorno.

Da un paio d' anni tento di porre un argine al declino fisico in modo improvvisato e scomposto, con scarsi risultati. Uno degli elementi usati è questo : www.hse24.it/p/benessere/integratori-per...3-90-capsule-104044/

A dir la verità c' è tanta di quella roba dentro che più che silicio sembra la seconda pillola di 2 per day a carnevale.

Comunque i 3 capelli resistono eroicamente e le unghie crescono come l' erba. Non so se fa anche tutte le altre cose che il silicio farebbe.

Ormai lo prendo più per abitudine che per uno scopo vero e proprio. Fa compagnia.
Ultima modifica: 10/11/2017 08:21 da Kito.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
Tempo creazione pagina: 0.165 secondi

Salute Natura  Benessere
 

Realizzato un nuovo accordo commerciale! Sconto del 5% su centinaia di prodotti riservato ai foristi ADS. CLICCA per il codice PROMO.

 

arcobalenoErboristeria Arcobaleno

Sconto per lo shopping online. Solo gli iscritti al portale "Alleanza della Salute Forum di Medicina Ortomolecolare" potranno avvalersi di tale sconto che vale l' 8%. CLICCA